=?utf-8?Q?La stella del Bol=E2=80=99=C5=A1oj Svetlana Z?= =?utf-8?Q?akharova in prima assoluta a Par?= =?utf-8?Q?maDanza?=

16/ott/2006 18.49.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

 La stella del Bol’šoj Svetlana Zakharova

in prima assoluta a ParmaDanza

Teatro Regio di Parma

sabato 21 ottobre 2006, ore 20.30

domenica 22 ottobre 2006, ore 15.30

  

 

Con An evening with Svetlana Zakharova, la serata in prima assoluta al Teatro Regio di Parma sabato 21 ottobre 2006, ore 20.30, e domenica 22 ottobre 2006, ore 15.30, che avrà come stella principale la diva del Balletto Bol’šoj, ParmaDanza 2006, il IV festival internazionale di danza realizzato dal Teatro Regio di Parma, con il contributo di Cariparma & Piacenza, partner del festival, di Pinko e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tributa un omaggio all’eccellenza del balletto russo. Considerata all’unanimità la migliore ballerina del mondo, la giovane étoile diplomata all’Accademia Vaganova, per sette anni al Balletto Mariinskij di San Pietroburgo, dal 2003 al Bol’šoj di Mosca, contesa guest star delle migliori compagnie del mondo, debutta a Parma con una serata appassionante. Accanto a lei si esibiranno alcuni dei migliori ballerini dell’ultima generazione: Andrej Uvarov, primo ballerino del Teatro Bol’šoj di Mosca, Andrej Merkur’ev, solista del Teatro Bol’šoj di Mosca, Denis Matvienko, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Kiev e ospite del Teatro Bol’šoj di Mosca, Anastasia Matvienko, solista del Teatro dell’Opera di Kiev e altri giovanissimi ballerini di talento della principale compagnia ucraina.

 

Con la sua tecnica cristallina, le linee bellissime, la raffinata delicatezza di interprete Svetlana Zakharova sarà protagonista di due “pezzi forti” del suo repertorio: La morte del cigno, la celebre miniatura coreografica di Michail Fokin dal delicato modernismo, e il Grand pas de deux dal brillante classico russo Don Chisciotte, in coppia con Denis Matvienko.  La bellissima ballerina russa si esibirà anche in un assolo moderno, Revelation, appena creato per lei dalla coreografa giapponese Motoso Hiroyama. Nel Divertissement della prima parte della serata, in cui si alterneranno brani del repertorio classico a creazioni moderne, si avrà modo di ammirare anche la coppia di scena e di vita Denis e Anastasia Matvienko, impegnata nel moderno passo a due Radio & Juliet, su musica dei Radiohead. Anastasia Matvienko, questa volta accanto ad Andrej Merkur’ev, sarà protagonista anche del cristallino Pas de deux de La Bella addormentata. Andrej Merkur’ev, già ammirato la scorsa stagione a ParmaDanza nel Galà Roberto Bolle and Friends, si riserverà invece Adagio, un intenso assolo su musica di Bach. Il Balletto di Kiev esibirà altri suoi giovanissimi talenti in due assoli dalla cifra moderna: Once at summer time, danzato da Ol’ga Kif’yak e Feeling Myself, interpretato e coreografato dal ventenne ballerino Jan Vana.

 

Grande attesa per la seconda parte della serata, che vedrà Svetlana Zakharova protagonista del balletto Carmen Suite, con Andrej Uvarov nel ruolo di Don José, Denis Matvienko nella parte del Torero e la compagnia ucraina quale ensemble-coro della drammatica vicenda. Il celebre balletto, splendido esempio dello stile moderno sovietico-cubano, creato nel 1967 per la grande ballerina russa Maija Plisetskaja, con la coreografia del cubano Alberto Alonso, la musica di Rodion Ščedrin riarrangiata da Bizet, le scene di Boris Messerer, arriva a Teatro Regio dopo la première dello scorso marzo al Teatro Bol’šoj di Mosca. In quell’occasione, per celebrare l’ottantesimo compleanno di Maija Plisetskaja, Carmen Suite venne rimesso in scena dopo molti anni di assenza dalle scene moscovite. A raccogliere l’eredità di Maija Plisetskaja nel ruolo della bella Carmen non poteva essere che Svetlana Zakharova.

 

A precedere le due rappresentazioni di An evening with Svetlana Zakharova, La danza dietro le quinte proporrà un incontro aperto al pubblico con l’étoile russa, venerdì 20 ottobre, alle ore 17.00 a Teatro Regio. Nel corso dell’incontro la brillante carriera di Svetlana Zakharova sarà ripercorsa anche attraverso estratti filmati delle sue grandi intepretazioni. Per informazioni e prenotazioni per La danza dietro le quinte, tel. 0521 039366, fax 0521 039331, stampa@teatroregioparma.org

 

Per ulteriori informazioni: biglietteria Teatro Regio, tel. 0521 039399, fax 0521 504424, biglietteria@teatroregioparma.org, www.teatroregioparma.org

 

 

 

 

sabato 21 ottobre 2006, ore 20.30 turno A

domenica 22 ottobre 2006, ore 15.30 turno B

An evening with

Svetlana Zakharova

Prima assoluta

 

Denis Matvienko, Andrej Merkur’ev, Andrej Uvarov

Anastasia Matvienko, Olga Kif’yak, Tetiana Lozova

 

Jan Vana, Oksana Guliaieva, Dmytro Rudenko, Ievgen Kostiuk,

Denys Chulkov, Volodymyr Melnikov, Oleksiy Motkov, Sergiy Skuz,

Dmytro Lukianets, Dmytro Ukolov, Denys Odintsov, Iurii Korobchvskyi

 

Divertissement

 

Radio & Juliet Pas de deux

Coreografia Edward Clug

Musica Radiohead

Interpreti Denis Matvienko, Anastasia Matvienko

 

Revelation

Coreografia Motoso Hiroyama

Musica John William

Interprete Svetlana Zakharova

 

Once at the Summer Time

Coreografia Nazar Didyk

Musica Blossom Diarie

Interprete Olga Kif’yak

 

La Bella addormentata Grand pas de deux

Coreografia Marius Petipa

Musica Pëtr Il’ič Čajkovskij

Interpreti Andrej Merkur’ev, Anastasia Matvienko

 

La morte del cigno

Coreografia Michail Fokin

Musica Camille Saint-Saëns

Interprete Svetlana Zakharova

 

Feeling Myself

Coreografia Jan Vana

Musiche Autori vari

Interprete Jan Vana

 

Adagio

Coreografia Aleksej Mirosnichenko

Musica Johann Sebastian Bach

Interprete Andrej Merkur’ev

 

Don Chisciotte

Coreografia Marius Petipa

Musica Ludwig Minkus

Kitri Svetlana Zakharova

Basilio Denis Matvienko

Le amiche di Kitri Olga Kif’yak e Tetiana Lozova

 

Carmen Suite

Balletto in un atto

Coreografia Alberto Alonso

Musica Georges Bizet e Rodion Ščedrin

Carmen Svetlana Zakharova

Don José Andrej Uvarov

Torero Denis Matvienko

Governatore Jan Vana

Sigaraie Tetyana Lozova, Olga Kif’yak

Destino Oksana Guliaieva

Flamenco Denys Odintsov, Iurii Korobchvskyi, Denys Chulkov,

Dmytro Ukolov, Dmytro Rudenko, Ievgen Kostiuk, Dmytro Lukianets,

Oleksiy Motkov, Sergiy Skuz, Volodymyr Melnykov

 

 

 

Svetlana Zakharova

Svetlana Zakharova è nata a Lutsk, in Ucraina, il 10 giugno 1979. A sei anni inizia a frequentare la scuola di ballo locale, dove studia le danze popolari. A dieci anni entra alla Scuola Coreografica di Kiev dove ha come insegnante Valerja Sulegina. Nel 1995, dopo aver terminato i sei anni di corso alla Scuola di Kiev, partecipa al Concorso Internazionale per giovani ballerini di San Pietroburgo. Vince il secondo premio interpretando il ruolo della Principessa Florina nel pas de deux da La Bella addormentata di Čajkovskij, la variazione da Čajkovskij pas de deux di Balanchine e la prima variazione di Paquita. Dopo il Concorso è ammessa alla prestigiosa Accademia di Ballo Vaganova di San Pietroburgo. Invece di entrare, come previsto, al secondo anno di studi, viene iscritta direttamente all’ultimo corso, nella classe di Elena Evteeva, la famosa ballerina del Balletto Kirov. Ancora allieva dell’Accademia Vaganova, sul palcoscenico del Teatro Mariinskij interpreta L’Atto delle Ombre da La bayadère, Maša ne Lo schiaccianoci, la Regina delle Driadi in Don Chisciotte. Nel giugno 1996 si diploma dall’Accademia di Ballo Vaganova interpretando il Čajkovskij pas de deux di Balanchine. Entra subito a far parte del Balletto del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Ha 17 anni. Un anno dopo viene promossa Prima Ballerina. Nella compagnia del Teatro Mariinskij lavora con Ol’ga Moiseeva, che ben presto diventa una figura chiave per la sua evoluzione artistica. Svetlana Zakharova si distingue presto come una delle giovani ballerine di maggior talento della compagnia pietroburghese. Nei sette anni in cui rimane al Mariinskij danza la maggior parte dei ruoli principali del repertorio della compagnia: dai grandi balletti ottocenteschi (Giselle, Il lago dei cigni, La Bella addormentata, La bayadère, Le corsaire Don Chisciotte, Paquita grand pas), ai classici dell’epoca sovietica (La fontana di Bachcisaraj di Zacharov, Romeo e Giulietta di Lavrovskij) ai titoli del Novecento acquisiti dalla compagnia negli ultimi anni (Shéhérazade di Fokin, Serenade, Symphony in C, Apollo e Jewels di Balanchine, Études di Lander, Manon di MacMillan, Now and Then di Neumeier). Nel 1999 riceve il premio “Golden Mask” come migliore interpretazione femminile per Serenade di Balanchine e nel 2000 per la sua interpretazione di Aurora ne La bella addormentata. È candidata allo stesso premio anche nel 1998 per Giselle e nel 2002 per Now and Then. Svetlana Zakharova partecipa alle grandi tournées del Balletto Mariinskij e dal 1999 è artista ospite delle maggiori compagnie del mondo, tra le quali il New York City Ballet, l’American Ballet Theatre, il Ballet de l’Opéra de Paris, il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano, l’English National Ballet, il New National Theatre Ballet di Tokyo. Nell’ottobre 2003 inizia a ballare come Prima Ballerina con il Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca. Al Teatro Bol’šoj ha come maître Ljudmila Semenjaka, la famosa ballerina. Intanto il suo repertorio si arricchisce di nuovi ruoli e titoli: La fille du Pharaon nella ricostruzione di Lacotte, Giselle nelle versioni coreografiche di Vasil’ev e Grigorovič; Il lago dei cigni, La Bella addormentata, La bayadère e Rajmonda di Grigorovič, Sogno di una notte di mezz’estate di Neumeier, In the Middle Somewhat Elevated di Forsythe, Carmen di Alonso. Dal 6 giugno 2005 Svetlana Zakharova è Artista Emerito di Russia. Svetlana Zakharova è stata insignita dei seguenti riconoscimenti: Secondo Premio al Concorso Internazionale per giovani ballerini di San Pietroburgo, Premio speciale “Our Hope” della Baltika di San Pietroburgo (1997), “Golden Mask” per la sua interpretazione di Serenade (1999), “Golden Mask” per la sua interpretazione de La Bella addormentata (2000), Premio speciale “People of Our City” per il suo contributo alla danza (2001), Premio “Danza& Danza” (2002), “Benois de la Danse” per la sua interpretazione in Sogno di una notte di mezz’estate (2005).

 

Andrej Uvarov

Nato a Mosca nel 1971, Andrej Uvarov entra all’Accademia Coreografica di Mosca all’età di 10 anni, dove studia con Aleksander Bondarenko. Dopo il diploma, nel 1989, entra nella compagnia di Balletto del Teatro Bol’šoj. Mentre danza con il Bol’šoj continua la sua preparazione all’Istituto Coreografico di Mosca. Al Bol’šoj lavora con famosi insegnanti come Nikolaj Simačev, Nikolaj Fadeyečev e Boris Akimov. Messosi in luce sin dagli inizi della sua carriera al Bol’šoj per le doti fisiche, la tecnica perfetta e la qualità dello stile, diventa uno dei ballerini principali della compagnia moscovita. Nel 1993, durante una tournée del Balletto del Bol’šoj alla Albert Hall di Londra è indicato dalla stampa inglese come la nuova rivelazione della compagnia. Per le belle linee e al presenza aristocratica è il danseur noble ideale e la perfetta incarnazione dei tanti principi del repertorio tardo-romantico russo. Andrej Uvarov ha ricevuto il Premio “Benois de la danse” nel 1993 per la sua interpretazione del Principe Siegfried ne Il lago dei cigni di Grigorovič e la medaglia d’oro alla 7° Competizione Internazionale di Balletto di Osaka nel 1995. Nel 2001 è stato onorato del titolo di Artista del Popolo di Russia. Tra le sue partners figurano molte delle prime ballerine del Bol’šoj, tra le quali Nadžda Pavlova, Nina Semizorova, Nina Ananiashvili, Galina Stepanenko, Nadžda Graceva, Anna Antoničeva e Svetlana Zakharova. Andrej Uvarov è stato in tournée in tutto il mondo con la compagnia di Balletto del Bol’šoj e si esibisce frequentemente come ballerino ospite in vari teatri. Il suo repertorio include i ruoli principali nei seguenti balletti: Il lago dei cigni, La Bella addormentata, La bayadère, Don Chisciotte, Rajmonda, Romeo e Giulietta, Spartacus, Ivan il Terribile nelle versioni di Grigorovic; Giselle nella versione di Vassiliev; Chopiniana di Fokin; Simphony in C di Balanchine; Three Preludes di Stevenson; Sogno di una notte di mezza estate di Neumeier; Dreams about Japan, Charms of Mannerism e Lea di Ratmanskij.

 

Andrej Merkur’ev

Nato a Syktyvkar, in Russia, Andrej Merkur’ev nel 1996 si diploma alla Scuola Coreografica di Ufa ed entra nella Compagnia del Teatro di Stato di Syktyvkar. Dal 1997 è solista del Teatro Malj di San Pietroburgo. Nel 2001 diventa solista del Balletto Kirov del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Dal 2006 è solista del Balletto del Teatro Bol’šoj di Mosca. Il suo repertorio include i ruoli principali nei seguenti balletti: La sylphide, Giselle, Don Chisciotte, Il corsaro, Paquita, La Bella addormentata, Romeo e Giulietta di Lavrovskij, Lo schiaccianoci di Ratmanskij, Carmen e Le jeune homme et la mort di Roland Petit, Three Ballets di John Neumeier, Steptext e In the Middle... Somewhat Elevated di Forsythe, Il figliol prodigo e La Valse di Balanchine. Andrej Merkur’ev ha vinto numerosi premi in concorsi internazionali di danza nel 2000 e nel 2001 e ha ricevuto il Premio Nazionale “Maschera d’Oro” nel 2005. Ha anche interpretato il ruolo principale in un film musicale su Richard Strass con coreografie di Boris Eifman.

 

Denis Matvienko Nato nel 1979 a Dnepropetrovsk, in Ucraina, Denis Matvienko dal 1989 al 1997 studia alla Scuola Coreografica di Kiev. Dal giugno 1997

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl