Mozart a Parma veste Romeo Gigli e danza con i ballerini del Pilobolus

16/feb/2006 06.05.03 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

 

Mozart a Parma veste Romeo Gigli

e danza con i ballerini del Pilobolus

In scena Die Zauberflöte nel celebre allestimento

con le scene viventi realizzate dalla famosacompagnia di danza

ed un cast internazionale diretto da Jean-Cristophe Spinosi

Teatro Regio di Parma,

giovedì 23 ore 20.00, sabato 25 ore 17.00, domenica 26, ore 15.30,

martedì 28 febbraio, ore 20.00, giovedì 2 marzo 2006, ore 20.00

 

 

Con le scene viventi create dai ballerini del celebre Pilobolus e gli esclusivi costumi firmati dallo stilista Romeo Gigli va in scena il 23 febbraio al Teatro Regio di Parma Die Zauberflöte di Wolfgang Amadeus Mozart nello spettacolo realizzato dal regista Stephen Medcalf con il determinante apporto delle luci di Simon Corder.

L’ultimo capolavoro teatrale del musicista di Salisburgo, di cui quest’anno si festeggia il duecentocinquantesimo anniversario della nascita, è affidato a un cast di prestigio internazionale e alla direzione di Jean-Christophe Spinosi, violinista e direttore rivelatosi come uno degli interpreti più originali ed innovativi nel repertorio barocco. Protagonisti di questa edizione del Die Zauberflöte sono cantanti affermati quali Giuseppe Filianoti (Tamino), Daniela Bruera (Pamina) Matthias Hölle (Sarastro), Cornelia Götz (la Regina della Notte), Stephan Genz (Papageno) Siphiwe McKenzie (Papagena), Steven Cole (Monostatos). Completano il cast Panajotis Iconomou (L’oratore e Secondo Sacerdote), Nicola Pascoli (Primo Sacerdote), Riccardo Ferrari (Terzo Sacerdote), Sabina von Walter (Prima Dama) Ursula Hesse von den Steinen (Seconda Dama), Annette Jahns (Terza Dama) mentre il ruolo dei tre fanciulli tocca alle provette voci del Tölzer Knabenchor.

L’allestimento in scena al Teatro Regio è nato a Parma, più di dieci anni fa, proponendo con grande successo un’innovativa formula di rappresentazione fondata sulla sfida di rinunciare a qualsiasi impianto scenografico per contare sul potere evocativo del corpo umano. Sono i ballerini del gruppo di danza “Pilobolus” (Andrew Herro, Jeffrey Huang, Renee Jaworski, Jun Kuribayashi, Jenny Mendez, Manelich Minniefee, Edwin Olvera) a evocare quanto è necessario alla vicenda raccontata da Mozart e dal suo librettista Emanuel Schikaneder nel singspiel andato in scena a Vienna il 30 settembre 1791 al Theather auf der Wieden, pochi mesi prima della morte del musicista. Lo stilista Romeo Gigli ha prestato la sua opera per disegnare raffinati costumi capaci di rappresentare la psicologia dei vari personaggi.

“Come la storia di Orfeo e Euridice - spiega il regista Stephen Medcalf - Il flauto magico è un viaggio di andata e ritorno nell’oltretomba, una progressione dalle tenebre alla luce, dal caos all’armonia. È un’opera che celebra il potere dell’amore, capace di trasformare in paradiso il mondo abbietto in cui abitiamo. Ciascuno dei personaggi principali intraprende un percorso alla ricerca di se stesso e, solo imparando a conoscersi, è in grado di instaurare una relazione profonda con gli altri. Ad esempio, la reciproca ostilità e diffidenza fra i sessi manifestata nella relazione fra Sarastro e la Regina della Notte trova una sorta di compensazione nell’unione fra Tamino e Pamina. Rispetto a questo legame così alto e sublime ne corrisponde un altro, a livello più basso e materiale, fra Papageno e Papagena. È un mondo - presegue il regista inglese - soggetto ad una continua metamorfosi, dove tutto altera magicamente la propria forma e la propria funzione in relazione allo sviluppo della vicenda. Così il serpente si trasforma negli uccelli di Papageno e dopo nelle colonne del tempio e poi ancora nei leoni di Sarastro e nell’albero dove l’uccellatore tenta il suicidio. E sono i ballerini del “ Pilobolus”, i quali contribuiscono allo spettacolo con un’eccellente fluidità di movimento, dal momento che rappresentano oggetti inanimati e animati”.

Se dodici anni fa a Parma c’era sir John Eliot Gardiner a dirigere questo importante allestimento oggi è la volta di un altro interprete della musica barocca, giovane ed emergente, Jean-Cristophe Spinosi, rivelatosi per l’innovativo approccio al repertorio classico affrontato con inedita grinta.

Terzo titolo della stagione d’Opera 2005-2006 del Teatro Regio di Parma, dopo il debutto di venerdì 23 febbraio Die Zauberflöte sarà in scena sabato 25, domenica 26, martedì 28 e giovedì 2 marzo.

L’opera sarà presentata da Roberto Verti sabato 18 febbraio, ore 17.30, presso il Ridotto del Teatro Regio di Parma (ingresso libero), nell’ambito del consueto appuntamento con Prima che si alzi il sipario, ciclo di presentazione delle opere in cartellone a Teatro Regio, realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Autore di saggi dedicati alla storia materiale dell’opera italiana, dal 1980 critico musicale del quotidiano Il Resto del Carlino e collaboratore di numerosi periodici tra i quali, dalla loro fondazione, Il Giornale della Musica e Amadeus, Roberto Verti introdurrà al pubblico Die Zauberflöte di Mozart. All’incontro prenderanno parte il soprano Akubo Azusa, Federica Bersellini, Carina Calafiura, il tenore Leonardo Cortellazzi, il baritono Valdis Jansons che proporranno alcuni brani accompagnati al pianoforte da Luca Sabatino.

La Stagione d’Opera 2005/2006 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, Reggio Parma Festival e con il sostegno di Banca Monte Parma, Enìa, Monte dei Paschi di Siena, L’Albero d’Argento - Coppini Arte Olearia, Barilla, Melegari Home, Terme di Tabiano, Parma Motors, Consorzio del prosciutto di Parma.

 

 

__________________________________________________________

 

 

Teatro Regio

giovedì 23 febbraio 2006, ore 20.00 turno A

sabato 25 febbraio 2006, ore 17.00 turno E

domenica 26 febbraio 2006, ore 15.30 turno D

martedì 28 febbraio 2006, ore 20.00 turno B

giovedì 2 marzo 2006, ore 20.00 turno C

 

DIE ZAUBERFLÖTE

(IL FLAUTO MAGICO)

Opera tedesca in due atti KV 620 su libretto di Emanuel Schikaneder

Musica di WOLFGANG AMADEUS MOZART

Editore proprietario Bärenreiter-Verlag, Kassel

Rappresentante per l’Italia Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano

 

Personaggi                       Interpreti

Sarastro                              MATTHIAS HÖLLE

Tamino                               GIUSEPPE FILIANOTI

L’oratore                             PANAJOTIS ICONOMOU

Primo sacerdote                     NICOLA PASCOLI

Secondo sacerdote                  PANAJOTIS ICONOMOU

Terzo sacerdote                     RICCARDO FERRARI

La Regina della Notte           CORNELIA GÖTZ

Pamina                               DANIELA BRUERA

Prima dama                         SABINA VON WALTHER

Seconda dama                      URSULA HESSE VON DEN STEINEN

Terza dama                         ANNETTE JAHNS

Tre fanciulli                         TÖLZER KNABENCHOR

Una vecchia (Papagena)         SIPHIWE MCKENZIE

Papageno                             STEPHAN GENZ

Monostatos                          STEVEN COLE

Primo armigero                     NICOLA PASCOLI

Secondo armigero                   RICCARDO FERRARI

 

Maestro concertatore e direttore

JEAN-CHRISTOPHE SPINOSI

 

Regia

STEPHEN MEDCALF

 

Scene viventi e movimenti coreografici

PILOBOLUS DANCE THEATRE

 

Costumi

ROMEO GIGLI

 

Coreografia

MICHAEL TRACY

 

Lighting designer

SIMON CORDER

 

Maestro del coro

MARTINO FAGGIANI

 

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

Pilobolus Dance Theatre

Andrew Herro, Jeffrey Huang, Renee Jaworski, Jun Kuribayashi, Jenny Mendez, Manelich Minniefee, Edwin Olvera

 

Allestimento del Teatro Regio di Parma

 

In lingua originale con sopratitoli in italiano

 

Assistente alla regia Carmen Jakobi

Direttore musicale di palcoscenico Gianfranco Stortoni; Maestri di sala Raffaele Cortesi, Elena Rizzo;

Maestro suggeritore e Maestro alle luci Matteo Rubiconi; Maestro di palcoscenico Maria Elena Ferraguti;

Direttore di scena Massimo Nebuloni; Assistente al direttore di scena Paola Lazzari

 

Complessi artistici e tecnici della Fondazione Teatro Regio di Parma

Scene Laboratorio di scenotecnica della Fondazione Teatro Regio di Parma;

Costumi Laboratorio di sartoria della Fondazione Teatro Regio di Parma, Teatro Lirico di Cagliari;

Calzature Pompei 2000 (Roma); Parrucche Mario Audello (Torino); Sopratitoli Prescott Studio srl (Scandicci, FI)

 

Capo macchinista Francesco Rossi; Responsabile elettricisti Andrea Borelli; Fonico Andrea Romanini; Responsabile attrezzeria Monica Bocchi

Responsabile trucco e parrucche Graziella Galassi; Responsabile sartoria Angela Tedesco; Responsabile scenografia e scenografo realizzatore Franco Daniele Venturi;

Responsabile laboratorio costruzioni Fausto Sabini; Ispettore di palcoscenico Learco Tiberti

 

 

Prima che si alzi il sipario

Die Zauberflöte

Ridotto del Teatro Regio

sabato 18 febbraio 2006, ore 17.30

A cura di Roberto Verti

 

 


 

 

 

Stagione d'Opera 2005/2006

 

13, 16, 18, 21, 23 dicembre 2005

Manon Lescaut

Musica di GIACOMO PUCCINI

 

 

27, 29, 31 gennaio - 2, 4 febbraio 2006

Faust

Musica di CHARLES GOUNOD

 

 

23, 25, 26, 28 febbraio - 2 marzo 2006

Die Zauberflöte

(IL FLAUTO MAGICO)

Musica di WOLFGANG AMADEUS MOZART

 

 

25, 27, 30 marzo - 1, 2 aprile 2006

The Turn of the Screw

(Il GIRO DI VITE)

Musica di BENJAMIN BRITTEN

 

 

 

 

 

Festival Verdi 2006

28 Aprile - 17 Giugno

 

 

Teatro Regio, 28 aprile - 1, 4, 7, 10, 13 maggio

Il trovatore

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Regio, 6, 8, 11, 13, 15, 17 giugno

Macbeth

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Auditorium Niccolò Paganini, 5 giugno

Royal Philharmonic Orchestra

Direttore DANIELE GATTI

 

 

Auditorium Niccolò Paganini, 12 giugno

Orchestra e Coro

del Teatro Regio di Parma

Direttore  BRUNO BARTOLETTI

 

 

Teatro Regio, 14 giugno

New York Philharmonic

Direttore LORIN MAAZEL

 

 

Teatro Regio, 16 giugno

New York Philharmonic

Direttore LORIN MAAZEL

 

 

 

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 039331
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl