“Incontri Gentili” ospita il Globe Duo Oliva-Savarese

25/lug/2012 16.27.33 "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Viterbo. Mercoledì 25 luglio 2012 alle ore 21 concerto del Globe Duo presso il Cortile di Palazzo Gentili in via Saffi, 49 nell’ambito della rassegna “Incontri Gentili”, a cura dell’Associazione Culturale “Incontri Mediterranei”.

Nell’ambito del programma proposto si spazia da composizioni appositamente dedicate al Globe Duo, a pregiate rielaborazioni di celebri pagine musicali classiche, musiche da film e composizioni della più alta tradizione sudamericana.

 

Il Globe Duo nasce dalla comune idea del flautista Andrea Oliva e della chitarrista Costanza Savarese, solisti di singolare levatura, di costituire un Duo in grado di indagare un repertorio tanto eterogeneo quanto raramente eseguito da analoghe formazioni cameristiche.

 

Dotato di una visione decisamente innovativa del repertorio per flauto e chitarra e dell’approccio strumentale ad esso, il Duo comunica la sua grande passione per la Musica nella ricerca incessante di nuovi colori, idee ed emozioni da estrinsecare in alcuni dei maggiori capolavori della letteratura musicale di ogni tempo.

 

Musicisti di eccellente capacità tecnica e musicalità, spaziano da composizioni appositamente dedicate al duo a pregiate rielaborazioni di celebri pagine musicali classiche e moderne, musiche da film e composizioni della più alta tradizione sud americana - tra cui il tango e la musica brasiliana - riuscendo, grazie alla estrema duttilità e padronanza dello strumento, a rispondere alle svariate richieste dell’odierno mercato musicale.

 

Questa formazione li porta a condividere esperienze e concerti in tutta Italia e all’estero per Teatri, Festival ed Associazioni concertistiche.

 

“Andrea Oliva è uno dei migliori flautisti della sua generazione, una stella brillante nel mondo del flauto”: cosí Sir James Galway definisce Andrea Oliva, Primo flauto solista dell’Orchestra dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, ruolo che ricopre dal 2003.

 

Nato a Modena nel 1977 si diploma col massimo dei voti in soli 5 anni all'Istituto Musicale "Vecchi-Tonelli" di Modena sotto la guida di G. Betti, perfezionandosi poi con C. Montafia, J. C Gérard e J. Galway ed iniziando subito una brillante carriera.

 

Già membro effettivo dell'Orchestra Giovanile Gustav Mahler, dopo aver frequentato l’Accademia Herbert von Karajan, è stato invitato, a soli 23 anni, come Primo flauto dai Berliner Philharmoniker sotto la direzione di prestigiose bacchette quali C. Abbado, L. Maazel, V. Gerghiev, S. Oramo, M. Jansons e B. Haitink.

 

Dal 2001 al 2003 è stato primo flauto dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma ed attualmente collabora, nello stesso ruolo, con numerose orchestre quali la Scala di Milano, Bayerische Rundfunk , Orchestra da Camera di Monaco, Bamberg Symphoniker, ORT di Firenze, Mahler Chamber Orchestra.

 

Collabora regolarmente con eminenti artisti quali, A. Lonquich, E. Pace, N. Carusi, A. Hewitt, E. Segre e J. Galway. E’ membro del Nuovo Quintetto Italiano e del Kaleido Ensemble con i quali si è esibito in America, Europa e Asia.

 

Apprezzato docente, tiene i corsi di alto perfezionamento all'Accademia S.Cecilia, il biennio per prassi esecutiva orchestrale a Modena e masterclasses in tutto il mondo.

 

Ha inciso per la "ARTS" il duetto di Beethoven con Michele Marasco, per "Falaut edition" Sonate per flauto e pianoforte per "Chant de Linos" le sonate di Händel. Nel 2012 debutterà come solista alla Wigmore Hall di Londra.

 

 

“Perizia tecnica, continua ricerca estetica, musicalità convincente e duttilità nell’affrontare un repertorio che spazia dalla musica antica alle più moderne espressioni del ‘900 sono le qualità che caratterizzano questa giovane e brava concertista. Dotata di inventiva ed originalità, considero Costanza Savarese un elemento di spicco nel panorama delle nuove generazioni italiane.” - (Bruno Battisti D’Amario)

 

“La giovanissima chitarrista Costanza Savarese dimostra straordinarie doti artistiche, attentissima cura ai particolari e notevolissimo talento esecutivo.” - (Nazzareno Carusi)

 

“Costanza ha sempre dimostrato interesse e dedizione nell’approfondire la sua padronanza delle tecniche strumentali proprie della musica contemporanea, sviluppando uno standard qualitativo in evoluzione esponenziale.” - (Fabio Nieder)

 

“Ho avuto modo di apprezzare in questa interprete la perizia esecutiva, la cura del suono e la precisa volontà di cercare un fraseggio musicale il più possibile consono allo stile dell’epoca e derivante dalla sua conoscenza della prassi esecutiva storica.” - (Massimo Lonardi)

 

Costanza Savarese, nata nel 1985 a Roma, si diploma giovanissima, ed in soli 6 anni, presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia sotto la guida del Maestro Battisti D’Amario con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Seguita dai Maestri Frédéric Zigante e Pierlugi Corona, si specializza presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste con il massimo dei voti e la lode in “Discipline musicali ad indirizzo interpretativo-concertistico”.

 

Si perfeziona in Italia e all’estero con: David Russell,Michael Lewin (Royal Academy of Music di Londra), Marcella Crudeli, Massimo Lonardi, Nazzareno Carusi ed il Trio di Parma.

 

Ha studiato composizone con eminenti personalità come Fabio Nieder e Salvatore Sciarrino.

 

Vincitrice di premi ed importanti borse di studio al merito, svolge già da anni attività concertistica, come solista ed in varie formazioni cameristiche, in luoghi e rassegne di notevole rilievo culturale ed in diretta radiotelevisiva RAI.

 

Tiene corsi di Alto Perfezionamento presso l’Accademia “Città della Musica e del Teatro” (che annovera nel corpo docente, artisti del calibro di R. Prosseda, Paolo Fresu, E. Arciuli, F. Lattanzi, A. Delle Vigne ed altri) e presso il “Lemmensinstituut-Academy of Music, Ballet and Drama” di Bruxelles.

 

Ha inciso per Wide Classique il cd “Un Intreccio di Tempo e Spazio” presentato presso il Teatro Dal Verme di Milano dalla SIMC Società Italiana Musica Contemporanea con eccellente riscontro di critica. E’ di prossima pubblicazione un cd in duo con il flautista Andrea Oliva.

 

È dedicataria di composizioni originali per chitarra solista ed orchestra o archi, scritte da compositori di chiara fama quali Vito Palumbo, Bruno Battisti D’Amario, Alessandro Annunziata e contestualmente edite dal gruppo RAI-TRADE.

Collabora stabilmente con alcune Prime Parti Soliste dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dell’Orchestra del Teatro La Scala nell’ambito di prestigiosi progetti di musica da camera.

 

“Incontri Mediterranei” – Ufficio Stampa
Valentina Petrucci
Tel. 0761 402893 – 328 2464626

festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl