Un omaggio a Honegger e a Toscanini con la bacchetta di Vladimir Juroswki sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini

20/mar/2007 20.49.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Un omaggio a Honegger e a Toscanini

con la bacchetta di Vladimir Juroswki

sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini

Parma, Auditorium Niccolò Paganini

domenica 25 marzo 2007, ore 15.30

 

 

Nuovoappuntamento per la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma chedomenica 25 marzo 2007, alle ore 15.30 vedrà protagonista all’AuditoriumPaganini la Filarmonica Arturo Toscanini affidata alla giovane edimpetuosa bacchetta di Vladimi Jurowski. Il concerto, che rientra nelcalendario promosso dal Comitato Celebrazioni Arturo Toscanini 2007, èappuntamento di rilievo della giornata in cui si celebra il 140° anniversariodella nascita del Maestro. In programma un vero e proprio omaggio al genioappartato di Arthur Honegger, con due pagine del compositore svizzero: la Pastorale d’éte e la Sinfonia n. 4 Deliciae Basilienses, oltre alla Sinfonian. 1 in dominore op. 68 di Johannes Brahms.

 

Ideataper piccola orchestra tra il 1920 e l’anno successivo, Pastorale d’été rappresenta una sorta dipiccolo poema sinfonico dove la natura viene evocata attraverso una dimensionepoetica, richiamata dal celebre verso di Rimbaud posto in epigrafe all’opera:«J’aiembrassé l’aube d’été...». Fra le cinque sinfonie, composte da Honeggernell’arco di un ventennio, la quarta, datata 1944, risalta per l’atmosferaserena e distesa. Il sottotitolo “Deliciae Basilienses” testimonia la dedica aldirettore dell’Orchestra da camera di Basilea Paul Sacher, in occasione delventesimo anniversario di questo importante complesso strumentale.

 

Affermatabacchetta dell’attuale panorama internazionale, Vladimir Jurowski torna sulpodio della Filarmonica Toscanini, mentre si consolida sempre più la suaimmagine direttoriale. Fra i suoi futuri progetti in ambito operistico nonmancano teatri come il Metropolitan di New York, il Glyndebourne Festival el’Opéra Bastille di Parigi. In campo sinfonico sarà sul podio dellaPhiladelphia Orchestra, dell’Orchestra Verdi di Milano, dell’Orchestradell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, della Concertgebouw Orkest edella Russian National Orchestra per una tournée europea.

 

Il concerto sul podio della Filarmonica Toscanini vedeJurowski fra i protagonisti del “Progetto Toscanini”, promosso dal Teatro Regio di Parma nellaricorrenza dei 50 anni dalla morte del grande interprete, con l’esecuzione dipagine dirette dal grande Maestro nei preziosi concerti tenuti dal 1900 al 1921 a Parma.

 

La Stagione Concertistica 2006-2007 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie alcontributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, in collaborazione conFondazione ArturoToscanini, Solares Fondazione Culturale - Società dei Concertidi Parma e con il sostegno di Cariparma & Piacenza.

 

Per informazioni: biglietteria del TeatroRegio tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.org www.teatroregioparma.org

 

 

 

 

AuditoriumNiccolò Paganini

domenica25 marzo 2007, ore 15.30 turno B

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

DirettoreVLADIMIR JUROWSKI

 

ARTHUR HONEGGER (1892– 1955)

Pastorale d’été

Calmo

Sinfonia n. 4 Deliciae Basilienses

Lentoe misterioso

Larghetto

Allegro

 

JOHANNES BRAHMS (1833– 1897)

Sinfonia n. 1 in do minore op. 68

Unpoco sostenuto, Allegro, Un poco sostenuto

Andantesostenuto

Unpoco allegretto e grazioso

Adagio,Più andante, Allegro non troppo ma con brio, Più allegro

 

 

 

VLADIMIR JUROWSKI

Natoa Mosca, Vladimir Jurowski inizia gli studi musicali nella città natale, prima sotto la guida delpadre e poi al Conservatorio. Nel 1990 si stabilisce con la famiglia inGermania, porta a termine la sua formazione frequentando le accademie musicalidi Dresda e Berlino e si perfeziona con Colin Davis, Rolf Reuter e SemionSkigin. Nel 1995 hadebuttato al Festival di Wexford con Notte di maggio di Rimskij- Korsakov,imponendosi come uno dei direttori più interessanti della sua generazione. Ilsuo brillante debutto al Covent Garden nell’aprile 1996 con Nabucco, è statoaccolto da entusiastici consensi di critica e di pubblico. Invitato allaKomische Oper di Berlino, ha poi tenuto concerti sinfonici con l’Orchestradella Welsh National Opera di Cardiff, l’Orchestra Verdi di Milano e l’Orchestra del TeatroComunale di Bologna. Nel 1997 ha debuttato al Maggio Musicale Fiorentino e al Festivaldi Echternach sul podio dell’Orchestra Filarmonica di Lussemburgo. Nello stessoanno ha ottenuto vasti consensi dalla critica con Moïse et Pharaon al RossiniOpera Festival. Hanno fatto seguito i debutti al Théâtre Royal de la Monnaie diBruxelles, al Teatro Real di Madrid e all’Accademia Nazionale di Santa Ceciliadi Roma, dove ha diretto in prima esecuzione italiana della Sinfonia n. 8 diHenze. Nel 1998 hainiziato a lavorare regolarmente con alcune delle più prestigiose istituzionimusicali europee come il Covent Garden di Londra, l’Opéra Bastille de Paris, la Komische Oper diBerlino, la Welsh National Opera di Cardiff, la English National Opera.il Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles, la Semperoper di Dresda, il Festival di Edimburgo, il Teatro La Fenice diVenezia, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro San Carlo di Napoli, il Maggio MusicaleFiorentino. Nel dicembre 1999 ha debuttato al Metropolitan di New York con Rigoletto,mentre il suo debutto sinfonico negli Usa ha avuto luogo con la Minneapolis Symphony Orchestra nel marzo 2001. È ritornato al Metropolitan perEvgenij Onegin, Jenufa e La dama di Picche. Direttore ospite principale delTeatro Comunale di Bologna, vi ha diretto La dama di picche, La sposa venduta,Jolanta e diversi concerti. È stato invitato a Parigi per Guerra e Pace e allaWelsh National Opera per Parsifal e Wozzeck. Direttore Musicale delGlyndebourne Festival Opera dal 2001, vi ha diretto La Cenerentola, Otello, DieZauberflöte, Die Fledermaus e Il matrimonio al convento. Nel gennaio 2006 ha debuttato al Teatroalla Scala dirigendo Evgenij Onegin con grande successo di critica e pubblico.Tra gli incarichi ottenuti nel corso della sua attività in teatri e istituzionisinfoniche, vanno anche menzionati quello di Direttore Ospite Principaledell’Orchestra Verdi di Milano (2001), Direttore Ospite Principale della LondonPhilharmonic Orchestra (2003), Direttore Ospite Principale della RussianNational Orchestra (2004). Tra le orchestre con cui collabora si distinguonoinoltre la Oslo Philharmonic, la Bayerischer Rundfunk,l’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino, la Los Angeles PhilharmonicOrchestra, la Gürzenich Orchester di Köln, City of Birmingham SymphonyOrchestra, Rotterdam Philharmonic Orchestra, Ensemble Intercontemporain deParis, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Nel corsodel 2006 debutta sul podio della Concertgebouw Orkest di Amsterdam e dellaDresden Staatskapelle. I suoi futuri progetti in ambito operistico lo vedononuovamente impegnato al Metropolitan di New York, al Glyndebourne Festival eall’Opéra Bastille di Parigi per La Leggenda dell'Invisibile Città di Kitez. Incampo sinfonico sarà sul podio della Philadelphia Orchestra, dell’OrchestraVerdi di Milano, dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diRoma, della Concertgebouw Orkest e della Russian National Orchestra per unatournée europea. Ha già diretto la Filarmonica Arturo Toscanini lo scorso 26 novembre nell’ambito della stagioneconcertistica del Teatro Regio di Parma. Vladimir Jurowski ha collaborato con diverseetichette discografiche, tra cui BMG, ECM, Naxos, PentaTone Classic, Arte Nova.Ha inciso in prima assoluta la cantata Exil di Giya Kancheli, per soprano e orchestra dacamera, L’etoile du Nord, Werther, un cd con musiche di Milhaud, Debussy eTomasi, opere di Rachmaninov e Turnage con la London Philharmonic Orchestra, la Suite n. 3 di Tchaikovsky e Le baiser de la féedi Stravinskij con la Russian National Orchestra. Nel 2000 ha ottenuto il PremioAbbiati della critica italiana quale migliore direttore dell’anno.

 

 

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

La Filarmonica Arturo Toscanini nasce nel 2002, per volontà della Fondazione ArturoToscanini, con l’obiettivo di costituire un’orchestra sinfonica di elevatacapacità esecutiva che potesse rappresentare e incarnare la grande tradizionemusicale di Parma e dell’Emilia-Romagna. La Filarmonica, che porta il nome delcelebre direttore d’orchestra nato a Parma e che qui ha sede, opera in camposinfonico, e si esibisce grazie ai contributi del Ministero per i Beni e leAttività Culturali della Regione Emilia Romagna e di Arcus spa. Il complesso,formato da oltre 100 strumentisti, ha sede a Parma e ha debuttato al FestivalMusicale di Strasburgo. Negli anni ha eseguito centinata di concerti e numerosetournée sia in Italia che all’estero, dedicandosi soprattutto al granderepertorio sinfonico. Si è esibita infatti in Spagna, Francia, Germania,Svizzera, Ungheria, Grecia, Stati Uniti, Russia, Giappone, Cina, Israele. InItalia tiene una propria stagione di concerti all’Auditorium Paganini di Parma,in collaborazione con il Teatro Regio, ed è regolarmente invitata alle più importantirassegne nazionali, quali Settembre Musica a Torino, il Festival Arturo BenedettiMichelangeli di Brescia e Bergamo, il Bologna Festival e la Sagra Musicale Malatestiana di Rimini. In un’ottica di alta qualitàartistica, la Filarmonica si è avvalsa della collaborazione dei più grandidirettori d’orchestra del panorama internazionale. Sul suo podio si sonoavvicendati tra gli altri Zubin Mehta, Yuri Temirkanov, Kurt Masur, CharlesDutoit, Lorin Maazel, Mstislav Rostropovich, Georges Prêtre, Eliahu Inbal,Rafael Fruhbeck de Burgos, Jeffrey Tate, insieme a solisti quali MaximVengerov, Stanislav Bunin, Uto Ughi, Salvatore Accardo, Carlo Rizzi, MischaMaisky. Oggi, proprio per continuare a rispondere alla propria primariavocazione, la Filarmonica punta a valorizzare le eccellenze della nuovagenerazione di direttori d’orchestra. La responsabilità artistica è infattiaffidata a tre nomi di livello internazionale: Vladimir Jurowski, Kazushi Ono eCarlo Rizzi (vincitori, questi due ultimi, del Concorso Internazionale diDirezione d’Orchestra “Arturo Toscanini”). La Fondazione Toscaniniha affidato alla sua Filarmonica i principali concerti delle celebrazionitoscaniniane: il 16 gennaio all’Auditorium Paganini diretta da Ono, il 25marzo, compleanno del grande direttore d’orchestra, diretta da Jurowski. Tra idirettori presenti nella stagione 2007 vi sono tra gli altri Carlo Rizzi, JurajValcuha e Jukka-Pekka Saraste. Nel prossimo gennaio 2008 la Filarmonica Toscaninidebutterà alla Scala. Quest’ultima iniziativa nasce grazie alla partnership traFondazione Arturo Toscanini e Teatro alla Scala, avviata nell’ambito dellemanifestazioni celebrative del cinquantenario della morte di Arturo Toscanini.La Filarmonica è stata protagonista di numerose iniziative culturali e sociali:nel Natale 2004 haeseguito la Nona Sinfonia di Beethoven diretta da Lorin Maazel nella Chiesadella Natività di Betlemme e nella Henry Crown Symphony Hall di Gerusalemme;l’evento, è stato diffuso in mondovisione. Il 30 gennaio 2005, diretta da ZubinMehta, l’orchestra ha tenuto un concerto benefico a favore delle popolazionidel Sud Est asiatico colpite dallo tsunami, eseguendo il Requiem di GiuseppeVerdi all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Nello stesso anno haeffettuato una lunga tournée in Giappone ed è stata protagonista del progettoVerdi e la Francia, curato da Georges Prêtre, che comprendeva concerti alTeatro Verdi di Busseto e all’Opéra Garnier di Parigi e la realizzazione di unDVD di imminente uscita. Nel 2007 terrà il Concerto di Pasqua della RAI,ripreso dal Duomo di Orvieto e diffuso in molti paesi europei.  

 

 

 

 

 

STAGIONE CONCERTISTICA

2006 - 2007

DEDICATA AD ARTURO TOSCANINI

Auditorium Paganini  -  Teatro  Regio

 

 

 

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

martedì 7 novembre 2006, ore 20.00 turno A

mercoledì 8 novembre 2006, ore 20.00 turno B

giovedì 9 novembre 2006, ore 20.00 turno C

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore JESÚS LÓPEZ COBOS

Gioachino Rossini

Guillaume Tell. Ouverture

BenjaminBritten

Matinées musicales op. 24 (daRossini)

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Sinfonia n. 5 op. 64 in mi minore

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

domenica 26 novembre 2006, ore 15.30 turno A

FILARMONICA ARTUROTOSCANINI

Direttore VLADIMIR JUROWSKI

Violino MARCO RIZZI

Basso MAXIM MIKHAILOV

Dmitrij Šostakovič

Dieci canti del Matto,dalle musiche di scena per King Lear, op. 58 a

Concerto per violino e orchestra n. 1 op. 77

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica”

 

 

Teatro Regio di Parma

martedì 28 novembre 2006, ore 20.00 fuoriabbonamento

P R O G E T T O  T O S C A N I N I

ORCHESTRA GIOVANILE “LUIGICHERUBINI”

Direttore RICCARDO MUTI

Violoncello JOHANNES MOSER

FranzSchubert

Die Zauberharfe (Rosamunde).Ouverture D 644

RobertSchumann

Concerto in la minore per violoncello eorchestra op. 129

Ludwig Van Beethoven

Sinfonia n.7 in la maggiore op. 92


 

Auditorium Niccolò Paganini

sabato 9 dicembre 2006, ore 17.00 turno B

domenica 10 dicembre 2006, ore 15.30 turno C

ORCHESTRA FILARMONICA DISAN PIETROBURGO

Direttore YURI TEMIRKANOV

Pianoforte ELISSO VIRSALADZE

Pëtr Il’ič Čajkovskij

Il lago dei cigni. Suite

Concerto n. 1 op. 23 in si bemolle minore perpianoforte e orchestra

Sinfonia n. 6 op. 74 in si minore “Patetica”

 

 

Teatro Regio di Parma

sabato 16 dicembre 2006, ore 20.00 turno A

PHILHARMONIA ORCHESTRA

Direttore ESA-PEKKA SALONEN

Pianoforte DENIS MATSUEV

Franz Joseph Haydn

Sinfonia n. 7 in do maggiore “Le Midi”

Arnold Schoenberg

Verklaerte Nacht

ModestMusorgskij

Quadri di una esposizione

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

mercoledì 3 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

giovedì 4 gennaio 2007, ore 20.00 turno B

CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

STRUMENTISTI DELL’ORCHESTRA DEL TEATROREGIO DI PARMA

Soprano DANIELA BRUERA

Controtenore MARCO LAZZARA

Basso CARMELO CORRADO CARUSO

Direttore BRUNO BARTOLETTI

Maestro del coro MARTINO FAGGIANI

Luigi Dallapiccola

Canti di prigionia

Carl Orff

Carmina Burana

cantiones profanae, versione per duepianoforti, due arpe e otto percussioni

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 8 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

martedì 9 gennaio 2007, ore 20.00 turno C

P R O G E T T O  T O S C A N I N I

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Direttore LÜ JIA

Richard Strauss

Don Juan, poema sinfonico

Claude Debussy

Iberia (da Images, per orchestra)

Johannes Brahms

Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

lunedì 15 gennaio 2007, ore 20.00 turno A

martedì 16 gennaio 2007, ore 20.00 turno B

P R O G E T T O  T O S C A N I N I

FILARMONICA ARTUROTOSCANINI

Direttore KAZUSHI ONO

Soprano ANJA KAMPE

 

Giuseppe Verdi

I Vespri Siciliani. Sinfonia

Richard Strauss

IVier letze Lieder

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl