Un Beethoven possente ed elegiaco sotto i tasti di Maria Clementi

05/feb/2006 13.32.43 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Un Beethoven possente ed elegiaco sotto i tasti di Maria Clementi

Ancora un pomeriggio musicale trascorso nel salotto itinerante
dell’Associazione The Entertainer quello di sabato 4 febbraio che ha visto
concludersi, al Palazzo della Cultura di Modica, un progetto pluriennale
dedicato alle sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven.
A siglare la fine di questo percorso, avviato nel 2001, è stata Maria
Clementi con l’interpretazione della Sonata in la maggiore op. 2 n. 2
composta tra il 1794-1795 e dedicata a Joseph Haydn e la Sonata in re
maggiore op. 28, composta nel 1801 e dedicata a Joseph Sonnenfels, nota come
La pastorale da quando, nel 1838, fu ripubblicata dall'editore Cranz di
Amburgo con tale nome suggerito dal finale che evoca suoni di campane e il
mormorio della foresta.
In programma anche la Sonata in fa diesis maggiore op. 78 composta nel 1809
e conosciuta come Therese-Sonate perchè dedicata a Teresa Brunswick, l’unica
donna che amò Beethoven e che non sposò un altro uomo - come invece accadde
agli altri amori del compositore - e la Sonata in mi bemolle maggiore op. 31
n. 3 risalente al 1802 ed anch’essa intrisa di un’atmosfera pastorale. Il
tema musicale infatti era già contenuto nel Lied Der Wachtelschlag (Il canto
della quaglia) scritto da Beethoven alla fine del 700 e pubblicato nel 1804.
Il motivo del Lied imita il canto della quaglia che ricorre, in misura
diversa, anche nel primo tempo e nel finale di questa sonata denominata La
Caccia.
Per soddisfare la richiesta di un bis, Maria Clementi ha scelto di regalare
al pubblico le note di altri autori interpretando una mazurka di Chopin (op.
17 n. 4) e una Sonata di Scarlatti che hanno ancora una volta messo in luce
lo straordinario dominio tecnico dello strumento da parte della pianista.
“Il concerto ci ha restituito un Beethoven molto sinfonico - anche se
pianistico - possente, titanico, ma anche elegiaco e tenero” è il commento
di Mariolina Marino, instancabile direttore artistico della Stagione 2006
dell’Associazione The Entertainer che racchiude al suo interno diversi
progetti e punta l’attenzione su diversi generi musicali creando sempre
occasioni di intrattenimento a sostegno della cultura.


Modica 5 Febbraio 2006

Ufficio Stampa
Stefania Pilato 338 2343355
stefaniapilato@hotmail.com
Francesco Micalizzi 339 2878013
fmicalizzi@hotmail.com

ASSOCIAZIONE “THE ENTERTAINER”
Corso Umberto I 460 - Modica
Info: 320 1945850 - Fax: 17822763111
www.theentertainer.it - Email: info@notedinotte.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl