Stagione 2007-2008 del Teatro Regio di Parma

27/ott/2007 18.49.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

Stagione 2007/2008

del Teatro Regio di Parma

Viaggio nella musica, nel teatro, nelladanza

 con interpreti e spettacoli di assolutorilievo

 

 

Stagione Lirica

 

Con la prima rappresentazione italiana in forma scenicadelle Szenen aus Goethes Faust (Scene dal Faust di Goethe) di RobertSchumann, si inaugura il prossimo 13 gennaio la Stagione Lirica2008 del Teatro Regiodi Parma. Un cartellone con interpreti e spettacoli di assoluto rilievo, apertoalle più varie forme ed espressioni del teatro musicale degli ultimi tresecoli. Dopo l’inaugurazione nel solco del mito faustiano, ecco il capolavoroamericano di George Gerswshin Porgy and Bess,l’ultima opera comica di Wolfgang Amadeus Mozart Così fan tutte e LaBohème il titolo più amato di Giacomo Puccini.

 

Al Teatro Regio di Parma continua l’esplorazione delle grandi partitureispirate alla leggenda faustiana. Nuovo ed eccezionale l’impegno di quest’anno,con la prima rappresentazione italiana in forma scenica del capolavoro dellamusica romantica scritto da Robert Schumann, percorrendo i momenti culminantidel dramma di Goethe. Le Scene dal Faust diGoethe saranno affidate alle magie teatrali di Hugo de Ana, chetorna a Parma per cimentarsi ancora una volta con il mito faustiano. Dopo Faust di Gounod e La Damnation di Faust di Berlioz è lavolta del visionario capolavoro del musicista tedesco che impegnerà un caststraordinario, con Michele Pertusi, Marcus Werba, Daniela Bruera, NinoSugurladze, Desirée Rancatore, fra gli interpreti principali. Autorevoleinterprete di questo repertorio, dai tempi dello storico progetto sul Manfred di Schumann con Carmelo Bene, saràDonato Renzetti a dirigere l’Orchestra, il Coro e le voci bianche del Teatro Regio di Parma nelletre parti di questa colossale partitura. Per questa opera, come per le altredel cartellone, maestro del coro è Martino Faggiani.

 

Porgy and Bess diGeorge Gershwin è il secondo titolo della Stagione Lirica 2008 del Teatro Regio di Parma. Ilpiù originale innesto scaturito fra il teatro musicaleoccidentale e la musica d’oltreoceano, un’opera intensamente americana che hareso immortale la vena melodica di Gerswhin con pagine come Bess You Is My Woman Now e Summertime. Dal 13 febbraio il pubblico diParma potrà ammirare lo storico allestimento del New York Harlem Theatredepositario dell’eredità artistica dell’autore. Nei ruoli principali sialterneranno cantanti del New York Harlem Theatre che hanno una profondaconsuetudine con questo repertorio. L’Orchestra del TeatroRegio di Parma è affidata alla bacchetta di un interprete esperto quale WillianBarkhymer.

 

Assente da quarant’anni dal palcoscenico di Parma, Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozartdebutta il 20 marzo nel coinvolgente allestimento che Adrian Noble ha firmatoper l’Opéra de Lyon. Ammirato per le sue intense versioni dei drammishakespeariani, il regista inglese ripropone sotto una luce nuova il gioco dicoppie immaginato da Lorenzo Da Ponte per l’ultimo incontro teatrale con ilgenio di Salisburgo. Un cast di giovani e già affermati interpreti composto daIrina Lungu, Serena Gamberoni, Alex Esposito, Francesco Meli, StefanieIrányi e Andrea Concetti esalterà il clima di sorpresa e disincanto che sirespira in questo spettacolo.

 

Finale di stagione, il 18 aprile con un omaggio aGiacomo Puccini nel centocinquantesimo anniversario della nascita. La Bohéme vedrà il ritorno a Parma delsoprano Svetla Vassileva dopo i recenti trionfi nella Traviata del Festival Verdi 2007.Nell’allestimento firmato da Francesca Zambello per il Teatro Regio di Parmacantano il tenore Stefano Secco nei panni di Rodolfo, il soprano ValentinaFarkas nel ruolo di Musetta, con Leonardo Lopez Linares e Gabrele Viviani acompletare il cast affidato a Bruno Bartoletti.

 

StagioneConcertistica

 

Bacchette di caratura internazionale e prestigiosicomplessi sinfonici rendono di assoluto valore gli eventi della StagioneConcertistica 2007/2008 del Teatro Regio di Parma. Direttori del calibro di Rafael Frühbeck deBurgos, Daniel Harding, Emanuel Krivine, Zubin Mehta, Anthony Pappano,Esa-Pekka Salonen, Inma Shara si alterneranno sul podio di complessi sinfonicicome la Philharmonia di Londra, l’Israel Philharmonic Orchestra, la Mahler Chamber Orchestra,l’Orchestre Philharmonique du Luxemburg, l’Accademia Nazionale di SantaCecilia, oltre all’Orchestra del Teatro Regio di Parma. Ampio il respiro delle proposteche spaziano dalla musica barocca al repertorio contemporaneo, con unparticolare risalto dedicato alla musica del grande romanticismo europeo.

 

L’inaugurazione è affidata al Coro e all’Orchestra del TeatroRegio di Parma, il 15 dicembre, con un programma consacrato a musiche diSchumann e Mendelssohn dirette da Rafael Frühbeck de Burgos.

Ancora un concerto impegnerà in stagione l’Orchestra del TeatroRegio di Parma (2, 3 febbraio), con il talento e la passione di Inma Sharanell’originale programma dedicato alla vicenda di Romeo e Giuletta evocatadalle note di Berlioz, Čajkovskij e Prokof’ev.

 

Dopo la folgorante esibizione dello scorso anno al Teatro Regio tornano la Philharmonia Orchestradi Londra ed Esa-Pekka Salonen (4 febbraio), sul podio per un programma a cuipartecipa il pianista Juho Pohjunen nel Primo Concerto beethoveniano e dove la Sagra della primavera di Stravinskij èaffiancata all’esecuzione di Oiseauxexotiques, omaggio al grande compositore francese Olivier Messiaen,nel centenario della nascita.

 

Duplice e prestigioso l’appuntamento con l’Orchestradell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in tournée a Parma con il suodirettore musicale (22 e 24 febbraio). Assieme a un programma interamentededicato a Brahms, Anthony Pappano ripropone le pagine eseguite in occasionedel concerto che salutò la nascita, cento anni fa, del prestigioso complessosinfonico.

 

Fondata da Claudio Abbado e in questa occasione affidataal suo celebrato allievo Daniel Harding, debutta a Parma la Mahler Chamber Orchestra(1, 3 marzo), con la Seconda Sinfonia di Brahms e il Concerto di Dvořák che vedeimpegnata la violinista Isabelle Faust.

 

L’Orchestre Philharmonique du Luxemburg offrirà la raraopportunità di ammirare l’arte direttoriale di Emanuel Krivine (4 aprile), sulpodio per il Terzo Concerto beethoveniano, solista Rudolf Buchbinder e la Quarta Sinfonia diMahler, con la voce del soprano Sally Matthews.

 

Attesissimo Zubin Mehta, il mitico direttore che torna aParma alla guida della Israel Philharmonic Orchestra, a cui è legato da unintenso sodalizio e da tante trasferte in tutto il mondo, per una seratainteramente dedicata a musiche beethoveniane, concluse dall’Eroica (14 aprile).

 

Fra gli appuntamenti di musica da camera, importantirecital vedranno i pianisti Grigory Sokolov (17 gennaio) e Alexander Lonquich(12 febbraio) impegnati al pianoforte con Chopin, Schumann e Debussy, ilrinomato Trio di Parma con il violista Simonide Braconi (17 marzo) esploreràcapolavori di Schubert, Mendelssohn e Schumann. Altre pagine della grandestagione romantica vedranno cimentarsi i versatili Solisti del Teatro Regio di Parma (28gennaio).

 

Di rilievo l’appuntamento con la musica antica cheprevede un maestro di carisma come Jordi Savall che con la sua viola barocca ela presenza di Rolf Lislevand alla tiorba affronterà un’originale ricognizionenella musica inglese e francese fra Cinque e Seicento (29 febbraio).

 

Per l’inaugurazione del X Festival della ChitarraNiccolò Paganini la stagione del Teatro Regio di Parma propone, infine, l’incontrocon un solista eccellente di questo strumento: Manuel Barrueco che con ilQuartetto Latino Americano affronterà pagine di autori novecenteschi e, inparticolare, di Astor Piazzolla (15 aprile).

 

ParmaDanza

 

Il FestivalParmaDanza 2008 offre il meglio della grande danza internazionale e due primenazionali. Dal 3 al 30 maggio si avvicendano sul palcoscenico del Teatro Regio cinque titoliper ben tredici rappresentazioni, accompagnate da un ricco calendario diattività collaterali.

 

L’onore del debutto spetta alla compagnia classica chemeglio rappresenta nel mondo la più pura tradizione tardo-romantica e che siesibisce a Parma per la prima volta: il Balletto Mariinskij di San Pietroburgo– conosciuto in epoca sovietica come Kirov (3, 4 maggio). La splendida compagniarussa, fiorita sotto l’egida degli zar nella seconda metà dell’800 grazie almaître de ballet francese Marius Petipa, conserva devotamente e mantiene vivoil sontuoso repertorio di tradizione imperiale. Gemma dell’epoca il classicodei classici: Il lago dei cigni,su musica di Pëtr Ili’č Čajkovskij eseguita dall’Orchestra del TeatroRegio di Parma - che sarà successivamente in tournée con questo spettacolo aModena e Ferrara. La compagnia pietroburghese porta in scena la redazionesovietica del balletto di Konstantin Serge’ev, la più fedele all’originale diPetipa e Ivanov del 1895.

 

Uscita dal vivaio dell’Accademia Vaganova di SanPietroburgo e stella per anni del Balletto Mariinskij, oggi diva assoluta delBalletto Bol’šoj di Mosca nonché étoile internazionale, la divina Svetlana Zakharovatorna al Teatro Regiodi Parma, dopo il trionfo di due edizioni fa, con un nuovo, entusiasmante Galà.“Svetlana Zakharova and Friends” (9, 10 maggio) vedrà la ballerina russaesibirsi in nuovi pas de deux e assoli, accompagnata dagli eccellenti balleriniincontrati in questi anni di carriera internazionale.

 

Indicato dalla grande stampa internazionale come lamigliore compagnia di danza contemporanea cinese, sull’onda dei grandi successinelle innumerevoli tournée, arriva in prima nazionale a ParmaDanza il CloudGate Dance Theatre di Taiwan (14, 15, 16, 17 maggio). L’ensemble, fondato nel1973 dal coreografo Lin Hwai-Min, si compone di ventiquattro balleriniformati alla discipline orientali del Tai Chi Tao Yin, della meditazione, dellearti marziali, ai movimenti dell’opera cinese e alla calligrafia, ma anche alladanza moderna e alla danza classica occidentali. In Moon Water, spettacolo di sorprendente fascino, oriente eoccidente dialogano poeticamente tra loro in una raffinata cornice scenica, coni corpi dei danzatori accompagnati dalle note delle Suites per violoncello diBach.

 

Carolyn Carlson ha lasciato un’impronta indelebile nelladanza come danzatrice, coreografa, direttrice artistica. Oggi, in veste didirettrice del Centre Choréographique National de Roubaix Nord-Pas de Calais,l’artista firma una nuova, attesissima creazione intitolata Eau, a ParmaDanza in prima nazionale (22,23 maggio). Nel segno delle collaborazioni eccellenti, Eau è cofirmata dal giovane e talentuosomusicista Joby Talbot e dal creatore di immagini Alain Fleischer. In scenadodici ballerini che con i dodici musicisti dell’Orchestra del TeatroRegio di Parma, esploreranno sette stati del più fuggevole tra gli elementinaturali: l’acqua.

 

In un unico, affascinante programma, il Corpo di Ballodel Teatro alla Scala e la sua étoile Roberto Bolle si esibiranno in una Serata Petit (29, 30 maggio) con musicheeseguite dall’Orchestra del Teatro Regio di Parma diretta da David Garforth.Acclamato sui palcoscenici di tutto il mondo per le sue creazioni dallo spiritosquisitamente francese, Roland Petit regala alla compagnia scaligera untrittico di immortali capolavori, a cominciare da quella Carmen su musica di Bizet che nel 1949affermò internazionalmente il nome del giovane corografo e quello della moglieZizi Jeanmaire. Capostipite del balletto esistenzialista, Le Jeune homme et la Mort, nato da un’ideadi Jean Cocteau, illuminò le scene di un’irripetibile stagione artisticafrancese. Sulla Passacaglia diBach sarà un tenebroso Roberto Bolle ad interpretare le Jeune Homme, in undrammatico testa a testa con la Morte, che con le sembianze di una bellissimadonna lo sfiderà nella sua soffitta sui tetti di Parigi. Prende spunto dalladrammatica pièce teatrale di Alphonse Daudet il balletto L’Arlésienne, creato da Petit nel 1974sull’omonima partitura di Bizet, a Parma in un nuovo allestimento.

 

Imparolopera

 

Le stesse opere che compongono il cartellone dellaStagione Lirica, ma ripensate, riviste, rimontate e adattate per il pubblico didomani, per gli allievi delle scuole elementari e medie, a comporre una vera epropria Stagione Lirica. Così si presenta Imparolopera, l’iniziativa del Teatro Regio di Parma chenel corso delle precedenti edizioni ha già coinvolto diecine di migliaia dibambini entusiasti, alla scoperta di quella fiaba incantata che ai loro occhisi svela essere l’opera lirica.

Come per la stagione precedente, il calendario deglispettacoli per i giovanissimi infatti scorrerà in parallelo al cartellone dellastagione lirica, con quattordici recite complessive nell’arco di quattro mesi.Così la rivisitazione fantastica del mito faustiano nelle Scene dal Faust di Goethe di Schumann, ladirompente passione di Porgy e Bess,l’incanto della musica mozartiana del Cosìfan tutte, la commozione della Bohémevivranno sulla scena anche per i bambini e gli adolescenti.

Le opere saranno proposte secondo l’ormai collaudataformula che impegna i migliori allievi delle classi di canto del Conservatorio“Arrigo Boito” di Parma, con la regia ed i testi di Bruno Stori e con ilcoordinamento musicale di Donatella Saccardi. Nella fusione di recitazione e dicanto, gli spettacoli costituiscono una stagione unica nel panorama italiano.

 

Le Tournée del Teatro Regio di Parma

 

Quasi due secoli di ininterrotta storia e tradizione, dipassione e di qualità consegnano il Teatro Regio di Parma a un ruolo di primo pianoin campo internazionale. A sancirne in modo inequivocabile il prestigio affermatonel Festival Verdi e nelle sue Stagioni Liriche e Concertistiche, leproduzioni, l’Orchestra, il Coro e le maestranze tecniche del Teatro Regio sono richiesteda istituzioni e teatri di tutto il mondo.

 

Dopo i recenti successi a Città del Messico, Munbay,Nuova Delhi e Parigi, quest’anno il Teatro Regio di Parma accoglie gli inviti delTeatro di Bilbao, dove verrà rappresentata Aidanella produzione del Festival Verdi (24, 26, 29 novembre, 1 dicembre), delCultural Centre di Hong Kong, dove sarà presentato lo storico allestimento di Rigoletto firmato da Pierluigi Samaritani(7, 8, 9, 10, 11 marzo), mentre un concerto lirico segna il ritorno del nostroteatro nell’affascinante cornice del Purana Qila di Nuova Delhi (10 dicembre),l’antica fortezza che proprio per il Teatro Regio di Parma aveva per la prima voltaaperte le sue porte al pubblico.

 

ContrAppunti

percorsiintorno alla musica

 

Incontri, pubblicazioni, mostre, appuntamenti tenuti daimassimi esperti di diverse discipline, per offrire a un pubblico sempre piùvasto conoscenze, acquisizioni e scoperte: i risultati del lavoro di studiosi ericercatori, corredati da esempi musicali anche dal vivo, proiezioni diimmagini e filmati, esposti con l’intento di rendere l’evento culturale unapiacevole esperienza personale. In collaborazione con Conservatorio “A. Boito”di Parma, Istituzione Casa della Musica, Istituto nazionale di studi verdini.

 

Prima che si alzi il sipario

Incontri di presentazione delle opere in cartellone

Ridotto del Teatro Regio - ingresso libero

Con l’apertura della Stagione Lirica del Teatro Regio di Parma, sirinnova l’appuntamento con il seguitissimo ciclo di incontri di presentazionedelle opere in cartellone. L’introduzione all’opera vedrà la partecipazione dialcuni dei protagonisti e si concluderà, come amata consuetudine, conl’esecuzione dal vivo di brani vocali e strumentali proposti dagli allievi delConservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, preparati da DonatellaSaccardi.

 


Quella sera al Regio…

La Stagione Lirica dal palcoscenicoallo schermo

Auditorium della Casa della Musica

ingresso libero fino ad esaurimento dei sessanta postidisponibili

Si rinnova l’iniziativa che vuole conservare etrasmettere l’irripetibilità dello spettacolo dal vivo che diventa un film capacedi conservare per sempre la memoria di grandi serate di musica e di spettacolo.In un organico progetto didattico-divulgativo curato dalla Casa della Musica edal Teatro Regiodi Parma “Quella sera al Regio...” è un modo per rivedere o vedere per la primavolta su grande schermo le opere presentate lo scorso anno dal Teatro Regio di Parma.

 

Giornate di Studi

Le Giornate di Studi, inserite nel percorso“ContrAppunti”, affiancano gli incontri, le pubblicazioni, le mostre e gliappuntamenti col pubblico tenuti dai massimi esperti di diverse discipline peroffrire nuove occasioni di approfondimento a un pubblico sempre più vasto.

 

I trucchi del mestiere

Laboratorio didattico condotto da Maria Vittoria Cileirivolto agli insegnanti delle scuole elementari

Ridotto del Teatro Regio

Il laboratorio, realizzato nell’ambito di Imparolopera econdotto da Maria Vittoria Cilei, docente del corso di Storia della musica edel corso di didattica della musica presso il conservatorio “A. Boito” di Parmaé rivolto agli insegnanti delle scuole elementari. Ecco svelati i segreti diuna produzione complessa che coinvolge musica, parola, luci, costumi,scenografia ecc., stimolando così una migliore comprensione dellarappresentazione e una maggiore capacità di ascolto.

 

Tu conosci Verdi?

XXIV edizione del concorso

promosso dal Gruppo Appassionati Verdiani “Club dei 27”

Il concorso, riservato agli alunni delle classi quinteelementari di Parma e provincia, propone lo svolgimento individuale di un temao un disegno sul soggetto “Vita e opere di Giuseppe Verdi”. In virtù dellacollaborazione con Imparolopera, le scolaresche potranno avvalersi delcontributo dei soci del “Club dei 27”per approfondire la conoscenza dell’opera, arricchire la propria formazioneassistendone alla rappresentazione e valorizzarla con la partecipazione alconcorso.

 


 


 

 

Stagione del Teatro Regio di Parma

2 0 0 7 / 2 0 0 8

 

 

Stagione Lirica 2008

 

 

 

Teatro Regio di Parma

 

 

13, 16, 20, 23, 26gennaio 2008

Szenen aus Goethes Faust

(Scene dal Faust di Goethe)

Musica di Robert Schumann

 

 

13, 14, 15, 16, 17febbraio 2008

Porgy and Bess

Musica di George Gershwin

 

 

20, 22, 26, 28, 30marzo 2008

Così fan tutte

ossia la scuola degli amanti

Musica di Wolfgang Amadeus Mozart

 

 

18, 20, 22, 24, 26aprile 2008

La Bohème

Musica di Giacomo Puccini

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl