ITINERARI CULTURALI EUROPEI ALLA BIT 2006

Allegati

21/feb/2006 11.59.33 PRESS WORLD AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                      

 

                                                   

                            

                                                                                        

                                                

 

 

Comunicato stampa

 

ITINERARI CULTURALI EUROPEI:

ALLA BIT 2006 LE PROPOSTE DI VIAGGIO

 SUI CAMMINI DI SANTIAGO E LE VIE FRANCIGENE

 

“I Cammini d’Europa” e Opera Romana Pellegrinaggi hanno presentato questa mattina alla più grande fiera italiana sul turismo un Catalogo unico per chi vorrà riscoprire i percorsi degli antichi pellegrini

 

21 febbraio 2006

 

MILANO - Opera Romana Pellegrinaggi (www.orpnet.org) ha presentato questa mattina in una conferenza stampa alla Bit di Milano il Catalogo “I Cammini d’Europa”, in collaborazione con il G.E.I.E (www.camminideuropageie.com).

 

I “Cammini d’Europa”, nasce come progetto di iniziativa comunitaria per la valorizzazione dei grandi Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa: le Vie Francigene e i Cammini di Santiago, e per lo sviluppo delle aree attraversate dai Cammini stessi.

 

A bordo dell’Open Bus del progetto “Roma Cristiana”, punto d’incontro nella Città Eterna e pellegrinaggio “terminale” de “I Cammini d’Europa”, sono stati illustrati alla stampa, agli operatori nazionali ed internazionali e ai viaggiatori presenti i gran tours a piedi ed in bus lungo i Cammini di Santiago e le Vie Francigene.

 

«Il Catalogo “Cammini di Santiago e Vie Francigene”, che ha già un respiro europeo perché comprende itinerari in Italia, Spagna e Francia, invita a ripercorrere le antiche vie dei pellegrinaggi - ha spiegato Padre Caesar Atuire, Direttore Opera Romana Pellegrinaggi - puntando alla riscoperta delle radici culturali dell’Europa». «Non sempre il turismo arricchisce i territori - ha proseguito - anzi spesso crea un turismo “virtuale”: il progetto di Opera Romana Pellegrinaggi mira invece a realizzare collegamenti “reali” con i territori e con le persone».

 

Per Giovanni Capece, Presidente “I Cammini d’Europa G.E.I.E”, «“I Cammini d’Europa” nasce per dare valore a quei territori rurali che vogliono scommettere sulle loro forze e credono che valga la pena investire in quell’Italia “minore” situata sulle Vie Francigene da nord a sud. Un’Italia meno conosciuta ma non per questo meno suggestiva e attraente di quella già nota al turismo tradizionale».

 

I grandi itinerari contenuti nel Catalogo conducono alla scoperta o alla riscoperta, con una diversa chiave tematica, di territori ricchi di religiosità, storia, cultura, tradizioni e produzioni tipiche di grande qualità che spesso non sempre sono contemplati tra i circuiti turistici tradizionali.

 

«Crediamo - ha concluso Capece - che sia fondamentale realizzare tutte quelle strutture ricettive di alta qualità (in linea con gli standard qualitativi del Cammino di Santiago), per far sì che il turista-pellegrino giunto ad una tappa del suo cammino possa trovare una proposta che lo spinga a ripartire».

 

Il Catalogo, appena presentato in lingua spagnola anche alla Fiera del turismo di Madrid, propone per la prima volta in Italia un viaggio di gruppo con accompagnatore a partenze garantite quindicinali: la “Via di Sigerico da Milano a Roma” oltre al gran tour “da Lucca ad Aosta” ed alla novità assoluta rappresentata dalla “Via Francigena del Sud”, la “Via di Gerusalemme” che da Roma conduce, lungo la via Appia e l’Appia Traiana, a Brindisi ed Otranto.

 

Tra le proposte più suggestive del pellegrinaggio a piedi vogliamo porre in particolare risalto “GLI ULTIMI 100 KM A PIEDI SUI CAMMINI DI SANTIAGO” per ricevere la COMPOSTELA: programmi speciali realizzati per persone di tutte le età, le famiglie e con un programma “speciale per giovani”.

 

“I Cammini d’Europa”, progetto ideato e maturato nell’ambito della cooperazione transnazionale Leader + è nato con lo scopo di valorizzare dal punto di vista turistico e culturale i territori attraversati dalle Vie Francigene e dai Cammini di Santiago.

Il partenariato è composto dal Gruppo di Azione Locale Soprip S.p.A - agenzia di sviluppo delle Province di Parma e Piacenza e partner capofila - i Gal Garfagnana, Lunigiana, Valle d’Aosta, Antico Frignano (Modena) e Titerno (Benevento), Basento Camastra e Sviluppo Vulture (Basilicata), i Gal spagnoli Portodemouros, Ribeira Sacra Lucense, Val Do Limia e il Gal francese Artois Lys, tutti impegnati, attraverso una strategia integrata e congiunta, nella promozione internazionale dei loro territori e dei loro servizi di accoglienza turistica e nella promozione di molti prodotti tipici.

 

L’Associazione Europea dei Comuni sulla Via Francigena, che collabora con “I Cammini d’Europa” e Opera Romana Pellegrinaggi, ha presentato alla BIT la rivista Via Francigena e ha annunciato per voce del suo Presidente, l’onorevole Massimo Tedeschi, il completamento della mappatura topografica degli 800 km delle Vie Francigene italiane e la presentazione di un progetto di legge di 43 parlamentari di tutti i gruppi politici volto a dare un quadro legislativo e programmatico per un maggiore sviluppo degli itinerari culturali italiani riconosciuti dal Consiglio d’Europa.

 

 

I tours sulle Vie Francigene ed i percorsi sui Cammini di Santiago contenuti nel Catalogo “Cammini d’Europa” saranno prenotabili dal mese di aprile presso le maggiori agenzie di viaggio e gli uffici dell’Opera Romana Pellegrinaggi.

 

Per scaricare il catalogo: www.camminideuropageie.com

 

 

 

Ufficio stampa:

Tino Redaelli, tel. 02.6261191 fax 02.62619255 - redaelli@srispa.it

Lisa Nordio, tel. 0583.461729 cel. 328.2117916 - l.nordio@ultima.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl