SEZZE, successo per la presentazione di “Mid by Midwest” di Mauro Di Capua

29/mar/2017 13:20:40 simonedigiulio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Momenti di pura energia al Magazzino Centro Studi d’Arte per la presentazione ufficiale del disco “Mid by Midwest”, ultimo lavoro del chitarrista setino Mauro Di Capua. All’interno della struttura di via Fanfara 66, messa a disposizione dal direttore artistico dell’associazione, sono state tante le persone che si sono radunate per conoscere nei dettagli il nuovo prodotto del chitarrista diplomato all’Università della Musica di Roma e poi formatosi nell’ambiente di Los Angeles durante la sua esperienza al Git. Di Capua, chitarra tra le mani, non ha esitato a svelare nel dettaglio le tappe che lo hanno portato alla realizzazione di questo concept album che fonde sonorità country e cinematic a improvvisazioni di stampo jazz rock. Stuzzicato dalle domande dei giornalisti Lucia Rossi (vicedirettrice della rivista Rock&Metal in My Blood) e Simone Di Giulio (responsabile della comunicazione de Il Magazzino), ha alternato spiegazioni a momenti di ascolto, affascinando il pubblico presente, non prima di aver ringraziato Vincenzo Persi per l’ospitalità ed essersi complimentato con lui, suo amico d’infanzia, per quanto sta realizzando dal punto di vista culturale in questo territorio e non solo. Un passaggio importante del pomeriggio di domenica Mauro Di Capua lo ha voluto dedicare ai musicisti che si sono gettati nell’avventura ed hanno messo a disposizione le loro competenze per suonare i pezzi che compongono l’album, i batteristi Luca Fareri ed Andrea Frainetti, i bassisti Peppe De Angelis, Andrea Arena e Fabio Testa, Gabriele Manzi che si è occupato degli archi e Rory Alexander che nel disco ha cantato alcuni brani. Prima della presentazione e dell’intervista che sarà pubblicata su Rock&Metal in My Blood, Salvatore Di Gigli ha introdotto la serata con un testo sul concetto di viaggio, lo stesso viaggio che ha portato l’artista setino in giro per il mondo per perfezionare la sua tecnica e per costruire quel bagaglio musicale che nel disco “Mid by Midwest” viene fuori in maniera prepotente. Soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa da Vincenzo Persi, direttore artistico del Magazzino, che ha dato appuntamento alle prossime iniziative che la sua associazione ha in cantiere.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl