Il Maestro Bartoletti inaugura la Stagione Concertistica con la Russia di Stravinskij e Proko'ev

22/ott/2003 16.35.31 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
 

All’Auditorium Paganini

il Maestro Bartoletti inaugura la Stagione Concertistica

con la Russia di Stravinskij e Proko’ev

Giovedì 23 ottobre 2003, ore 20.30

 

 

        È con la Sinfonia di salmi, per coro e orchestra di Igor’ Stravinskij e con la Sinfonia n. 3 in do minore op. 44 di Sergej Proko’ev che, giovedì 23 ottobre alle 20.30, presso l’Auditorium Niccolò Paganini, si aprirà la Stagione Concertistica 2003/2004 del Teatro Regio di Parma. L’inaugurazione, per la prima volta affidata all’Orchestra e al Coro del Teatro Regio di Parma vedrà sul podio il Maestro Bruno Bartoletti, che nella duplice veste di Direttore d’orchestra e Direttore musicale della Fondazione Teatro Regio, dirigerà l’esecuzione di due fondamentali opere del repertorio sinfonico russo.

        La Sinfonia di salmi che fu commissionata a Stravinskij da parte di Sergei Kusevickij nel 1930 per celebrare il cinquantenario della fondazione della Boston Symphony Orchestra. Per il compositore russo fu un invito gradito, visto che da tempo pensava di scrivere una pagina sinfonico-corale di una certa ampiezza. Ricorda Stravinskij nelle sue Croniques de ma vie : “Nel mio pensiero la sinfonia avrebbe dovuto essere un’opera di grande sviluppo contrappuntistico e, a questo scopo, occorreva ampliare i mezzi a mia disposizione. Finalmente fermai le mie ricerche su un complesso corale e strumentale in cui i due elementi si trovassero allo stesso livello, senza alcun predominio dell’uno sull’altro.” Quanto al testo, rappresentato da tre salmi davidici (XXXVIII, XXXIX, CL), Stravinskij musicò la versione latina della Vulgata.

        Il Coro, diretto dal Maestro Martino Faggiani, ha in questa Sinfonia un ruolo fondamentale, diviene interprete del senso sacro della vita, profondamente connaturato al popolo russo e sempre presente in Stravinskij, come in questa Sinfonia di salmi, in cui il compositore traccia un percorso catartico in tre tappe, quasi come in un’ascensione attraverso inferno, purgatorio e paradiso: il Preludio rappresenta la sofferenza, la tensione emotiva, il secondo movimento si apre invece alla speranza, alla dolcezza, infine nel Laudate si sprigiona la Gloria divina, la beatitudine.

        Nella seconda parte della serata sarà eseguita la Sinfonia n.3 in do minore op. 44 di Sergej Proko’ev, che costituisce probabilmente la vetta più alta della produzione sinfonica del musicista russo. Tra il 1925 e il 1927 Proko’ev terminò L’Angelo di Fuoco, che avrebbe visto le scene solo nel 1955 a Venezia. La Sinfonia n. 3 è costituita in gran parte da materiali tematici di quell’opera e benché vada considerata indipendentemente dalla trama dell’Angelo di Fuoco, essa risente inevitabilmente di quell’atmosfera compositiva. Qui Proko’ev intenzionalmente deforma i temi cantabili e li fa sovrastare da un’orchestra tumultuosa che doveva suonare sconvolgente all’orecchio dello spettatore dell’epoca. Essa è dedicata a Miaskovski, musicista russo di dieci anni più anziano di Proko’ev, uno dei compositori più fecondi e attivi nel campo del rinnovamento culturale del suo paese.

  

_________________________________

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

giovedì 23 ottobre 2003, ore 20.30

 

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

Igor’ Stravinskij

Sinfonia di salmi, per coro e orchestra

 

Sergej Prokof’ev

Sinfonia n. 3 in do minore op. 44

 

Maestro del Coro MARTINO FAGGIANI

 

Direttore BRUNO BARTOLETTI

 

_________________________________

 

 

 

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl