Gala benefico della Croce Rossa Italiana con Solisti e Primi Ballerini del Teatro alla Scala

23/nov/2007 16.20.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Gala benefico della Croce Rossa Italiana

con Primi Ballerini e Solisti del Teatro alla Scala

La serata a favore dell’Unità Operativa Pediatria e Oncoematologia

dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Teatro Regio di Parma

lunedì 3 dicembre 2007, ore 20.30

 

 

Il Comitato Nazionale Femminile di Parma della Croce Rossa Italiana è da sempre particolarmente attivo nell’assistenza ospedaliera al fianco dei malati e dei loro cari, assiste gli anziani soli, aiuta i giovani in difficoltà, è vicino ai bambini ammalati. I volontari della Croce Rossa per sostenere le attività benefiche e di intervento umanitario promuovono periodicamente manifestazioni culturali, spettacoli teatrali e cinematografici, serate di gala. Ecco che il Comitato Nazionale Femminile di Parma della Croce Rossa Italiana ha pensato di coinvolgere Gilda Gelati, Prima Ballerina del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala, nell’ideazione di un Gala di Danza benefico a favore dell’Unità Operativa Pediatria e Oncoematologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, diretta dal Dott. Giancarlo Izzi. Sul palcoscenico del Teatro Regio lunedì 3 dicembre 2007, ore 20.30, si esibiranno Stefania Ballone, Sabrina Brazzo, Beatrice Carbone, Gilda Gelati, Alessandro Grillo, Riccardo Massimi, Marco Messina, Marta Romagna, Fabio Saglibene, Andrea Volpintesta, che danzeranno un programma di coreografie classiche e contemporanee su musiche di Johann Strauss figlio, Whelan, Schubert, Stravinskij, Massenet, Aubry, Čajkovskij, Mendelssohn-Bartholdy, Duke Ellington.

 

Gilda Gelati, parmigiana d’origine, ha così testimoniato la sua pronta solidarietà all’iniziativa. Alle ragioni affettive che mi legano a Parma, da quando ballo si sono aggiunte forti motivazioni artistiche, calcare infatti la scena prestigiosa del Regio mi ha sempre riempito d’orgoglio, a maggior ragione in un’occasione come quella proposta dalla Croce Rossa che fa riferimento a profonde finalità umanitarie, per la quale sono davvero grata al Teatro Regio di Parma che ha aderito e sostenuto con prontezza ed entusiasmo questa iniziativa. Sono lieta di avere coinvolto in questa occasione un gruppo di colleghi a cui manifesto la mia stima non solo per le loro capacità professionali, ma anche per la sensibilità che hanno manifestato ancora una volta.

 

Tutti noi, in questo momento del tutto particolare che la Società sta vivendo,- scrive il Dott. Izzi - abbiamo difficoltà a trovare punti di riferimento certi in tanti campi del vivere civile. La famiglia non è più un luogo di certezze, le amicizie sono spesso fallaci e volubili, la solidarietà spesso si limita ad un atto economicamente più o meno significativo e chi ha problemi di salute, chi vive momenti di speranze distrutte si trova spesso solo. In questo mondo così confuso, tanto da sembrare povero di solidarietà e di aiuto concreto, c’è una struttura nella quale chiunque in difficoltà può trovare rifugio e ascolto: la Croce Rossa, in particolare – nell’esperienza di Parma – la Sezione Femminile della Croce Rossa Italiana. Nel mio campo di attività, mi sono trovato a dover cercare risposte per bambini che – venuti in cerca di salute nel nostro reparto da vicino o da molto lontano – avevano bisogno di essere accompagnati in percorsi sanitari non semplici e quando mi sono rivolto alla Sezione Femminile della Croce Rossa Italiana di Parma ho sempre trovato ascolto, disponibilità e risposte efficaci e pronte. Spero che questa mia testimonianza sia utile affinché chiunque voglia dare, aiutando e propugnando i concetti e le azioni della Sezione Femminile della Croce Rossa ltaliana di Parma, un aiuto agli ultimi, ai bambini più bisognosi, abbia la certezza che questo atto di solidarietà va a buon fine e là dove c’è bisogno, dove i bambini richiedono un’assistenza professionalmente attenta, solerte, solidale, senza frontiere, senza limiti di alcun genere.

 

Biglietti: poltrona € 30,00; palco € 25,00; galleria € 10,00. L’incasso della serata sarà devoluto a favore dell’Unità Operativa Pediatria e Oncoematologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Parma Tel. 0521 039399 biglietteria@teatroregioparma.org  www.teatroregioparma.org

 

 

 

 

Gala di danza

Teatro Regio di Parma, lunedì 3 dicembre 2007, ore 20.30

 

Il pipistrello

Musica Johann Strauss figlio

Interpreti Gilda Gelati, Andrea Volpintesta

 

Darkness is about to pass

Musica Bill Whelan

Interpreti Stefania Ballone, Fabio Saglibene

 

La morte e la fanciulla

Musica Franz Schubert

Interpreti Beatrice Carbone, Marco Messina

 

The Cage

Musica Igor Stravinskij

Interpreti Sabrina Brazzo, Riccardo Massimi

 

Il lago dei cigni

Musica Petr Il’ič Čajkovskij

Interpreti Marta Romagna, Alessandro Grillo

 

Pas de deux

Musica René Aubry

Interpreti Beatrice Carbone, Riccardo Massimi

 

L’histoire de Manon

Musica Jules Massenet

Interpreti Gilda Gelati, Andrea Volpintesta

 

Sogno di una notte di mezza estate

Musica Felix Mendelssohn-Bartholdy

Interpreti Marta Romagna, Alessandro Grillo

 

The river

Musica Duke Ellington

Interpreti Sabrina Brazzo, Riccardo Massimi, Fabio Saglibene

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl