Un video documentario dedicato a Renata Tebaldi: la donna, l'artista, il mito

01/giu/2007 06.20.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Renata Tebaldi:la donna,l’artista, il mito

Un video-documentario dedicato

a una delle più grandi voci del XX secolo

Realizzato con il sostegno di FondazioneCariparma

e Teatro Regio di Parma

Teatro Regio di Parma

giovedì 7 giugno 2007, ore 20.30

ingresso libero

 

 

Fuproprio Toscanini, in uno di quei limpidi giudizi che scavalcano il tempo e gliuomini – a definirla “voce d’angelo”: e così, RenataTebaldi, una delle più affascinanti voci di soprano del secolo scorso, èrimasta perfetta icona del teatro d’opera in ogni parte del mondo, dalsuo esordio scaligero del 1946 sino al 1976, anno in cui si chiudedefinitivamente il sipario su di una carriera esemplare: tante infatti sono leopere indissolubilmente legate alla cifra interpretativa del soprano parmense,da Aida a Tosca, da Traviataa Adriana Lecouvreur passando perOtello, Falstaff e Andrea Chenier.

 

Ildocumentario Renata Tebaldi. La donna,l’artista, il mito a cura di Mauro Biondini,realizzato con il sostegno della Fondazione Cariparma e del Teatro Regio di Parma e conil patrocinio di Gazzetta di Parma e Comune di Langhirano, vuole essere un sensibile epremuroso omaggio alla grande interprete scomparsa nel dicembre 2004,ripercorrendo nel contempo le più significative tappe della sua vita di donna edi artista, dagli anni di studio presso il Conservatorio di Parma sino allevicende, ai trionfi nei più grandi teatri del mondo, agli incontri con iprotagonisti musicali della sua epoca.

 

«Lafigura di Renata Tebaldi – spiega Carlo Gabbi, Presidente dellaFondazione Cariparma – è tra i più emblematici esempi di come unterritorio, quale quello parmense, sia stato nel tempo costantementeprotagonista di una cultura alta, laddove grandi interpreti e grandiistituzioni musicali hanno saputo creare e diffondere, ben oltre i confininazionali, un riconosciuto patrimonio di arte e di idee».

 

Unavita rivissuta dunque attraverso le sue foto, filmati, ma soprattutto ricordataattraverso la testimonianza in prima persona del grande soprano nel vivo deipiù importanti episodi di una carriera straordinaria, dagli aneddoti“dietro le quinte” alla presunta rivalità con la Callas.

 

Ildocumentario sarà proiettato in anteprima giovedì 7 giugno alle ore 20.30presso il Teatro Regiodi Parma, con ingresso libero sino a esaurimento dei posti.

 

 

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 039331
p.maier@teatroregioparma.org

stampa@teatroregioparma.org

www.teatroregioparma.org

 

IVs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03.Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la confermadell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mailsono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche apersone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMIa questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamenterimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosiMULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi asegnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl