Con Esa-Pekka Salonen e la Philharmonia Orchestra il Regio di Parma celebra il centenario della nascita di Olivier Messiaen

29/gen/2008 11.10.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

ConEsa-Pekka Salonen

e la Philharmonia Orchestra

il Teatro Regio di Parmacelebra

ilcentenario della nascita di Olivier Messiaen

Il celebre direttore rendeomaggio al compositore francese

in un concerto con musichedi Debussy e Stravinskij

Teatro Regio di Parma

lunedì 4 febbraio 2008, ore 20.00

 

 

Con l’eccezionale presenza di Esa-Pekka Salonen sulpodio della Philharmonia Orchestra di Londra il Teatro Regio di Parmacelebra lunedì 4 febbraio 2008, ore 20.00 (turno A), il grande compositorefrancese Olivier Messiaen di cui ricorre quest’anno il centenario dellanascita. Nel programma del concerto aperto da LaMer di Claude Debussy e concluso dal Sacre du printemps di Igor Stravinskij saranno eseguiti, conTamara Stefanovich al pianoforte, Oiseauxexotiques, capolavoro di straordinaria suggestione dove Messiaenriversa tutta la sua profonda passione per il canto degli uccelli.

 

“La natura, il canto degli uccelli sono le mie passioni.Sono anche i miei rifugi - confidò Messiaen alle pagine del suo Traité de Rytme, de Coleur et d’Ornitologiedove l’analisi ritmica del Sacre diStravinskij trova posto a fianco delle sue acute riflessioni ornitologiche -Nelle ore tristi, quando la mia inutilità mi si dimostra brutalmente, quandotutti i linguaggi musicali mi sembrano ridotti all’ammirevole risultato dipazienti ricerche, senza che nulla oltre le note giustifichi tanto lavoro, cosafare se non ritrovare il proprio volto autentico dimenticato da qualche partenel bosco, per i campi, sulla montagna, ai bordi del mare, in mezzo agliuccelli? Per me è là che risiede la musica”. Da anni e anni di osservazionicondotte nei boschi nasce Catalogued’oiseaux dove la tastiera del pianoforte fa rivivere settantasettediverse specie di volatili francesi. Ma la classificazione tentata da OlivierMessiaen coinvolge oltre 380 uccelli di tutto il mondo, il cui canto figura informe diverse nelle più svariate combinazioni strumentali. In Oiseaux Exotiques, ultimato nel 1956, icanti di una quarantina di specie ornitologiche diventano un tripudio di colorievocati dall’orchestra e dal pianoforte.

 

È a Esa-Pekka Salonen che il Teatro Regio di Parmaha confidato questo omaggio all’affascinante musica di Messiaen, accostato adue incunaboli della musica novecentesca che hanno profondamente influenzato ilcompositore francese. Direttore d’orchestra e star discografica, capace difondere un irresistibile carisma all’inquietudine di un artista che non accettaetichette, Salonen è un ammirato interprete della musica del XX secolo ed è, asua volta, un raffinato compositore.

 

Nato ad Helsinki, si è ben presto affermato come uno deipiù straordinari talenti direttoriali della sua generazione. Lo conferma unacarriera in rapidissima ascesa che dal podio dell’Orchestra della RadioFinlandese dove è salito giovanissimo nel 1979 lo ha portato ora al ruolo diDirettore musicale della Los Angeles Philharmonic Orchestra, con cui registraoggi in esclusiva per Deutsche Grammophon. Acclamato nelle sale concertistichedi tutto il mondo, Salonen si presenta a Parma dopo lo straordinario successo raccoltola stagione scorsa, sempre sul podio di uno dei più prestigiosi complessisinfonici della scena internazionale.

 

Considerata una delle più grandi orchestre del mondo, la Philharmonia Orchestraha celebrato il suo 60° anniversario nel 2005, in uno dei momentipiù intensi della sua ricca storia. Christoph von Dohnány è suo Direttoreprincipale dal 1997 e sotto la sua guida l’orchestra è stata al timone dellamusica britannica, riconosciuta per il suo innovativo approccio dimostratonella sua attività a Londra, nel Regno Unito e oltreoceano. La Philharmonia èl’orchestra che vanta il maggior numero di registrazioni a livello mondiale,vincendo negli ultimi anni alcuni tra i più prestigiosi premi discografici,ricevendo unanimi consensi dalla critica per la sua politica innovativariguardo la programmazione e il suo impegno nell’eseguire e commissionare nuovecomposizioni.

 

La Stagione Concertistica 2007/2008 del Teatro Regio di Parma -soci fondatori Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte di Parma- è realizzata anche grazie al contributo di Ministero per i Beni e le AttivitàCulturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS,Reggio Parma Festival,in collaborazione Solares Fondazione delle Arti Società dei Concerti e con il sostegnodi Cariparma Crédit Agricole.

 

Per informazioni: Biglietteria del TeatroRegio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.orgwww.teatroregioparma.org

 

 

 

 

Teatro Regio diParma

lunedì 4 febbraio 2008, ore 20.00 turno A

PHILHARMONIA ORCHESTRA

Direttore ESA-PEKKA SALONEN

Pianoforte TAMARA STEFANOVICH

 

Claude Debussy (1862 – 1918)

La mer

I. De l’aube à midi sur la mer (From Dawn toNoon on the Sea)

II. Jeux des vagues (Play of the Waves)

III. Dialogue du vent et de la mer (Dialogueof Wind and Sea)

 

Olivier Messiaen (1908 – 1992)

Oiseaux exotiques

 

Igor Stravinskij (1882 – 1971)

Le sacre du printemps

Premier tableau: L’adoration de la terre

Introduction - Augures printaniers - Dansesdes adolescentes

Jeu du rapt - Rondes printanières - Jeu descités rivales

Cortège du Sage - Danse de la terre

Second tableau: Le sacrifice

Introduction - Cercles mystérieux desadolescentes

Glorification de l’élue - Évocation desancêtres

Action rituelle des ancêtres - Danse sacrale

 

 

 

ESA-PEKKA SALONEN

Nato ad Helsinki, ha studiato all’Accademia Sibelius,debuttando come direttore con l’Orchestra della Radio Finlandese nel 1979. Nel1985 è stato nominato Direttore principale dell’Orchestra della Radio Svedese,dove è rimasto per dieci anni, mentre nel 1985 ha assunto il ruolo diDirettore principale ospite della Philharmonia Orchestra, che ha mantenuto finoal 1994. È stato direttore dell’Helsinki Festival nel 1995 e 1996. Salonen èDirettore musicale della Los Angeles Philharmonic Orchestra dal 1992. Tra glialtri suoi impegni si segnalano le collaborazioni stabili col Festival diSalisburgo, la Philarmonie di Colonia e il Théâtre du Châtelet a Parigi, cosìcome numerose tournée europee e concerti in Giappone. A Los Angeles, tra iprogetti più importanti si segnalano una produzione semi-staged del Tristano eIsotta con la regia di Peter Sellars e un video di Bill Viola, in coproduzionecon l’Opéra National de Paris, ed un festival concentrato su sue composizionipresentato in occasione del suo ventesimo anniversario dal debutto con la Los Angeles Philharmonic.Salonen ha ricevuto alcuni dei più importanti premi internazionali, tra i qualinel 1993 quello dell’Accademia Chigiana, primo direttore a riceverlo; nel 1995e nel 1997 quelli della Royal Philharmonic Society Opera; nel 1998 è stato insignitodell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dalGoverno Francese; nel 2003 il Dottorato honoris causa dall’Accademia Sibelius enel 2005 la Medaglia della città di Helsinki. Musical America lo ha nominato“Musicista del 2006”.Esa-Pekka Salonen è particolarmente apprezzato per le sue interpretazioni dimusica contemporanea, di cui ha dato innumerevoli prime assolute. Ha direttocon grandi apprezzamenti musiche di Berlioz, Ligeti, Schönberg, Sˇostakovicˇ,Stravinskij e Magnus Lindberg. Ha inaugurato il Festival del MarBaltico nel 2003 ed una serie di concerti a Stoccolma con famose orchestre,direttori e solisti, chiamati a promuovere l’unità e la consapevolezzaecologica tra i paesi della regione baltica. Alla sua terza edizione, nel 2005,questo Festival si è tenuto ad Helsinki, Tallinn, Gdansk, Turku e Stoccolma.Tra gli ultimi impegni di Salonen, concerti con le maggiori orchestre europee estatunitensi. In questa primavera è ritornato all’Opéra National de Paris per dirigereAdriana Mater, la nuova opera di Kaija Saariaho. Nel 2003 ha firmato uncontratto di quattro anni in esclusiva con la Deutsche Grammophoneper la quale ha inciso tra l’altro un disco di sue composizioni ed un dvddell’opera L’amour de loin di Kaija Saariaho, ed un cd con la Los Angeles Philharmonic.Dopo aver inciso per Sony per molti anni, Salonen è titolare di un’estesadiscografia, con un repertorio che va da Mahler e Revueltas a Magnus Lindberg eproprie composizioni. Salonen, ben conosciuto anche come compositore, hastudiato in Italia con Niccolò Castiglioni e Franco Donatoni. Nel 1997 ha diretto in primaesecuzione L.A. Variations con la Los Angeles PhilharmonicOrchestra, da cui è stata commissionata, e che in seguito è stata eseguitaanche con la Royal Concertgebouw Orchestra ad Amsterdam. Foreign Bodiesper orchestra è stata data in prima assoluta nel 2001 allo Schleswig HolsteinMusik Festival ed eseguito poi a Londra per i Bbc Proms. Ha diretto la prima di Insomnia(commissionata da Suntory Ltd. e NDR) a Tokyo nel novembre 2002. Perl’inaugurazione della Walt Disney Concert Hall, nel 2004, Salonen ha scrittoWing on wing, come regalo per la Los Angeles PhilharmonicOrchestra. La sua ultima composizione orchestrale, Helix, commissionata dai BbcProms, è stata eseguita in prima assoluta nell’agosto 2005 dalla WorldOrchestra for Peace sotto la direzione di Valery Gergiev.

 

TAMARA STEFANOVICH

Vincitrice di premi internazionali fin dalla più teneraetà, Tamara Stefanovich ha tenuto il suo primo recital a sette anni e si èdiplomata al Conservatorio di Belgrado, sua città natale, a diciannove. Haproseguito gli studi al Curtis Institute of Music di Philadelphia con ClaudeFrank e successivamente con Pierre-Laurent Aimard a Colonia. Tamara Stefanovichsi è perfezionata con acclamati musicisti, come i solisti del Quartetto AlbanBerg e del Quartetto Guarneri, i pianisti Richard Goode, Eugene Istomin, e RaduLupu, come con compositori quali Pierre Boulez, George Crumb, Peter Eötvös eGyörgy Kùrtag. Tamara Stefanovich si è esibita nelle più importanti sale daconcerto nternazionali: alla Philharmonia di Colonia, al Konzerthaus diDortmund, alla Tonhalle di Düsseldorf, al Mozarteum di Salisburgo, alKonzerthaus di Vienna e allo Châtelet di Parigi. È stata invitata a suonare aprestigiosi festival: la Roque d’Antheron, Ojai, Lucerna, Klangspuren, Grenoblee Musica Strasbourg. Dal 2003 Tamara Stefanovich ha suonato regolarmente conPierre-Laurent Aimard. Insieme hanno presentato composizioni per solo e duo diPierre Boulez in un importante tournée europea. Hanno inoltre collaborato perun programma dedicato a Bartók che includeva pagine per uno e due pianoforti,inclusa la Sonata per due pianoforti e percussioni, opera presentata allaWigmore Hall di Londra, alla Carnegie Hall di New York, alla Symphony Hall diChicago e al festival della Ruhr in Germania. In questa stagione TamaraStefanovich è impegnata con le orchestre sinfoniche di Cleveland e Londra, la Philharmonia Orchestra,la St. Paul ChamberOrchestra e la Camerata Salzburg, e collaborerà con direttori quali PierreBoulez, Peter Eötvös, Jonathan Nott, Esa-Pekka Salonen e Etienne Siebens.Suonerà Oiseaux Exotiques alla Royal Festival Hall, il concerto per duepianoforti di Bartók alla Barbican Hall di Londra, i concerti per duepianoforti di Mozart con la prima assoluta di un nuovo pezzo di Johannes MariaStaud al Mozarteum di Salisburgo. Tamata Stefanovich ha registrato dal vivo unrecital che includeva i Dodici Studi di Rachmaninov e Ligeti – in collaborazionecon Klavier Festival Ruhr e “Fono Forum” Magazine. Nel 2006 ha registrato in primaassoluta pagine di York Höller e Marco Stroppa per AVI Records.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

StagioneConcertistica 2007/2008

del Teatro Regio di Parma

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

Teatro Regio di Parma

 

 

15, 16 dicembre 2007

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

RAFAEL FRÜHBECK DE BURGOS

SABINA VON WALTHER

KATHARINA PEETZ

 

 

17 gennaio 2008

GRIGORY SOKOLOV

 

 

28 gennaio 2008

SOLISTI DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

 

2, 3 febbraio 2008

ORCHESTRA DEL TEATROREGIO DI PARMA

INMA SHARA

 

 

4 febbraio 2008

PHILHARMONIA ORCHESTRA

ESA-PEKKA SALONEN

TAMARA STEFANOVICH

 

 

12 febbraio 2008

ALEXANDER LONQUICH

 

 

22 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTA CECILIA

ANTHONY PAPPANO

 

 

24 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTA CECILIA

ANTHONY PAPPANO

 

 

29 febbraio 2008

JORDI SAVALL

ROLF LISLEVAND

 

 

13 marzo 2008

MAHLER CHAMBER ORCHESTRA

DANIEL HARDING

ISABELLE FAUST

 

 

17 marzo 2008

TRIO DI PARMA

SIMONIDE BRACONI

 

 

4 aprile 2008

ORCHESTRE PHILHARMONIQUE DU LUXEMBURG

EMMANUEL KRIVINE

RUDOLF BUCHBINDER

SALLY MATTHEWS

 

 

14 aprile 2008

ISRAEL PHILHARMONIC ORCHESTRA

ZUBIN MEHTA

 

 

15 aprile 2008

QUARTETTO LATINO AMERICANO

MANUEL BARRUECO

 

 

 

 

 

Biglietteria del Teatro Regio di Parma

ViaGaribaldi, 16/A 43100 Parma

Tel.0521 039399 - Fax 0521 504224

biglietteria@teatroregioparma.org

www.teatroregioparma.org

 

Orario

martedì- venerdì ore 10 -14, 17-19

sabatoore 10-13, 16 -19

eun’ora e mezza precedente lo spettacolo.

Chiusola domenica, il lunedì e i giorni festivi.

Incaso di spettacolo nei giorni di chiusura:

domenicaore 10-12, 14-16

lunedìore 10-12, 17-20.30

 

Ilpagamento presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma può

essereeffettuato con denaro contante in euro, con assegno circolare

nontrasferibile intestato a Fondazione Teatro Regio di Parma, con

PagoBancomat,con carte di credito Visa, Cartasì, Diners, Mastercard,

AmericanExpress.

 

 

Biglietteria dell’Auditorium Paganini

viaToscana 5/A 43100 Parma

Tel.0521 039005

 

Orario

solonei giorni di concerto, un’ora

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl