Il corpo e la danza

Portato in scena al Teatro Italia di Scicli dall'Associazione The Entertainer con il patrocinio del Comune ospite, 24 preludes è diviso in due quadri.

17/feb/2007 17.10.00 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il corpo e la danza

Un linguaggio universale, la danza, perché non adopera parole. E Roberto
Zappalà trasforma in danza tanto i micro movimenti, a lui tanto cari, quanto
il sostegno che i corpi possono darsi, gli abbracci, gli ammiccamenti, i
baci. Alla fluidità delle coreografia magistralmente interpretate dai
“danzattori” della sua compagnia - Wei Meng Poon, unico uomo, Daniela
Bendini, Anna Bussey, Veronica Cornacchini, Hilde Elbers, Samantha
Franchini, Geneviève Osborne, Paola Valenti - il coreografo catanese imprime
una grande forza comunicativa ed evocativa, una tensione che sembra non
trovare mai stasi. Forse perché è solo nella danza stessa che può trovar
pace.
24 preludes - La pace dei sensi è lo spettacolo che chiude l’esalogia Corpi
incompiuti avviata nel 2003 e segna il ritorno di Zappalà alla danza pura.
Non ci sono installazioni e oggetti in scena, solo corpi.
Danza pura, appunto.
Portato in scena al Teatro Italia di Scicli dall’Associazione The
Entertainer con il patrocinio del Comune ospite, 24 preludes è diviso in due
quadri.
Nel primo, in corta tunica nera, un uomo e due donne, tra lirismo e gesti
netti, quasi meccanici, frenetici, si sfiorano, si sostengono, si
rincorrono, si incontrano.
Nel secondo sono in scena le sette danzatrici, in tunica gialla, e ancora
Wei Meng Poon, rimasto in nero. In un gioco fatto di contrasti, tra malizia
e naturalezza, si aggregano, si disgregano in coppie e terzetti frammentando
un’immagine che resta comunque corale.
Si aggregano nuovamente nell’ultima scena intorno a Wei Ming Poon che - è
un’autocitazione da Ascoltando i pesci (secondo capitoli di Corpi
incompiuti) - ride nuotando con maschera e pinne. È follia, è energia, è
amore, è normalità, è seduzione. È danza.
Di Marco Policastro il disegno luci.
La Compagnia Zappalà danza è sostenuta dal Ministero per i Beni e le
Attività Culturali Dipartimento dello Spettacolo e da Scenario Pubblico
performing arts
Ha affiancato The Entertainer nell’organizzazione dello spettacolo Flora
Magro Sposa, giovane azienda che porta il nome dalla stilista sciclitana che
la guida.


Modica 17 febbraio 2007

Ufficio Stampa
Stefania Pilato338 2343355
stefaniapilato@gmail.com
Francesco Micalizzi 339 2878013
fmicalizzi@hotmail.com

ASSOCIAZIONE “THE ENTERTAINER”
Corso Umberto I 460 - Modica
Info: 320 1945850 - Fax: 17822763111
www.theentertainer.it - Email: info@notedinotte.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl