Con la bacchetta di L=C3=BC Jia prosegue l’omaggio del Teatro Regio di Parma ad Arturo Toscanini

04/gen/2007 18.49.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

  

Con la bacchetta di Lü Jia prosegue l’omaggio

del Teatro Regio di Parma ad Arturo Toscanini

Il direttore cinese con l’Orchestra del Teatro Regio

in un programma dedicato a pagine di Strauss, Debussy, Brahms

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 8, martedì 9 gennaio 2007, ore 20.00

 

 

Con il concerto diretto da Lü Jia, sul podio dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma in programma lunedì 8 e martedì 9 gennaio, ore 20.00 (turni A e C), prosegue l’omaggio del Teatro Regio di Parma ad Arturo Tosccanini nel cinquantenario della scomparsa. Nell’ambito della Stagione Concertistica 2006-2007, dedicata al celebre maestro, Lü Jia dirigerà tre pagine sinfoniche appartenenti alla stagione del tardo romanticismo e del primo Novecento. In apertura di programma sarà eseguito il poema sinfonico Don Juan di Richard Strauss, successivamente il trittico Iberia, dal ciclo per orchestra, Image di Claude Debussy, a concludere la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms.

 

Il “Progetto Toscanini”, cuore della Stagione Concertistica 2006-2007 del Teatro Regio di Parma, include tutti i concerti della Stagione nei quali sono proposte pagine dirette dal grande Maestro nei preziosi concerti tenuti dal 1900 al 1921 a Parma, testimonianza dell’apertura di interessi del Maestro, che spaziava fra i grandi classici della musica ottocentesca a molti brani del XX secolo. Avviato lo scorso novembre, con un concerto dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” diretto da Riccardo Muti e dopo l’appuntamento con Lü Jia, il ciclo proseguirà con alcuni giovani talenti direttoriali come Kazushi Ono, Vladimir Jurowski, oltre a Bruno Bartoletti, che tornerà sul podio in aprile a concludere la Stagione concertistica.

 

Nato a Shanghai nel 1964, Lü Jia è reduce dai recenti successi sul podio dell’Arena di Verona di cui è dallo scorso anno direttore musicale. Jia ha studiato al Conservatorio di Pechino e successivamente a Berlino. Italiano d’adozione, dopo aver vinto il Concorso “Pedrotti” di Trento nel 1990, dirige nei più importanti teatri lirici italiani e a soli ventisei anni è nominato Direttore principale del Teatro Verdi di Trieste, suo primo prestigioso incarico nel nostro paese in cui risiede stabilmente da molti anni.

 

La Stagione Concertistica 2006-2007 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie al contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, in collaborazione con Fondazione ArturoToscanini, Solares Fondazione Culturale - Società dei Concerti di Parma e con il sostegno di Cariparma & Piacenza.

 

Per informazioni: biglietteria del Teatro Regio tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

 

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 8 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

martedì 9 gennaio 2007, ore 20.00 turno C

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore LÜ JIA

 

RICHARD STRAUSS

(1864 - 1949)

Don Juan, poema sinfonico

 

CLAUDE DEBUSSY

(1862 - 1918)

Iberia (da Image, per orchestra)

Par les rues et par les chemins

Les Parfums de la nuit

Le Matin d’un jour de fête

 

JOHANNES BRAHMS

(1833 – 1897)

Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

Allegro non troppo

Adagio non troppo

Allegro grazioso (quasi andantino) - presto ma non assai

Allegro con spirito

 

LÜ JIA

Nato a Shanghai nel 1964, studia al Conservatorio di Pechino e successivamente a Berlino. Italiano d’adozione, dopo aver vinto il Concorso “Pedrotti” di Trento nel 1990, dirige al Teatro Verdi di Trieste, Comunale di Bologna, Carlo Felice di Genova, Teatro dell’Opera di Roma, Accademia di Santa Cecilia, Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestra Verdi di Milano, San Carlo di Napoli, Orchestra Regionale Toscana. A soli 26 anni, nel 1991, è nominato Direttore principale del Teatro Verdi di Trieste dove rimane fino al 1995. All’Opera di Roma e al San Carlo di Napoli dirige Il Matrimonio segreto di Cimarosa, al Lirico di Cagliari Le Nozze di Figaro, Turandot e L’Elisir d’amore. Inoltre, La Clemenza di Tito all’Opera di Losanna, Faust di Gounod e Der Zwerg di Zemlinsky alla Deutsche Oper di Berlino. Nel 1993 riceve l’incarico di Direttore principale dall’Orchestra Regionale Toscana dove rimane fino al 1999, anno in cui è nominato all’unanimità dall’orchestra svedese di Norrköping Direttore principale e artistico fino a giugno 2005. Dal 2001 anche l’Orchestra Regionale del Lazio sceglie Lü Jia come direttore musicale. Una decade (1995/2005) contraddistinta da un grande approfondimento del repertorio sinfonico che accresce la sua fama internazionale: numerose le collaborazioni con prestigiose orchestre europee tra cui tutte le principali compagnie inglesi, Gewandhaus di Lipsia, Radio Saarbrucken, Chamber Orchestra of Europe, Bamberger Symphoniker, Filarmonica di Oslo e Radio Finlandese. Nel 1995 debutta negli USA con la Chicago Symphony e nel 1996 in Australia con le Orchestre di Melbourne, Sidney e Tansmania. Ha recentemente diretto La Clemenza di Tito all’Opera di Pechino. In Cina è stato ospite della China Philharmonic, China Symphony e Shanghai Symphony. Molto apprezzato e stimato in patria, è stato recentemente invitato dal Sindaco di Shanghai per il prestigioso Concerto di Capodanno 2006. Lü Jia reduce dai successi ottenuti al Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo è salito nel mese di agosto 2005 per la prima volta sul podio areniano per dirigere Turandot e tornerà la prossima estate per Carmen. Lü Jia reduce dai successi ottenuti al Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo è salito nel mese di agosto 2005 per la prima volta sul podio areniano per dirigere Turandot mentre nel prossimo Festival lirico 2006 sarà impegnato in Cavalleria/Pagliacci e Carmen. Al Teatro Filarmonico ha inaugurato e chiuso la Stagione sinfonica 2005-2006 ed ha inoltre diretto la Messa di Requiem di Donizetti, opera di rara esecuzione scritta in memoria di Vincenzo Bellini. Nel Febbraio 2006 il Maestro Lü Jia è stato nominato Direttore musicale per il biennio 2006-2007 della Fondazione Arena di Verona. L’incarico prevede una collaborazione continuativa relativa all’attività lirica, sinfonica e ad alcuni progetti speciali.

 

 

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore musicale Bruno Bartoletti

La storia dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma affonda le sue radici in una tradizione secolare: già nel Rinascimento raffinate Cappelle vocali e strumentali e brillanti Compagnie dei violini accompagnano la vita musicale del Ducato, mentre tra Seicento e Settecento più nutrite compagini sostengono quella vivacità teatrale che da allora diviene caratteristica della città. Crocevia politico e culturale tra Parigi e Vienna, Parma vive tra la fine del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento uno dei momenti salienti di questa storia, divenendo un vero e proprio laboratorio per lo sviluppo della musica e del ruolo dell’orchestra in particolare. Il punto culminante è senz’altro quello nel quale Maria Luigia vuole a capo dell’Orchestra Ducale il più celebre dei musicisti del tempo, Niccolò Paganini. Con lui, e per sua affermazione, l’orchestra parmigiana diviene «la migliore d’Italia». Da quel momento, e per tutto l’Ottocento e il Novecento, strumentisti parmigiani costituiscono il nerbo delle migliori orchestre italiane. Esempio probante: l’orchestra formata e diretta da Toscanini nelle sue grandi tournée dei primi anni Venti, per quasi un quinto costituita da musicisti di Parma. Da allora, per molti decenni, l’Orchestra ha accompagnato il canto di quegli straordinari interpreti che hanno contribuito ad alimentare nel mondo il prestigio del Teatro Regio. Nel solco di questa tradizione, l’Orchestra del Teatro Regio, come formazione stabile, debutta nel 2000 con Lohengrin di Wagner e Dinorah di Meyerbeer, riscuotendo elogi di critica e pubblico. Dal 2002 è impegnata in tutte le produzioni liriche e concertistiche del Teatro Regio di Parma e del Festival Verdi, affronta il grande repertorio operistico, sinfonico e sacro sotto la guida di alcuni tra i migliori direttori del panorama musicale internazionale. All’estero, grande successo riscuotono le tournée del dicembre 2001, con il Coro della Fondazione Arena di Verona per le celebrazioni del Centenario Verdiano, ad Annecy e all’Auditorium National di Lione, del luglio 2002 con Nabucco all’Arena di Nîmes, del settembre 2003 in Corea del Sud, con Aida al Jamshil Olympic Stadium, e del settembre 2004 con lo Stabat Mater di Rossini a Marsiglia per il Festival de Musique à Saint Victor. Tra le trasferte in altri continenti va segnalata la partecipazione lo scorso novembre all’applaudito Rigoletto, produzione del Teatro Regio, all’Auditorio Nacional di Città del Messico e l’imminente tournée in India con tappe a Nuova Delhi e Bombay. Dall’incontro con Bruno Bartoletti, e dalla sua nomina a direttore musicale della Fondazione Teatro Regio di Parma, è nata una proficua collaborazione, culminata la scorsa stagione nella realizzazione di un importante progetto dedicato a Benjamin Britten, con l’allestimento de The turn of the Screw e l’esecuzione del War Requiem. I solisti dell’Orchestra danno vita al Parma Opera Ensemble, formazione cameristica, specializzata nel repertorio lirico e vocale, con un’intensa attività concertistica e discografica internazionale.

 

 

 

 


STAGIONE CONCERTISTICA

2006 - 2007

Auditorium Paganini - Teatro Regio

 

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

martedì 7 novembre 2006, ore 20.00 turno A

mercoledì 8 novembre 2006, ore 20.00 turno B

giovedì 9 novembre 2006, ore 20.00 turno C

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore JESÚS LÓPEZ COBOS

Gioachino Rossini

Guillaume Tell. Ouverture

Benjamin Britten

Matinées musicales op. 24 (da Rossini)

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Sinfonia n. 5 op. 64 in mi minore

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

domenica 26 novembre 2006, ore 15.30 turno A

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

Direttore VLADIMIR JUROWSKI

Violino MARCO RIZZI

Basso MAXIM MIKHAILOV

Dmitrij Šostakovič

Dieci canti del Matto, dalle musiche di scena per King Lear, op. 58 a

Concerto per violino e orchestra n. 1 op. 77

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica”

 

 

Teatro Regio di Parma

martedì 28 novembre 2006, ore 20.00 fuori abbonamento

P R O G E T T O   T O S C A N I N I

ORCHESTRA GIOVANILE “LUIGI CHERUBINI”

Direttore RICCARDO MUTI

Violoncello JOHANNES MOSER

Franz Schubert

Die Zauberharfe (Rosamunde). Ouverture D 644

Robert Schumann

Concerto in la minore per violoncello e orchestra op. 129

Ludwig Van Beethoven

Sinfonia n.7 in la maggiore op. 92

 
 

Auditorium Niccolò Paganini

sabato 9 dicembre 2006, ore 17.00 turno B

domenica 10 dicembre 2006, ore 15.30 turno C

ORCHESTRA FILARMONICA DI SAN PIETROBURGO

Direttore YURI TEMIRKANOV

Pianoforte ELISSO VIRSALADZE

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Il lago dei cigni. Suite

Concerto n. 1 op. 23 in si bemolle minore per pianoforte e orchestra

Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica”

 

 

Teatro Regio di Parma

sabato 16 dicembre 2006, ore 20.00 turno A

PHILHARMONIA ORCHESTRA

Direttore ESA-PEKKA SALONEN

Pianoforte DENIS MATSUEV

Franz Joseph Haydn

Sinfonia n. 7 in do maggiore “Le Midi”

Arnold Schoenberg

Verklaerte Nacht

Modest Musorgskij

Quadri di una esposizione

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

mercoledì 3 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

giovedì 4 gennaio 2007, ore 20.00 turno B

CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

STRUMENTISTI DELL’ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Soprano DANIELA BRUERA

Controtenore MARCO LAZZARA

Basso CARMELO CORRADO CARUSO

Direttore BRUNO BARTOLETTI

Maestro del coro MARTINO FAGGIANI

Luigi Dallapiccola

Canti di prigionia

Carl Orff

Carmina Burana

cantiones profanae, versione per due pianoforti, due arpe e otto percussioni

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 8 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

martedì 9 gennaio 2007, ore 20.00 turno C

P R O G E T T O   T O S C A N I N I

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore LÜ JIA

Richard Strauss

Don Juan, poema sinfonico

Claude Debussy

Iberia (da Images, per orchestra)

Johannes Brahms

Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 15 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl