21.01.2012 BTEAM & DIAMOND SOCIETY presentano

---DRAG ME TO HELL---
“The Ultimate Bass Music Clash”


4 crew, 4 diverse realtà della Bass Culture cittadina, 4 stili diversi, 4 storie diverse, unite però dalla stessa passione per ritmo e basse frequenza, questa sera saranno riunite tutte su un unico palco.
Ci sono molti modi di vivere un party. Puoi pensare solo a divertirti, puoi concentrarti sulla musica del dj, puoi rimanere abbagliato da qualcuno che hai addocchiato nel dancefloor, puoi seguire il ritmo, puoi seguire i tuoi pensieri, …
Questa notte potrai fare tutto questo, ma potrai anche essere il giudice del clash tra 4 crew che hanno deciso di sfidarsi gioiosamente in consolle, alternandosi senza soluzione di continuità e senza tregua, per vedere chi riesce ad esaltare di più il pubblico.
Questo sarà solo il primo di una serie di clash, che vedranno sul palco di ZAM il meglio della bass music milanese e nn solo.
L’atmosfera si preannuncia infuocata, dal primo all’ultimo round, solo alla fine vedremo chi avrà scatenato l’inferno nel dancefloor.


I PARTECIPANTI DI QUESTO MESE
TILT
è il dj resident dell’omonima crew che ha ripudiato il nome a favore della causa e della sregolatezza.
Scuote le persone, alza la polvere e fa sudare i muri.
ATTITUDINE PUNK! Unire il lato più chiassoso del rock ai suoni più estremi e saturi e tirati dell’electro trash, unire le sponde del punk all’elettronica per riportare la scena ai suoi livelli storici.
“La rivolta parte dalle cuffie”
GIANT BASS
Poco da dire, tre stagioni esplosive che hanno contribuito a sdoganare la dubstep a Milano
portandola a tutti e creando quelle che sono le basi di una vera e propria scena.
Tra i palchi del Magnolia e del Tunnel Club si sono susseguite le due stagioni decisive che hanno contribuito a creare il culto del genere grazie ai nomi più importanti del panorama mondiale: Benga, Caspa, Cutline, Bare Noize, Roksonix, Foreign Beggars, Baobinga.
“I bassi più pettinati della città.”
JUNGLE VIBES
è sinonimo di festa, Gente presa bene che si scatena fino all’ultimo beat, nessuna regola, solo divertimento, musica e solo musica, questo è quello che spacciamo, Pura drumnbass.
Selezioni musicali di qualità superiore proposte, di volta in volta, dai più grandi nomi del panorama internazionale hanno reso Jungle Vibes uno degli appuntamenti drumnbass più importanti della penisola.
BNC Express Website
DUB ZOO
La crew di Dubzoo nasce a Milano nel gennaio del 2011 e riunisce promoters, producers e djs con l’intento di creare un substrato musicale che si occupi di bass music a 360 gradi, passando per future garage, grime, dubstep, bassline, 2step, drumnbass, dub fino alla techno e ai suoi derivati più attuali.
DubZoo su Facebook


Teaser:http://www.youtube.com/watch?v=s6eaSUtRX5Q&feature=youtu.be



21.01.2012
BTEAM & DIAMOND SOCIETY PRESENTANO
DRAG ME TO HELL

“The Ultimate Bass Music Clash”
Episode Two
featuring
TILT - GIANT BASS - JUNGLE VIBES - DUB ZOO
Hosted By
MDT
@ Z.A.M. Zona Autonoma Milano
via Olgiati 12 - Milano
MM2 Famagosta, Porta Genova
Bus 95, 47, 74, 76, 325
Tram 2
http://zam2011.tk/



INGRESSO A SOTTOSCRIZIONE 5 EURO
10KW SOUND
LIGHTS & VISUAL SHOW
NESSUNA TESSERA
PREZZI DEL BAR ASSOLUTAMENTE CHEAP


Info:
www.bimbumbass.com
www.diamond-society.com



Supported by:
Dojo Clothings
http://www.dojoclthng.com/
Electro Italia
www.electroitalia.it
Slumb.it
www.slumb.it


Regole della serata:
-Niente razzismo e omofobia
-Non spacciare nulla
-Si preferisce gente abbastanza lucida (no hard drugs only Ganja)
-Rispetta il centro sociale e la zona che lo ospita
-Le persone in cassa e al bar non sono pagate (non é nè un pub, nè una discoteca) quindi trattale bene e ricordati che lo spazio é di tutti ma non di chi non lo rispetta!



* * *

Z.A.M. - ZONA AUTONOMA MILANO


Z.A.M. Zona Autonoma Milano, nasce nel Gennaio del 2011 dalla necessità impellente di dare il giusto posto ai bi-sogni di una generazione X sempre più stritolata dalle logiche del mercato e dalla diffusa cultura del consumo.

ZAM è un centro sociale nei termini più moderni e complessi del termine, non solo una fucina di nuovi artisti e di futuri operatori del sociale, un luogo dove incontrarsi e fare formazione, un interessantissimo teatro delle trasformazioni socio-culturali, ZAM è anche la palestra ideale per chi non si vuole piegare alle regole di una società sempre più attenta al profitto e sorda alle esigenze di chi vive tutti i giorni la Metropoli reale.

ZAM vive e sviluppa i suoi progetti nel difficile quartiere Barona, dove le contraddizioni del sistema sono più forti e quotidiane, ed è proprio questa la scelta che i ragazzi del centro sociale hanno fatto, cioè quella di calarsi in una situazione territoriale complessa e da li ripartire per costruire un alternativa concreta alla diffusa mercificazione dei diritti e delle persone.
ZAM ama la musica e odia il razzismo.