Musica valenciana a Note di Notte con Miquel Gil

Fondata dai Romani, dominata da Visigoti e Arabi, terra di conquista per Castigliani e Aragonesi, Valencia è crocevia di diverse culture che hanno lasciato impronte riconoscibili nella musica tradizionale di tutta la regione, culture allo studio delle quali Gil ha dedicato diverse fatiche discografiche compiendo un grande lavoro di ricerca.

10/ago/2006 05.59.00 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Musica valenciana a Note di Notte con Miquel Gil

Giunto all’ottavo appuntamento, il Festival Note di Notte propone una nuova
atmosfera e con l’ennesima esclusiva regionale arricchisce di una sfumatura
valenciana il panorama musicale, e non solo, dell’estate 2006.
Cambia comune dunque e cambia, ovviamente, anche la villa.
Non una new entry, ma una riconferma. Hanno infatti rinnovato la
collaborazione avviata nel 2005 con Note di Notte sia il Comune di
Chiaramonte Gulfi che la famiglia Paravizzini che sabato 12 agosto aprirà le
porte di Villa Paravizzini, sede dell’omonima Azienda Agricola, al pubblico
del Festival.
Alle 21,30 si parte da Chiaramonte con destinazione Valencia grazie alla
musica di Miquel Gil, cantaor dalla voce profonda e ruvida quanto poetica e
ricca di ornamentazioni.
Fondata dai Romani, dominata da Visigoti e Arabi, terra di conquista per
Castigliani e Aragonesi, Valencia è crocevia di diverse culture che hanno
lasciato impronte riconoscibili nella musica tradizionale di tutta la
regione, culture allo studio delle quali Gil ha dedicato diverse fatiche
discografiche compiendo un grande lavoro di ricerca.
Anche l’ultimo progetto intitolato Katà ha cuore fortemente mediterraneo. E
mentre Gil ammalia con voce gitana, il bouzouki dialoga con la chitarra
flamenca, la dulciana con il liuto.
Accompagnano Miquel Gil (voce, chitarra e percussioni) Eduard Navarro
(flauti, cromorno, dulciana, chitarra, bouzouki) Cristobal Rentero (liuto)
David Farran (basso) Diego Lopez
(percussioni orientali) Raul Rodriguez (chitarra) Eduard Iniesta (chitarra
portoghese, liuto, bouzouki, tamburi).
Perfetti padroni di casa, i fratelli Paravizzini offriranno agli intervenuti
un rinfresco dopoconcerto preparato con i prodotti dell’azienda di famiglia:
le conserve a marchio Mediterranea e i vini Paravizzini. Inevitabile non
gustare fino in fondo le atmosfere della serata e dunque…non mancherà una
ricca paella. La realizzazione del buffet, alla quale contribuisce anche
l’azienda Ragusa latte, è affidata a Caffè Bistrò.
Come è ormai consuetudine, anche a Villa Paravizzini il pubblico potrà
ammirare gli sfilati del laboratorio La tela di Penelope e la Ford S-Max
della Sergio Tumino srl.

Modica 10 agosto 2006


Ufficio Stampa
Stefania Pilato 3382343355
stefaniapilato@gmail.com
Francesco Micalizzi 3392878013
fmicalizzi@hotmail.com

Organizzazione The Entertainer

www.notedinotte.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl