Il successo degli Avion Travel e l’arrivederci di Note di Notte

10/ago/2007 11.30.00 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il successo degli Avion Travel e l’arrivederci di Note di Notte

È dalla Villa Comunale di Vittoria che si sono levate con successo le Note
di Notte degli Avion Travel, ultimi ospiti in calendario per l’edizione 2007
del Festival.
Dopo i saluti e i ringraziamenti di Mariolina Marino e del Sindaco Giuseppe
Nicosia, gli Avion Travel salgono sul palco ed aprono il concerto con Danson
metropoli, brano che ha dato sia il nome all’album dedicato a Paolo Conte,
realizzato sotto la sua direzione artistica, che al conseguente tour del
gruppo casertano.
“Gentilissimo pubblico di Vittoria, innanzitutto la buona creanza: buonasera
dalla Piccola Orchestra Avion Travel”.
Saluta così gli intervenuti Peppe Servillo, istrionico frontman della
formazione.
Pur essendo oggi un quartetto formato, oltre che da Servillo alla voce, da
Fausto Mesolella alle chitarre, Mimmo Ciaramella alla batteria e Vittorio
Remino a basso e contrabbasso, i quattro sono accompagnati da Flavio
D’Ancona alle tastiere e Martina Marchiori al violoncello, ricreando così
l’atmosfera da Piccola Orchestra.
Ma che sia Piccola Orchestra o che sia quartetto, il marchio Avion Travel è
sempre una garanzia di ottima musica, esibizioni impeccabili, teatralità
dell’interpretazione; teatralità spontanea ed istrionica appunto, senza
artifici o pedanterie.
Arte, insomma.
Tra fumo e giochi di luci eleganti, il concerto si snoda attraverso una
fitta scaletta con presenza massiccia delle canzoni di Paolo Conte,
ovviamente, ma anche con incursioni nella produzione Avion Travel come Dormi
e sogna, brano presentato al Festival di Sanremo nel 1998 e Sentimento, con
cui hanno vinto il Festival nel 2000.
E ancora, un salto indietro nel tempo con Canzone appassionata di E.A. Mario
e poi tanto Paolo Conte: da Cosa sai di me? a Il giudizio di Paride, più
“pezzo teatrale” interpretato da Servillo e Mesolella che semplice canzone,
composta proprio per gli Avion Travel; da Aria di te, proposta dal quartetto
Servillo, Mesolella, Ciaramella, Remino, ad Aguaplano che vede nuovamente
sul palco Flavio D’Ancona e Martina Marchiori.
Riempiendo la scena con voce e gesti, Servillo ha in mano una giacca: “ci
sono cose che vanno fatte con rispetto, come se si stesse entrando in casa
d’altri. La canzone che stiamo per fare è una di quelle canzoni per noi
talmente belle…che va interpretata con la giacca”. E indossata la giacca,
Servillo canta Un vecchio errore dell’Avvocato della musica italiana.
Mutando rapidamente atmosfera è la volta di Spassiunatamente che vede
duettare, ancora tra canto e recitazione, ancora su testo e musica di Conte,
Servillo e Ciaramella che lascia la batteria per darsi alla voce.
Ogni brano è sottolineato dall’entusiasmo del pubblico e giunti ai saluti
finali, quando Peppe Servillo annuncia l’ultimo brano, subito si levano i
“nooo” di protesta. Con pronta ironia e irresistibile accento campano “E
fateci fare! Tanto è tutta una finta che va fatta!”
Così è, si segue la prassi: gli Avion interpretano ancora Conte e la sua
Sijmadicandhapajiee e lasciano il palco. Applausi, applausi e ancora
applausi fanno tornare i musicisti sulla scena e tra un gioco di luci rosse
e bianche è la volta di Abbassando, produzione Avion Travel, e di Elisir del
maestro astigiano.
Gli Avion Travel ringraziano ancora, salutano e lasciano definitivamente la
scena intrattenendosi dietro le quinte con i tanti che vogliono
complimentarsi, avere un autografo, scattare una foto.
Anche questa volta Note di Notte ha avuto come compagna di viaggio la
galleria La Veronica arte contemporanea che ha presentato l’installazione
L’eterna attesa di Sasha Vinci e che nel fine settimana, negli spazi di Via
Grimaldi a Modica, presenterà l’installazione fotografica di Adelita
Husni-Bey pensata per il Festival - per il concerto di Giovanni Sollima - e
non proposta in quella occasione per un allarme meteo fortunatamente
rientrato.
Non poteva mancare nemmeno il momento gastronomico che ha avuto veste più
informale del solito, ma non meno gradita, con pizza, panini e birra “di
casa”, la birra artigianale Paul Bricius prodotta proprio a Vittoria.
L’Associazione The Entertainer che organizza Note di Notte si congeda
temporaneamente dal pubblico che ha seguito l’itinerario musicale del
Festival restando impegnata nel tentativo di recuperare la data di Sergio
Cammariere prevista per giorno 11 luglio e saltata per problemi di salute
del musicista non ancora risolti.
E non esclude possibili extra calendario nelle prossime settimane…


Modica 9 agosto 2007

Ufficio Stampa
Stefania Pilato
3382343355
stefaniapilato@gmail.com
Francesco Micalizzi
3392878013
fmicalizzi@hotmail.com

_________________________________________________________________
C'è una nuova amica su Messenger… E' Doretta!
http://www.doretta82.it/banner/index.html

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl