DENUNCIATO PER MOBBING "RELIGIOSO" IL SINDACO DI BATTIPAGLIA

26/gen/2006 03.49.26 PRESS WORLD AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.




COMUNICATO STAMPA

DENUNCIATO PER MOBBING "RELIGIOSO" IL SINDACO DI BATTIPAGLIA


BATTIPAGLIA - "Sono stato costretto a dimettermi dall'incarico di Addetto
Stampa del Comune di Battipaglia perchè vittima di una vera e propria
persecuzione". E' quanto ha affermato il giornalista Gianluca Barile che,
durante una conferenza stampa, ha annunciato di aver conferito mandato al
proprio legale, l'Avvocato Vito Lupo, di denunciare per mobbing il Sindaco
Alfredo Liguori. "Si era creato un clima in Comune - ha affermato Barile -
che mi vietava di portare un crocifisso al collo o di appenderlo al muro. Ma
non solo: mi è stato chiesto più volte dal Sindaco di sciogliere
l'Associazione Cattolica "Benedetto XVI", di cui sono il fondatore e il
presidente, per non offuscare la sua immagine, nemmeno io avessi fatto
politica". Qualora gli organi competenti dovessero dargli ragione, ha
aggiunto Barile, "il ricavato del risarcimento danni sarà completamente
devoluto ad una comunità per il recupero dei tossicodipendenti guidata da
Padre Ezio Miceli, stretto collaboratore di Don Pierino Gelmini, a
Battipaglia". L'iniziativa è stata intrapresa, ha detto Barile (che ha
incontrato Benedetto XVI in ben 4 diverse circostanze), "per stigmatizzare
l'atteggiamento di un Sindaco che voleva soffocare la mia libertà di
religione, professandosi cattolico solo a parole ma nei fatti agendo come un
nuovo Nerone, pronto ad incolpare gli altri dei danni fatti da se stesso".
Liguori, infatti, avrebbe addebitato ad una scarsa ed inefficace
comunicazione istituzionale la sua indubbia impopolarità. Ma, come ha
spiegato Gianluca Barile, "non è colpa mia se la sua popolarità è crollata e
la gente non ha più fiducia in lui: chi è causa del suo mal, pianga se
stesso". "Il mio assistito - ha sostenuto Vito Lupo - "è stato
discriminato, vessato e reso oggetto di scherno perché cattolico e
cristiano. Questo è intollerabile e il Sindaco dovrà darne spiegazione nelle
sedi competenti". Presente all'incontro con la stampa anche il medico legale
Pino Cuozzo, un tempo Vice Sindaco proprio di Liguori ed ora consulente di
Barile in questa aspra battaglia legale. "Dagli accertamenti effettuati e
dalla visione di alcuni certificati medici, compare dettagliatamente - ha
evidenziato Cuozzo - come lo stato di salute di Barile abbia notevolmente
risentito dell'impossibilità di manifestare liberamente la propria religione
nell'ambiente lavorativo e nella vita di tutti i giorni a causa delle
pressioni subite in Comune". Antonio Giovannini, Vice Presidente
dell'Associazione Cattolica "Benedetto XVI", ha aggiunto: "Abbiamo raccolto
centinaia di firme a sostegno di Barile e le invieremo al Sindaco, non prima
però di aver denunciato la vergognosa persecuzione religiosa messa in atto
ai danni del nostro Presidente". In cantiere c'è un manifesto rivolto a
Liguori dal titolo "Peggio di Nerone", anche se Barile non ha mancato di
accostare Liguori anche all'imperatore Costantino, "il quale assecondava la
Chiesa solo per trarne vantaggi personali e non perché credente e
osservante". Tra le tante circostanze discriminatorie, Barile ne ha citata
una molto particolare: "Quattro mesi fa, nella qualità di Presidente
dell'Associazione Benedetto XVI, avevo chiesto con una nota scritta al
Sindaco Liguori di intitolare la Sala Giunta del Comune a Giovanni Paolo II.
Per farlo, sarebbe bastata una semplice delibera di Giunta, null'altro. Lui
si è rifiutato, mentre in precedenza non aveva disdegnato di intitolare una
Piazza ad un medico defunto di Battipaglia, il dottor Attilio Ciranna,
malgrado il parere negativo della Prefettura perché non erano trascorsi 10
anni dalla morte: per un pugno di voti, qualcuno venderebbe pure l'anima al
diavolo".


Battipaglia, lì 25 Gennaio 2005
Gianluca Barile
Per contatti: 333/6597263 - clubbenedetto@libero.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl