La leggenda del jazz Benny Golson in concerto con Antonio Ciacca Quartet

04/lug/2006 14.10.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

 

La leggenda del jazz Benny Golson

in concerto con Antonio Ciacca Quartet

Nel pomeriggio l'Ambrosia Brass Band
porterà la musica jazz nelle strade del centro cittadino
Parma, Cortile della Pilotta
venerdì 7 luglio 2006, ore 21.30

 

 

        Nato a Philadelphia nel 1929, Benny Golson è da cinquant’anni considerato uno dei più geniali “architetti del jazz” grazie alle sue composizioni e ai suoi arrangiamenti, partiture che hanno fatto da scia luminosa ai songbook di molti tra i più importanti artisti della storia del jazz,  compreso Miles Davis. Recentemente celebrato anche dall'ultimo film di Steven Spielberg, The Terminal, presentato al 61° Festival del Cinema di Venezia, Benny Golson, accompagnato dall’Antonio Ciacca Quartet (Antonio Ciacca al pianoforte, Steve Grossman al sax, Joris Teepe al contrabbasso, Massimo Manzi alla batteria), eseguirà i pezzi più famosi della sua lunga carriera, che gli è valsa il titolo di “Jazz Legend” venerdì 7 luglio nel teatro sotto le stelle del Cortile della Pilotta, nell’ambito di E’grandEstatE, la rassegna di musica e danza, giunta alla sua ottava edizione, realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e organizzata dalla Fondazione Teatro Regio di Parma in collaborazione con  Cariparma & Piacenza, con il sostegno di Parmalat, Autonoma, Best Copy, L’albero d’Argento, Ditta Piero Merli, Hotel Stendhal, Ristorante la Pilotta, Ponteggi Gabbi, Pulix coop.

        Dai suoi precoci esordi musicali al pianoforte a quattordici anni, affascinato dal sax tenore di Arnett Cobb, all’epoca solista dell’orchestra di Lionel Hampton, Golson si fa regalare un sassofono e comincia la sua carriera da professionista, prima con studi al Howard College poi entrando nella blues band di Bull Moose Jackson, di cui facevano parte due maestri del mainstream quali il pianista e arrangiatore Tadd Dameron e il batterista Philly Joe Jones. Dopo alcuni dischi a fianco di Tadd Dameron, Johnny Hodges, Earl Bostic, nel 1956 entra nell'orchestra di Dizzy Gillespie, in cui resta fino ai primi del '58. La sua svolta, musicale e compositiva, avviene con i Jazz Messengers di Art Blakey, dei quali assume la direzione musicale, rinnovandone in modo decisivo il repertorio. A questo periodo risalgono le prime versioni su disco dei suoi celebri temi come Whisper Not, Along Came Betty, Blues March, Five Spot After Dark. Ai Messengers, Golson dà una fisionomia scabra, servendosi di arrangiamenti semplici ma di grande impatto e freschezza, con ampio spazio per gli assoli del trombettista Lee Morgan e del pianista Bobby Timmons. Successivamente, insieme al trombettista Art Farmer, Golson costituisce il Jazztet, compagine che a cavallo fra gli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta s’impone come una delle più celebrate formazioni dell’hard-bop. Dopo una breve ripresa negli anni Ottanta del Jazztet, Golson a settantacinque anni si dedica alla composizione di colonne sonore e di arrangiamenti orchestrali e a importanti tour mondiali. La sua I remember Clifford, ballata in memoria di Clifford Brown, è uno degli standard più eseguiti.

        Sul palcoscenico di E’grandEstatE Benny Golson sarà affiancato dal quartetto di Antonio Ciacca, uno dei più celebrati pianisti jazz, la cui personalità musicale è caratterizzata dalla felice vena compositiva e dal pluriennale lavoro sul rapporto scrittura/improvvisazione. Dopo il diploma al Conservatorio di "G.B. Martini" di Bologna e il master alla Wayne State University di Detroit, Ciacca studia con maestri del calibro di Steve Grossman, Kenny Barron & il leggendario Jaki Byard. La carriera del pianista di Volturino (Foggia) comincia a Detroit, nel gruppo di Larry Smith, con il quale effettua le prime tourneè europee e le prime incisioni. Gli impegni si moltiplicano al fianco di Art Farmer, James Moody, Bob Mintzer, Lee Konitz. Nel 1997 l'entrata nel quartetto del compianto Steve Lacy segna una svolta importante, cui segue l’incontro nel ‘98 con Benny Golson.  Recentemente la sua apparizione al Village Vanguard di New York al fianco di Wynton Marsalis, e la partecipazione al festival di Rochester, NY è stata accolta entusiasticamente dalla stampa internazionale.

        Il concerto serale sarà preceduto a partire dalle ore 18.30 dalle incursioni dell'Ambrosia Brass Band, che animerà le strade del centro cittadino, con partenza da via Farini (il percorso seguirà poi in Borgo Palmia, Piazza Garibaldi, portici del Palazzo Municipale, Via Cavour, Via Pisacane, Via Garibaldi, Piazzale Paer, Piazzale della Pilotta). Per sua natura infatti una brass band non resta sul palco in attesa del pubblico, ma va a incontrarela gente per le strade e i quartieri. E in tanti anni di attività, i musicisti dell'Ambrosia, pur essendo impegnati anche in altre formazioni, hanno portato la musica jazz nei luoghi più impensati, suonando le tipiche marce del Carnevale di New Orleans, classici del jazz tradizionale, del dixieland e del be-bop di autori come Louis Armstrong, Paul Barbarin, Jelly Roll Morton, Miles Davis o Dizzy Gillespie, ma anche rhythm&blues con i brani della colonna sonora del film Blues Brothers, funk con brani firmati da Michael Camilo, e ancora, Quincy Jones, Michael Jackson, Beatles, Rolling Stones, Ivano Fossati, Fabrizio De Andrè. Guidati dal marshall parade Earl Conway, originario di New Orleans, attraverseremo le strade della città al ritmo indiavolato di cassa e rullante ballando e cantando insieme a trombe, tromboni e sassofoni, trascinati dal ritmo e dalla potenza di suono dell'Ambrosia Brass Band.

        Nel corso del mese di luglio ecco gli altri preziosi incontri con la musica di E’grandEstatE.Voce capace di tuonare o sussurrare, scuotere o accarezzare. Ascoltare Solomon Burke è calarsi direttamente nel cuore di New Orleans culla del jazz, del blues, del soul e del funky. A Parma, in collaborazione con il Porretta Sound Festival, venerdì 14 luglio entreremo con lui e The Soul’s Alive Orchestra nella leggenda della musica popolare americana. Con le radici nei Balcani e lo sguardo nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità del pop-rock con la musica classica, le litanie bizantine con il folk dei Balcani, le leggende zingare con i campionamenti, la ruvidità dei fiati e degli ottoni delle fanfare di paese con l’estetica patinata dell’Occidente. Nel concerto in programma lunedì 17 luglio, accompagnato dalla sua Wedding and Funeral Band, ancora una volta protagonista sarà la passione che Bregovic ha per il suono nel suo significato universale, la sua straordinaria capacità di sublimare i materiali della tradizione e di proiettarli, grazie al costante incontro con i linguaggi contemporanei o del pop-rock, in una dimensione ironica e lirica, che sa coinvolgere popoli di tutte le latitudini. Dal 1971, quando a Un Disco per l’Estate canta Il Gigante e la Bambina scritta per lui da Lucio Dalla, la carriera di Ron ha conosciuto trentacinque anni di successi. Occhi di Ragazza, Cosa Sarà, Piazza Grande, sono divenute parte della vita di molti di noi. Gli evergreen di ieri e le sue più recenti composizioni saranno protagoniste del concerto di mercoledì 19 luglio. Andrea Mingardi è un artista che senza mai farsi travolgere dalle mode musicali è diventato un punto di riferimento cult per la musica italiana. In collaborazione con la Rossoblues Brothers Band, presenta martedì 25 luglio Tribute to Ray Charles, uno spettacolo musicale che tocca i brani più significativi del “Genio Soul”.

        I biglietti sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio, e anche on-line al sito del Teatro Regio www.teatroregioparma.org L’acquisto on line comporta una commissione di servizio del 12%. Il ritiro dei biglietti dovrà essere effettuato alla biglietteria del Teatro Regio o di Piazzale della Pilotta il giorno stesso dello spettacolo. La biglietteria del Teatro Regio è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle ore 17.00 alle 19.00. Nei giorni di spettacolo la biglietteria è aperta dalle ore 20.00 in Piazzale  della Pilotta, ingresso Ponte Verdi. Per informazioni tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

Gli spettacoli hanno inizio alle ore 21.30 e in caso di maltempo verranno effettuati al Teatro Regio di Parma. I Posti di I settore in Piazzale della Pilotta corrispondono a posti di poltrona non numerata al Teatro Regio, quelli di II settore a un posto non numerato di palco, quelli di III settore a un posto non numerato di galleria. Allorché le condizioni meteo saranno favorevoli, l’accresciuta capienza del teatro sotto le stelle di Cortile della Pilotta, ha reso disponibili per tutti gli appuntamenti in cartellone ulteriori 100 posti, i cui biglietti saranno in vendita il giorno stesso dello spettacolo a partire dalle ore 17.

 

 

 


E’grandEstatE 2006

Rassegna estiva di musica e danza

VIII edizione

 

p r o g r a m m a

 

 

 

mercoledì 28 giugno

IVANO FOSSATI

L’ARCANGELO TOUR

 

tastiere Pietro Cantarelli

chitarre Riccardo Galardini e Fabrizio Barale

batteria Claudio Fossati

basso Daniele Mencarelli

fiati e tastiere Mirko Guerrini

percussioni Marco Fadda

 

 

lunedì 3 luglio

NOA ACUSTIC BAND & SOLIS STRING QUARTET

 

 

giovedì 6 luglio

RAFFAELE PAGANINI in

COPPELIA

Balletto in due atti

 

compagnia I Solisti Italiani

produzione Almatanz

coreografie Luigi Martelletta

musiche Leo Delibes

costumi Silvia Califano

scene Stefano Nigro

 

 

venerdì 7 luglio

BENNY GOLSON

& ANTONIO CIACCA QUARTET

DAL DIXIELAND AL BEPOP

 

sax tenore Benny Golson

piano Antonio Ciacca

sax Steve Grossman

contrabasso Joris Teepe

batteria Massimo Manzi

 

con la collaborazione di Giorgio Vignali

 

 

lunedì 10 luglio

ROLAND PETIT: un coreografo racconta

LE JEU DE L’AMOUR ET DU HASARD (Pierre de Marivaux)

 

messa in scena e coreografia Roland Petit

regia generale e creazione luci Jean-Michel Désiré

 

 

venerdì 14 luglio

SOLOMON BURKE

& THE SOUL’S ALIVE ORCHESTRA

THE KING OF ROCK N’ SOUL

 

In collaborazione con il Porretta Soul Festival

voci Solomon Burke, Solomon Jr. Burke, Terry Tamal Burke, Barbara Pasqui

trombone Bernard Baisden

tromba e flugelhorn Thomas S. Cortez

chitarra  Brett Farkas

tastiere Millard Jackson

sax e armonica Joseph Kalet

tamburi David Paul Lopez

organo Will Cleveland Smith

basso Eddie Towns

tromba e sax Carle Wayne Vickers

 

 

lunedì 17 luglio

GORAN BREGOVIC

& HIS WEDDING AND FUNERAL BAND

TALES AND SONGS FROM WEDDINGS AND FUNERALS

chitarra, sintetizzatore, percussioni, voce Goran Bregovic

goc e voce Alen Ademovic

prima tromba Bokan Stankovic

seconda tromba Dragan Ristevski

terza tromba e voce Ekrem Demirovic

sax alto e soprano, clarinetto Stojan Dimov
primo trombone Ivan Jovanovic

secondo trombone Milos Mihajlovic

terzo trombone e glockenspiel Aleksandar Rajkovic

tuba Dejan Manigodic

voce solista Vaska Jankovska

voci bulgare Ludmila Radkova Trajkova, Daniela Radkova Aleksandrova

 

 

martedì 18 luglio

TEATRO ACCADEMICO DI STATO

DEL BALLETTO CLASSICO DI MOSCA in

CENERENTOLA

Balletto in tre atti

musica Sergej Prokofiev

libretto Natalia Kasatkina e Vladimir Vasiliov

dalla fiaba di Perrault

coreografia Natalia Kasatkina e Vladimir Vasiliov

scenografie L. Solodovnikov

costumi E. Dvorkina

 

 

mercoledì 19 luglio

RON

L’UOMO DELLE STELLE TOUR

 


venerdì 21 luglio

COMPAÑÍA ANTONIO MÁRQUEZ

DANZAS DE LA VIDA BREVE, BOLERO, DESPUES DE CARMEN,

direttore artsitico Antonio Márquez

ballerini Antonio Marquez, David Sanchez, Sara Calero,

Maite Chico, Mercedes Burgo, Jairo Rodriguez, Daniel Fernandez,

Javier Sanchez, José Antonio Torres, José Luis Galvez,

Juan Francisco Gonzalez, Carmen Alferez, Marta Toca,

Nieves Portas, Rocio Chacon

musicisti Juan Lorenzo, Antonio Sanchez, José Salguero

costumi Maite Chico

luci Andrea Lauretti

 

 

martedì 25 luglio

ANDREA MINGARDI

& ROSSOBLUES BROTHERS BAND

TRIBUTE TO RAY CHARLES

direttore d’orchestra, tastiere Maurizio Tirelli

batteria Bruno Farinelli

basso Camilla Missino

chitarra Corrado Cacciaguerra

percussioni Max Castlunger

tromba Vittorio Gualdi

sax alto Gianni Vancini

sax tenore Valentino Negri

sax baritono Andrea Ferrario

lead vocalist Manuela Cortesi

coro Vanessa Vaccai, Annastella Camporeale, Diamante Gallina

 

 

giovedì 27 luglio

TANGO METROPOLIS

da un’idea di Daniel Binelli, Pilar Alvarez, Claudio Hoffmann

arrangiamenti e direzione musicale Daniel Binelli

orchestra Hyperion Ensemble

bandoneon Daniel Binelli

direzione e coreografie Pilar Alvarez, Claudio Hoffmann, Marijò Alvarez

 

 

venerdì 28 luglio

BALLETTO NAZIONALE DI MONGOLIA in

MONGOL ARDYN BÜJIG

 

 

 

EVENTO SPECIALE

 

mercoledì 12 luglio

LIVE FOR LIFE

PARMA PER L’AFRICA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl