ParmaDanza 2006 - IV Festival internazionale di danza

08/apr/2006 06.59.06 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?

Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

ParmaDanza 2006

IV Festival internazionale di danza

Alvin Ailey® American Dance Theater,

Svetlana Zakharova, Roberto Bolle, Les Ballets de Monte-Carlo,

Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, Les Ballets Trockadero de Monte Carlo

Classici del balletto e della danza moderna in prima nazionale

Teatro Regio

3 ottobre  - 3 novembre 2006

 

 

Dal 3 ottobre al 3 novembre 2006, il Teatro Regio sarà palcoscenico della IV edizione di ParmaDanza, il festival internazionale di danza realizzato dalla Fondazione Teatro Regio, con il sostegno di Cariparma & Piacenza, Partner del Festival, e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Quest’anno il festival si pone decisamente nel segno del “classico”, con grandi titoli del repertorio ottocentesco e della danza moderna 5 spettacoli per un totale di 12 recite, titoli preziosi e di grande richiamo, coreografi entrati nella storia della danza, ballerini star di fama internazionale.

 

Classici della danza moderna, nella loro specificità statunitense e nella orgogliosa connotazione “black”, possono dirsi oggi i balletti di Alvin Ailey. Del grande coreografo che seppe fondere con esuberante originalità le forme della modern dance americana, le suggestioni della danza afro-jazz e la musicalità di spirituals e gospels, raccoglie oggi il vasto repertorio e l’eredità artistica la compagnia da lui fondata nel 1958, l’Alvin Ailey® American Dance Theater. A Parma per la prima volta, la compagnia “all black” famosa in tutto il mondo inaugurerà il festival (3, 4, 5 ottobre) con un programma a quattro titoli. Accanto a due balletti leggendari del fondatore, Night Creature e Revelations, Judith Jamison - allieva prediletta di Ailey e attuale direttrice artistica della compagnia - ha scelto per Parma due recenti creazioni, presentate entrambe in prima nazionale: Love Stories, da lei stessa co-firmata, e Solo, dell’olandese Hans van Manen.

 

Anche in questa edizione di ParmaDanza un grande balletto del repertorio classico ottocentesco.  Dopo Giselle, Don Chisciotte e Il lago dei cigni, la scelta è per uno dei titoli più amati della tradizione russa tardo-romantica, Lo schiaccianoci, creato nel 1892 per il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Ideato da Marius Petipa a partire da un racconto fantastico di Hoffmann, coreograficamente messo in scena dal maître de ballet Lev Ivanov, Lo schiaccianoci arriva a Parma (13, 14, 15 ottobre) nella versione classica e tradizionale del coreografo inglese Derek Deane e nell’interpretazione del Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo. Brillantemente diretta dall’ex étoile Elisabetta Terabust, la compagnia napoletana - già ammirata in Giselle - avrà come guest-star, nel ruolo del principe Schiaccianoci, Roberto Bolle, il divo del balletto che torna anche quest’anno al festival ParmaDanza. In buca, ad eseguire la scintillante partitura di Pëtr Il’ic Cajkovskij, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma diretta dal maestro David Garforth.

 

Con un Galà in prima assoluta che avrà come stella principale Svetlana Zakharova e protagonisti alcuni dei migliori ballerini dell’ultima generazione, il festival tributa un omaggio all’eccellenza della tradizione classica russa (21, 22 ottobre). Considerata all’unanimità la migliore ballerina del mondo, la giovane étoile diplomata all’Accademia Vaganova, per sette anni stella del Balletto Mariinskij di San Pietroburgo, diva del Bol’šoj di Mosca dal 2003 e contesa guest star delle migliori compagnie del mondo, debutta a Parma con un Galà appassionante. La sua tecnica cristallina, le linee bellissime, la raffinata delicatezza di interprete brilleranno in un programma che a un divertissement di pas de deux e assoli affianca un classico della tradizione russo-cubana, Carmen Suite. Creato nel 1967 dal cubano Alberto Alonso per Maja Plisetskaja, il balletto è stato recentemente riallestito dal Bol’šoj proprio per Svetlana Zakharova, in una memorabile serata dedicata agli 80 anni della grande ballerina russa.

 

Originale e intelligente rilettura de La Bella addormentata di Petipa-Cajkovskij è La Belle proposta da Les Ballets di Monte-Carlo (27, 28 ottobre)e firmata dal coreografo-direttore Jean Christophe Maillot. Per la compagnia monegasca, che celebra proprio quest’anno il ventennale della sua fondazione e che sotto la presidenza di S.A.R. la Principessa di Hannover continua a distinguersi per eccellenza tecnica e per versatilità interpretativa, Maillot ha concepito un balletto che riscopre in chiave contemporanea il mito della fanciulla dormiente, risalendo alle simbologie della crescita e alla metafora del divenire adulti della fiaba di Perrault. Il tutto in un’affascinante cornice scenica firmata dai designer e couturier di grido Ernest Pignon-Ernest, per le scene e Phipille Guillotel per i costumi.

 

Classico in veste di irresistibile parodia infine con l’ormai celeberrima compagnia en travesti Les Ballets Trockadero de Monte Carlo. Da oltre trent’anni acclamati in tutto il mondo per la comicità e l’intelligenza dei loro spettacoli, in cui mettono alla berlina, con spirito leggero e irriverente, la seriosità del balletto classico e le manie dei suoi divi, i Trocks vantano una solida preparazione tecnica e stilistica, che permette loro di affrontare con nonchalance i più impervi titoli del repertorio ottocentesco, con qualche geniale incursione nel neoclassicismo e nella danza moderna. A Parma (2, 3 novembre) è interamente classico il programma presentato: con uno spassoso atto bianco del Lago dei cigni, quel leggendario Pas de quatre reso celebre dalla quattro divine del balletto romantico, l’esilarante parodia di Anna Pavlova nel cammeo de La morte del cigno, il classico spagnoleggiante Paquita, e un assolo o pas de deux a sorpresa.

 

Collaterale agli spettacoli, il festival proporrà anche quest’anno il ciclo La danza dietro le quinte, a cura di Valentina Bonelli, appuntamenti informativi, didattici e formativi, a ingresso libero, pensati per il pubblico e per gli allievi delle scuole di danza.

 

Prelazione per gli abbonati della scorsa stagione da mercoledì 12 a sabato 22 aprile 2006. Eventuali nuovi abbonamenti in vendita da mercoledì 26 aprile a sabato 6 maggio 2006. Biglietti per i singoli spettacoli disponibili presso la biglietteria del Teatro Regio da martedì 16 maggio 2006 e on line al sito www.teatroregioparma.org da mercoledì 17 maggio 2006.

Per informazioni: biglietteria Teatro Regio tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org

 

 

 

 

 

ParmaDanza

IV Festival internazionale di danza

Teatro Regio, 3 Ottobre - 3 Novembre

2006

 

 

martedì 3 ottobre ore 20.30 turno A

mercoledì 4 ottobre ore 20.30 turno B

giovedì 5 ottobre ore 20.30 fuori abb.

Alvin Ailey® American Dance Theater

Direttore artistico Judith Jamison

Direttore artistico associato  Masazumi Chaya

 

Love Stories

Coreografie JUDITH JAMISON,

ROBERT BATTLE, RENNIE HARRIS

Musica Stevie Wonder

Prima nazionale

 

Night Creature

Coreografia ALVIN AILEY

Musica Duke Ellington

Costumi originali Jane Greenwood

ripresi da Barbara Forbes

Luci Chenault Spence

 

Solo

Coreografia HANS VAN MANEN

Messa in scena Mea van Dijken Venema

Musica Johann Sebastian Bach

Costumi Keso Dekker

Luci Joop Caboort

Prima nazionale

 

Revelations

Coreografia ALVIN AILEY

Musiche tradizionali africane

 

 

 

venerdì 13 ottobre ore 20.30 turno A

sabato 14 ottobre ore 20.30 turno B

domenica 15 ottobre ore 15.30 fuori abb

Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo

Direttore Elisabetta Terabust

 

Lo schiaccianoci

Coreografia DEREK DEANE

Musica Pëtr Il’ic Cajkovskij

Scene Nicola Rubertelli

Costumi Giusi Giustino

Étoile Roberto Bolle

Orchestra del Teatro Regio di Parma

Direttore David Garforth

 

 

 

sabato 21 ottobre ore 20.30 turno A

domenica 22 ottobre ore 15.30 turno B

Galà Svetlana Zakharova

Prima assoluta

 

Divertissement

Coreografie Autori vari

Musiche Autori vari

 

Carmen Suite

Coreografia ALBERTO ALONSO

Libretto Alberto Alonso

dalla novella di Prosper Mérimée

Musica Rodion Šcedrin

da Georges Bizet

Scene e costumi Boris Messerer

 

 

 

venerdì 27 ottobre ore 20.30 turno A

sabato 28 ottobre ore 20.30 turno B

Sotto la Presidenza di S.A.R. la Principessa di Hannover

Les Ballets de Monte-Carlo

Coreografo - Direttore  Jean-Christophe Maillot

 

La Belle

Coreografia JEAN-CHRISTOPHE MAILLOT

Musica Pëtr Il’ic Cajkovskij

Scene Ernest Pignon-Ernest

Costumi Philippe Guillotel

Luci Dominique Drillot

 

 

 

giovedì 2 novembre ore 20.30 turno A

venerdì 3 novembre ore 20.30 turno B

Les Ballets Trockadero de Monte Carlo

Direttore artistico Tory Dobrin

 

Il lago dei cigni (atto II)

Coreografia originale LEV IVANOVIC IVANOV

riadattata da TRUITTI GASPARINETTI

Musica Pëtr Il’ic Cajkovskij

Costumi Mike Gonzales

Luci Kip Marsh

Scene Clio Young

 

Pas de deux o assolo a sorpresa

 

Pas de quatre

Coreografia ANTON DOLIN

Musica Cesare Pugni

Costumi Mike Gonzales

 

La morte del cigno

Coreografia MICHAIL FOKIN

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl