si è svolto il 9-10 febbraio 2006 il direttivo A.F.I. a Bruxelles

Allegati

24/feb/2006 17.38.19 Guido Robustelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

direttivo A.F.I. a Bruxelles 9-10 febbraio 2006

 

Oggi non vi è aspetto della nostra quotidianità che possa prescindere da un’interpretazione di dimensione europea.

 

Il mondo della musica non fa evidentemente eccezione. Si può facilmente intuire quanto importanti siano ad esempio le ricadute su questo settore delle politiche comunitarie in materia di cultura o del diritto dell’Unione europea in materia di diritto d’autore o di diritti connessi piuttosto che di accordi tra le imprese.

 

“Libera circolazione delle merci” o “diritto comunitario della concorrenza” sono termini che non possono rimanere relegati nel vocabolario dei giuristi ma devono trovare spazio nella consapevolezza di ogni cittadino o impresa europei. Questa pare essere una condizione imprescindibile per tutti quei soggetti che vogliono svolgere un ruolo importante nell’Unione europea di domani, a qualsiasi livello.

 

La scelta lungimirante dell’A.F.I., l’Associazione dei Fonografici Italiani, di dotarsi di un ufficio a Bruxelles, ha trovato coerente sviluppo nell’organizzazione di una seduta del direttivo dell’associazione nella capitale dell’Unione europea nei giorni 9 e 10 febbraio 2006.

 

I membri del Direttivo, guidati dal Presidente Luigi Barion, sono stati accolti a Bruxelles dall’avv. Massimo Baldinato, responsabile dell’ufficio A.F.I. di Bruxelles.

 

La riunione si è aperta Con il saluto del dottor Daniel Krauss, Direttore per gli Affari Europei di Confindustria e del dottor Paolo Nicoletti, Direttore della Delegazione a Bruxelles di Confindustria si sono aperti i lavori del Direttivo A.F.I.

 

Il successivo giorno 10, ha avuto luogo un incontro presso il Parlamento europeo con il dottor Alberto Toso, assistente dell’on. Iles Braghetto e il dottor Stefano Ferrando, assisistente dell’on. Marta Vincenzi. In particolare il dott. Toso ha consentito una visita del Parlamento interessante e accurata, che è proseguita in una saletta riservata dove sono state dibattute alcune tematiche generali dell’Unione europea.

 

Dapprima il dottor Antonio Cenini, funzionario della Rappresentanza Permanente dell’Italia presso l’Unione europea, ha dibattuto con i membri del direttivo A.F.I. degli sviluppi delle posizioni del Governo italiano nel contesto europeo evidenziando l’importanza del nuovo organo di coordinamento a livello ministeriale, il CIACE (Comitato Interministeriale per gli affari comunitari europei), che dovrebbe consentire un miglior collegamento tra i soggetti italiani e l’Unione europea e quindi una maggior efficacia dell’azione italiana.

 

Ugualmente interessante è stato il successivo incontro con il dottor Carlo Toffolon, funzionario della Commissione europea, Direzione Generale Mercato Interno, Unità Diritto d’autore, il quale ha preannunciato per i prossimi mesi iniziative comunitarie in materia di equo compenso per copia privata e estensione del termine del diritto del produttore fonografico e dell’interprete.

 

Va sottolineato come tutti i relatori intervenuti hanno messo in evidenza l’importanza di mantenere un contatto costante con le istituzioni europee e in questa prospettiva hanno lodato la scelta dell’A.F.I. di dotarsi di un ufficio a Bruxelles in grado di rappresentare ad ogni livello le posizioni e le istanze dell’associazione.

 

 

 

 

Guido Robustelli

 ---------------------------------------------

Comunicazione musicale & progetti

 

tel: 348 3906098

fax: 02 700409698

 

se non si desidera ricevere altre informazioni via e-mail inviare una segnalazione che abbia come oggetto "remove"

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl