Faust al Regio di Parma. Michele Pertusi al debutto nel ruolo di Mefistofele

16/gen/2006 11.26.57 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

 

Faust a Parma

Michele Pertusi è Il Diavolo

Il famoso basso canta Mefistofele per la prima volta nell’opera di Gounod,

al Teatro Regio nello spettacolo di Hugo De Ana,

che al cantante affida il compito di recitare i versi di Goethe prima dello spettacolo,

con Roberto Aronica, Inva Mula e la direzione di Donato Renzetti

Parma, Teatro Regio

venerdì 27, ore 20.00, domenica 29, ore 15.30,

martedì 31 gennaio, giovedì 2 febbraio, ore 20.00

sabato 4 febbraio, ore 17.00

 

Il debutto di Michele Pertusi che canta a Parma per la prima volta nella sua carriera la parte di Mefistofele è solo uno dei tanti elementi che rendono estremamente interessante il Faust di Charles Gounod in scena il prossimo 27 gennaio al Teatro Regio di Parma, secondo titolo della Stagione d’Opera 2005/2006 affidato alla direzione di Donato Renzetti.

 

L’opera che il musicista francese trasse dal dramma di Goethe con l’ausilio dei librettisti Jules Barbier e Michel Carrè, conta su due grandi interpreti quali il tenore Roberto Aronica nel ruolo di Faust e il soprano Inva Mula nelle vesti di Margherita, sulla presenza di Hugo De Ana, che ha curato regia, scene, costumi e luci del sontuoso allestimento nato in coproduzione fra il Teatro dell’Opera di Roma e il Teatro Regio di Torino. Una novità caratterizza lo spettacolo in scena a Parma. Michele Pertusi si presenta infatti anche in veste di attore. Il celebre basso ha accettato l’invito rivoltogli dal regista Hugo De Ana che gli ha chiesto di recitare una parte del Prologo del poema di Goethe. Invito che Michele Pertusi ha accettato con entusiasmo, come un omaggio al capolavoro che ha ispirato la celebre opera di Gounod.

“Goethe è al centro di tutto - spiega il regista Hugo De Ana che considera quello di Parma un suo nuovo spettacolo - soggetto, storia, opera. Non posso accontentarmi soltanto della musica di Gounod. Stiamo confrontandoci con un mito universale: la sfida dell’uomo all’ignoto e al trascendente. Senza Goethe, né Gounod né Santa possono condurre il ballo. Soltanto attraverso l’origine letteraria dei personaggi si può capire il significato di tutta la danza condotta da Mefistofele nell’opera. Altrimenti si rischia di banalizzare il Faust. Gounod porta a termine uno splendido compromesso: accetta le regole del teatro contemporaneo e non cerca una trascendenza rispetto alla già consistente drammaturgia del soggetto. Insomma a modo suo rimane fedele a Goethe. Ho immaginato al centro della scena un grande cubo, un elemento che rappresenta la geometria pura cui si lega la razionalità umana un enorme caleidoscopio, una gabbia dove si raccolgono e si scontrano tutti i desideri e le pulsioni”.

Da questa visione del regista ecco la scelta originale di far precedere l’opera da uno stralcio tratto dal Prologo in terra del capolavoro goethiano, recitato dalla viva voce di Michele Pertusi.

 

Faust debuttò il 19 marzo 1859 al Théatre Lyrique e nelle Memorie Gounod evoca con molta modestia il clima di quei giorni: “È stato finora il mio più grande successo teatrale. L’opera è stata molto discussa, tanto che non potevo nutrire grandi speranze nel suo successo”. Ben presto Faust sarà rappresentato in altri teatri e all’estero. Per le riprese Gounod sostituisce gli originali dialoghi parlati con recitativi strumentati fino al debutto della versione che tutti noi conosciamo avvenuta all’Opéra il 3 marzo 1869.

 

Luca Salsi (Valentino), Roberto Tagliavini (Wagner), Daniela Pini (Siebel) e Katarina Nikolič (Marta) sono gli altri interpreti di questa produzione che si avvale delle coreografie di Leda Lojodice e dei complessi artistici del Teatro Regio di Parma, con il Coro affidato alla guida di Martino Faggiani.

 

Dopo la prima il 27 gennaio alle ore 20, le repliche di Faust sono fissate per domenica 29 (ore 15.30), martedì 31 gennaio (ore 20), giovedì 2 febbraio (ore 20), sabato 4 febbraio (ore 17).

 

Dopo Faust la Stagione d'Opera 2005/2006 del Teatro Regio di Parma prevede un omaggio mozartiano con Die Zauberflöte nel fortunato allestimento che si vale delle scene viventi della compagnia del Pilobolus e i costumi di Romeo Gigli e successivamente un capolavoro di Benjamin Britten The Turn of the Screw nello spettacolo di Luca Ronconi e con la direzione di Bruno Bartoletti. Il trovatore e Macbeth saranno le due opere presentate nel corso del Festival Verdi 2006 in due prestigiose produzioni dirette da Renato Palumbo e Bruno Bartoletti.

 

La Stagione d’Opera 2005/2006 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, Reggio Parma Festival e con il sostegno di Banca Monte Parma, Enìa, Monte dei Paschi di Siena, L’Albero d’Argento - Coppini Arte Olearia, Barilla, Melegari Home, Terme di Tabiano, Parma Motors.

 

 

 

 

 

Teatro Regio
venerdì 27 gennaio 2006, ore 20.00 turno A
domenica 29 gennaio 2006, ore 15.30 turno D
martedì 31 gennaio 2006, ore 20.00 turno B
giovedì 2 febbraio 2006, ore 20.00 turno C
sabato 4 febbraio 2006, ore 17.00 turno F


FAUST
Opera in cinque atti
su libretto di Jules Barbier e Michel Carré, da Goethe

 

Musica di CHARLES GOUNOD
Editore proprietario Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano

 

Personaggi

Interpreti

Il Dottor Faust

ROBERTO ARONICA

Mefistofele

MICHELE PERTUSI

Valentino

LUCA SALSI

Wagner

ROBERTO TAGLIAVINI

Margherita

INVA MULA

Siebel

DANIELA PINI

Marta

KATARINA NIKOLIC

 

Studenti, soldati, borghesi, ragazze, matrone, demoni

 

Maestro concertatore e direttore
DONATO RENZETTI

 

Regia, Scene, Costumi, Luci
HUGO DE ANA

 

Coreografia
LEDA LOJODICE

 

Maestro del coro
MARTINO FAGGIANI

 

Regista collaboratore
Fabio Sparvoli

 

Assistente alle scene
Juan Guillermo Nova

 

Assistente ai costumi
Alessandra Torella

 

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

Allestimento del Teatro dell’Opera di Roma e del Teatro Regio di Torino

 

In lingua originale con sopratitoli in italiano

 

Direttore musicale di palcoscenico Stefano Rabaglia; Maestri di sala Raffaele Cortesi, Elena Rizzo; Maestro di sala e luci Simone Savina; Maestro di palcoscenico Maria Elena Ferraguti; Maestro suggeritore Matteo Rubiconi; Direttore di scena Massimo Nebuloni; Assistente al direttore di scena Paola Lazzari

 

Complessi artistici e tecnici della Fondazione Teatro Regio di Parma

 

Attrezzeria E. Rancati srl (Cornaredo, MI - Roma); Costumi Tirelli Costumi (Roma), Sartoria Nori (Bracciano, Roma); Calzature Rent Entertainment Shoes srl (Roma); Parrucche Roberto Paglialunga (Roma); Sopratitoli Prescott Studio srl (Scandicci, FI)

 

Capo macchinista Francesco Rossi; Responsabile elettricisti Andrea Borelli; Fonico Andrea Romanini; Responsabile attrezzeria Monica Bocchi; Responsabile trucco e parrucche Graziella Galassi; Responsabile sartoria Angela Tedesco; Responsabile scenografia e scenografo realizzatore Franco Daniele Venturi; Responsabile laboratorio costruzioni Fausto Sabini; Ispettore di palcoscenico Learco Tiberti

 

 
 

Prima che si alzi il sipario

Faust
Casa della Musica
sabato 21 gennaio 2006, ore 17.30

A cura di Alberto Cantù

 

 

 


 

 

 

Stagione d'Opera 2005/2006

 

13, 16, 18, 21, 23 dicembre 2005

Manon Lescaut

Musica di GIACOMO PUCCINI

 

 

27, 29, 31 gennaio - 2, 4 febbraio 2006

Faust

Musica di CHARLES GOUNOD

 

 

23, 25, 26, 28 febbraio - 2 marzo 2006

Die Zauberflöte

(IL FLAUTO MAGICO)

Musica di WOLFGANG AMADEUS MOZART

 

 

25, 27, 30 marzo - 1, 2 aprile 2006

The Turn of the Screw

(Il GIRO DI VITE)

Musica di BENJAMIN BRITTEN

 

 

 

 

 

Festival Verdi 2006

28 Aprile - 17 Giugno

 

 

Teatro Regio, 28 aprile - 1, 4, 7, 10, 13 maggio

Il trovatore

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Regio, 6, 8, 11, 13, 15, 17 giugno

Macbeth

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Auditorium Niccolò Paganini, 5 giugno

Royal Philharmonic Orchestra

Direttore DANIELE GATTI

 

 

Auditorium Niccolò Paganini, 12 giugno

Orchestra e Coro

del Teatro Regio di Parma

Direttore  BRUNO BARTOLETTI

 

 

Teatro Regio, 14 giugno

New York Philharmonic

Direttore LORIN MAAZEL

 

 

Teatro Regio, 16 giugno

New York Philharmonic

Direttore LORIN MAAZEL

 

 

 

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl