Emmanuel Krivine sul podio dell'Orchestre Philharmonique du Luxembourg

29/mar/2008 19.10.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Emmanuel Krivine,

Lavita celestiale

Sul podiodell’Orchestre Philharmonique du Luxembourg

per la Quarta di Mahler eil Terzo Concerto di Beethoven,

solista il pianista RudolfBuchbinder

Parma, Auditorium Niccolò Paganini

venerdì 4 aprile2008, ore 20.00

 

 

Continua la rassegna di prestigiose orchestre e dieccellenti bacchette per la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma.All’Auditorium Paganini venerdì 4 aprile 2008, ore 20.00, turno A, è lavolta dell’Orchestre Philharmonique du Luxembourg diretta da EmmanuelKrivine. Il programma di grande suggestione si apre con l’ouverturetratta dalle musiche di scena composte da Ludwig van Beethoven per il dramma Egmont di Goethe a cui seguirà, affidatoalla tastiera del celebre Rudolf Buchbinder, il Concerto in do minore per pianoforte e orchestra n. 3 op. 37,sempre di Beethoven. Nella seconda parte della serata la Quarta Sinfonia in solmaggiore ‘Das himmlischesLeben’ (‘La vita celestiale) di Gustav Mahler, cheimpegnerà la voce del soprano Sally Matthews.

 

Un secolo è l’arco temporale che racchiude i duecapolavori presentati da Krivine e dall’orchestra internazionale di cuiil maestro è da due anni direttore musicale. Composto probabilmentenell’autunno-inverno 1799-1800, il Terzo Concerto, pubblicato nel 1804,rappresenta una definitiva svolta compiuta da Beethoven nei riguardi delmodello mozartiano. È un ritorno invece all’antico, fin dalla scelta diuna compagine più raccolta, la Quarta Sinfonia di Gustav Mahler, dopo leaspirazioni monumentali delle due sinfonie precedenti. Un Lied per soprano,tratto dalla celebre raccolta di canti popolari curata da Arnim e Brentano, Des Knaben Wundehorn (Il Corno magico del fanciullo) è postocome ultimo movimento. Fu Mahler a dirigere l’opera per la prima volta aMonaco nel 1901.

 

Formata da cento elementi provenienti da ben ventunpaesi diversi, l’Orchestre Philharmonique du Luxembourg ha avuto un ruolovitale nella vita musicale del Gran Ducato, fin dalla fondazione avvenuta nel 1933. In origine eraun’orchestra privata della radio; l’intera organizzazione è statapoi assorbita dallo Stato nel 1996, con la nascita della Fondazione HenriPensis. La reputazione internazionale dell’Orchestra si è consolidataattraverso numerosi concerti, incisioni, produzioni radiofoniche e televisivegrazie all’operato dei suoi sei direttori musicali: Henri Pensis, Louisde Froment, Leopold Hager, David Shallon, Bramwell Tovey e, dal settembre 2006,Emmanuel Krivine.

 

Di origini russe e polacche, Emmanuel Krivine inizia lasua carriera musicale in giovane età come violinista. Dopo l’incontro conil celebre Karl Böhm nel 1965, lascia il violino per intraprendere la carrieradirettoriale che lo ha presto portato sul podio delle più importanti orchestredel mondo, a cominciare dai Berliner Philharmoniker. Direttore musicale diprestigiose formazioni è dal 2006 Direttore dell’Orchestra Filarmonicadel Lussemburgo, divenendone direttore musicale nel 2006.

 

Il pianista Rudolf Buchbinder è stato ammesso a solicinque anni – più giovane allievo di tutti i tempi – allaMusikhochschule di Vienna. Agli inizi della carriera si è dedicato soprattuttoalla musica da camera, mentre oggi suona come solista in tutto il mondo con lemaggiori orchestre ed i più celebri direttori ed è ospite regolare del Festivaldi Salisburgo e di altri importanti Festival. Di fondamentale importanza è perRudolf Buchbinder l’interpretazione del ciclo delle trentadue sonate perpianoforte di Beethoven eseguite fino ad oggi in numerose città fra cui Monaco, Vienna,Amburgo, Zurigo e Buenos Aires.

 

Il soprano Sally Matthews, dopo aver vinto importanticoncorsi internazionali ha debuttato alla Royal Opera House come Nannetta nel Falstaff diretto da Bernard Haitink,cantando poi nel Parsifal direttoda sir Simon Rattle.

 

La Stagione Concertistica 2007/2008 del Teatro Regio di Parma -soci fondatori Comune di Parma, Provincia di Parma, Fondazione Cariparma,Fondazione Monte di Parma - è realizzata anche grazie al contributo diMinistero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, Reggio Parma Festival, incollaborazione Solares Fondazione delle Arti Società dei Concerti e con il sostegnodi Cariparma Crédit Agricole.

 

Per informazioni: Biglietteria del TeatroRegio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.orgwww.teatroregioparma.org

 

 

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

venerdì 4 aprile 2008, ore 20.00 turno A

 

ORCHESTRE PHILHARMONIQUE

DU LUXEMBURG

 

DirettoreEMMANUEL KRIVINE

PianoforteRUDOLF BUCHBINDER

SopranoSALLY MATTHEWS

 

Ludwig van Beethoven(1770 - 1827)

Egmont. Ouverture

Concerto in do minore per pianofortee orchestra n. 3 op. 37

 

Gustav Mahler(1860 - 1911)

Sinfonia in sol maggiore n. 4 Dashimmlisches Leben

 

 

 

 

 

EMMANUEL KRIVINE

Emanuel Krivine, di origini russe e polacche, inizia lasua carriera musicale in giovane età come violinista. All’eta di 16 annivince il premio del Conservatorio di Parigi e riceve altri prestigiosiriconoscimenti. Entra a far parte della Cappella Musicale Reine Elisabeth, econtemporaneamente studia con Henryk Szeryng e Yehudi Menuhin. Dopol’incontro con Karl Böhm nel 1965, lascia il violino per diventaredirettore d’orchestra. Dal 1976 al 1983 è stato Direttore ospitepermanente dell’Orchestra Filarmonica di Radio-France, dal 1987 al 2000Direttore Musicale dell’Orchestra Nazionale di Lione e poi, per undicianni, dell’Orchestra Francese dei Giovani. Emmanuel Krivine ha lavoratoregolarmente con le orchestre più prestigiose, Berliner Philharmoniker, LondonSymphony Orchestra, London Philharmonic Orchestra, Amsterdam Concertgebouw,Orchestre National de France, Chamber Orchestra of Europe, NHK Tokyo e YomiuriSymphony Orchestra. Nel 2004 diventa Direttore della Chambre Philarmonique,della quale è anche uno dei fondatori insieme ad un gruppo di musicistiprovenienti da tutta Europa con i quali si è dedicato alla scoperta eall’esecuzione di un repertorio classico e romantico, con composizioniche arrivano fino ai giorni nostri, utilizzando sempre gli strumenti delperiodo al quale si riferiscono le composizioni eseguite. Il primo concertodell’Orchestra fu effettuato nel gennaio del 2004 alla “FolleJournée” di Nantes; da allora la Chambre Philarmoniqueha accresciuto la sua reputazione attraverso progetti ambiziosi. Quale suoDirettore ospite principale, dal 2001 Emmanuel Krivine ha iniziato una strettarelazione con l’Orchestra Filarmonica del Lussemburgo, divenendoneDirettore musicale nel 2006.

 

RUDOLF BUCHBINDER

Rudolf Buchbinder è stato ammesso a soli 5 anni –più giovane allievo di tutti i tempi – alla Musikhochschule di Vienna.Agli inizi della carriera si è dedicato soprattutto alla musica da camera,mentre oggi suona come solista in tutto il mondo con le maggiori orchestre ed ipiù celebri direttori ed è ospite regolare del Festival di Salisburgo e dialtri importanti Festival. l suo repertorio è molto vasto e include numeroseopere del XX secolo. Non si dedica unicamente alla letteratura pianisticaclassico-romantica, ma esplora anche brani poco eseguiti, come per esempio leVariazioni Diabelli scritte da 50 diversi compositori austriaci ed incise anchein disco. Vasta anche la discografia – più di 100 titoli – chedocumenta la versatilità ed ampiezza del suo repertorio. Fondamentalel’incisione di tutte le opere pianistiche di Haydn, premiata con il GrandPrix du Disque. Oggi Buchbinder predilige le incisioni dal vivo. Il ciclo deiConcerti di Mozart con i Wiener Symphoniker, registrato dal vivo allaKonzerthaus di Vienna, è stato segnalato come migliore incisione del 1998 dalfamoso critico Joachim Kaiser. Per l’anniversario di Johann Strauss,Buchbinder ha registrato un disco di trascrizioni al pianoforte intitolatoWaltzing Strauss, ottenendo uno strepitoso successo. Recentemente ha inciso dalvivo i due Concerti per pianoforte di Brahms con Nikolaus Harnoncourt e la Royal Concertgebouw Orchestra e i cinque Concerti per pianoforte di Beethoven coni Wiener Symphoniker, nella duplice veste di solista e direttore in occasionedelle Wiener Festwochen 2003. Di fondamentale importanza è per Rudolf Buchbinderl’interpretazione del “Nuovo Testamento” del repertoriopianistico: il ciclo delle Sonate per pianoforte di Beethoven eseguite fino ad oggi in numerose città fracui Monaco, Vienna, Amburgo, Zurigo e Buenos Aires. «Ancora una voltaBuchbinder dimostra di essere uno dei più importanti e competenti interpreti diBeethoven dei nostri giorni», ha affermato il Frankfurter Allgemeine Zeitung.Nel tempo libero Buchbinder si occupa di letteratura ed arti figurative e,quando il tempo tra un concerto e l’altro glielo permette, si dedica conpassione alla pittura.

 

SALLY MATTHEWS

Ha vinto nel 1999 il premio Kathleen Ferrier. Hapartecipato a “The Royal Opera Vilar Young Artist” dal 2001 al2003, ed attualmente studia con Paul Farringdon. Nel gennaio 2001 ha debuttato allaRoyal Opera House come Nannetta nel Falstaff diretto da Bernard Haitink,cantando poi nel Parsifal diretto da sir Simon Rattle, nelle Nozze di Figarocon Bernard Haitink, nella Zauberflöte con Philippe Jordan e nel Semele con sirCharles Mackerras. Ha debuttato alla Staatsoper Unter den Linden come Paminanella Zauberflöte, poi nella Calisto di Cavalli in una nuova produzione diDavid Alden alla Bayerische Staatsoper. Recentemente ha cantato, tral’altro, al Festival di Salisburgo, a Londra, a New York, in Giappone, adAmsterdam. Futuri progetti includono impegni alla Royal Opera House, allaStaatsoper di Vienna, a La Monnaie di Bruxelles, alla Bayerische Staatsoper;sarà protagonista nel Paradies und die Peri di Schumann con l’Orchestraof the Age of Enlightenment e Simon Rattle a Londra, La Creazione di Haydn con la London Symphony Orchestrae sir Colin Davis a Londra e New York, Le Stagioni di Haydn con la DSO Berlin e AndrewManze, composizioni di Messiaen con la London Symphony Orchestrae Daniel Harding e musiche Berg con la BBC Philharmonic Orchestra dirette da Gianandrea Noseda. Recentemente haeseguito una nuova composizione scritta per lei da Mark- Anthony Turnage allaWigmore Hall. In questa stagione farà il suo debutto al Concertgebouw diAmsterdam.

 

ORCHESTRE PHILHARMONIQUE DU LUXEMBURG

Da quasi 75 anni dalla sua fondazione nel 1933,l’Orchestre Philharmoniquedu Luxembourg haavuto un ruolo vitale nella vita musicale del Gran Ducato. Inorigine era un’orchestra privata della radio, l’interaorganizzazione è stata poi assorbita dallo Stato nel 1996 con la nascita dellaFondazione Henri Pensis. La reputazione internazionaledell’Orchestra si è consolidata attraverso numerosi concerti,incisioni, produzioni radiofoniche e televisive grazie all’operatodei suoi sei direttori musicali: Henri Pensis, Louis de Froment, LeopoldHager, David Shallon, Bramwell Tovey e, dal settembre 2006, EmmanuelKrivine. L’Orchestre Philharmonique du Luxembourg ècomposta da 98 elementi,provenienti da ben21 paesi diversi. È l’orchestra residente presso la Philharmonie Luxembourg,dove organizza serie di concerti serali, concerti per bambini efamiglie e progetti speciali con programmi jazz, musica pop eda film. Al Grand Théâtre a Lussemburgo è impegnata spesso nel repertorio liricoed è presente anche in altri teatri del Gran Ducato. L’Orchestraeffettua numerosi concerti, circa 80 durante la stagione, un terzodi essi all’estero.Lunghe tournée sonostate effettuate in Germania, Austria, Svizzera, Italia, Spagna,Belgio, Francia, Olanda e Grand Bretagna. Ha suonato nelle sale piùimportanti, quali il Musikverein a Vienna, la Philharmonie di Berlino, il Concertgebouwdi Amsterdam. È stata anche in tournée in Asia e nel Nord America. Comeparte del suo impegno per l’educazione musicale, il suo dipartimento specializzato“login:music” organizza concerti per giovani presso la Philharmonie edin varie scuole. “login:music” effettua anche laboratori checoinvolgono bambini e giovani nella fase di preparazione dei concerti. L’OrchestraFilarmonica di Lussemburgo incide due o tre cd per stagione, lamaggior parte in collaborazione con la casa discografica francese Timpani. Edizionicomplete delle opere orchestrali di Cras e Ohana sono state già completateoppure, di Xenakis, sono in fase di ultimazione. Questi cd hanno ricevutoimportanti riconoscimenti internazionali: Grand Prix de l’Academie CharlesCros, Premio Gramophone, Prix Cecilia, Deutscher Schallplattenpreis. Nelgennaio del 2002 l’orchestra ha ricevuto due premi Cannes Classical alMIDEM per le incisioni del compositore francese Gabriel Piernè: “Disco dell’anno”e “Migliore incisione orchestrale del ventesimo secolo”. La registrazionedell’opera Polyphème di Jean Cras ha ricevuto il premio “Orphée d’Or”dall’Accademie du Disque Lyrique di Parigi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

StagioneConcertistica 2007/2008

del Teatro Regio di Parma

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

Teatro Regio di Parma

 

 

15, 16 dicembre 2007

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

RAFAEL FRÜHBECK DE BURGOS

SABINA VON WALTHER

KATHARINA PEETZ

 

 

17 gennaio 2008

GRIGORY SOKOLOV

 

 

28 gennaio 2008

SOLISTI DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

 

2, 3 febbraio 2008

ORCHESTRA DEL TEATROREGIO DI PARMA

INMA SHARA

 

 

4 febbraio 2008

PHILHARMONIA ORCHESTRA

ESA-PEKKA SALONEN

TAMARA STEFANOVICH

 

 

12 febbraio 2008

ALEXANDER LONQUICH

 

 

22 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTACECILIA

ANTONIO PAPPANO

 

 

24 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTACECILIA

ANTONIO PAPPANO

 

 

29 febbraio 2008

JORDI SAVALL

ROLF LISLEVAND

 

 

13 marzo 2008

MAHLER CHAMBER ORCHESTRA

DANIEL HARDING

ISABELLE FAUST

 

 

17 marzo 2008

TRIO DI PARMA

SIMONIDE BRACONI

 

 

4 aprile 2008

ORCHESTRE PHILHARMONIQUE DU LUXEMBURG

EMMANUEL KRIVINE

RUDOLF BUCHBINDER

SALLY MATTHEWS

 

 

14 aprile 2008

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl