Il capolavoro inaspettato di Verdi per I Concerti del Ridotto

03/apr/2008 16.42.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Ilcapolavoro inaspettato di Verdi

perI Concerti del Ridotto

IlQuartetto del compositore di Busseto e l’Ottetto di Mendelssohn

allafortunata rassegna con i Solisti del Teatro Regio di Parma

Ridotto del Teatro Regio di Parma

sabato 5 aprile 2008, ore 17.00

ingresso libero

 

 

Per il quartoappuntamento del nuovo e fortunato ciclo de IConcerti del Ridotto al Regio di Parma sabato 5 aprile 2008 ore17.00, con ingresso libero, i Solisti del Teatro Regio di Parmainterpretano due straordinari capolavori per archi. In programma lacomposizione che svelò in Giuseppe Verdi un inaspettato autore di musica dacamera, il Quartetto in mi minoresarà affiancato all’Ottetto in mibemolle maggiore di Felix Mendelssohn-Bartholdy

 

«Io scrissi infattiin Napoli, nelle molte ore d’ozio, un Quartetto. Senza importanza loscrissi e del pari, senza importanza, una volta scritto, venne eseguito unasera in casa mia». Certo, il Quartettofu un frutto insolito, sbocciato nel 1873, anno in cui il musicista di Bussetoconcluse il cantiere della Messa da Requiem:«Se il Quartetto sia bello o brutto non so… so però che è unquartetto!!», dichiarò Verdi in un’altra lettera. E non si può dar tortoal musicista, perché l’architettura di questo pezzo da camera è solida ela scrittura, soprattutto nel terzo movimento, anticipa i fugati del Falstaff. Altro ancora riaffiora nei temidell’Allegro iniziale, come qualche reminescenza della recente Aida. E che il Quartetto sia nato a Napolinon è privo di significato, se si riflette sul ruolo esercitato da questa cittànella propagazione per tutto l’Ottocento della più alta tradizionestrumentale.

 

L’Ottetto in mi bemolle maggiore vennescritto nel 1825, da un enfant prodigedi sedici anni. Quattro violini, due viole, due violoncelli: a porre mente chesi tratta pur sempre di musica da camera, si deve ammettere un’esuberanzairrefrenabile. «Una simile perfezione in un autore tanto giovane non si ritrované nel passato né ai nostri giorni». Si condivide facilmente lo stupore diRobert Schumann, quando gli capitò di percorrere per la prima volta le paginedell’Ottetto diMendelssohn: un’ispirazione felicissima, che non conosce un solo istantedi stanchezza, un solo attimo di ripensamento. Niente affatto contraddittorial’indicazione che segna il primo movimento, Allegro moderato ma confuoco: è l’equilibrio raggiunto dal tema principale, che avanza luminosoe affilatissimo. E altrettanto significativa è la tenerezza che ispiral’Andante, ancora più commovente perché svela una interiore fragilità. LoScherzo invece è direttamente ispirato ad alcuni versi tratti dal Faust di Goethe, come ci rivela unalettera dell’amata sorella del compositore, Fanny. Nel finale, lasovrapposizione dei temi e il ritmo velocissimo e staccato sono presagi delloslancio e della leggerezza con cui egli affronterà, un giorno non moltolontano, l’ambiguo intreccio di desideri del Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare.

 

Gli otto archiinterpreti delle due pagine cameristiche saranno Michelangelo Mazza, LucaSantaniello, Michelangelo Lentini, Carlo Menozzi (violini), Alfredo Zamarra,Pietro Scalvini (viole), Massimo Tannoia, Leonardo Sesenna (violoncelli).

I Concerti delRidotto sono realizzati grazie ad Agricar Group, in accordo con Mercedes-BenzItalia. La stella a tre punte di Stoccarda affianca così il proprio stile aquello del Regio di Parma, grazie a un’azienda parmigiana in costantecrescita.

 

L’ingresso a IConcerti del Ridotto è libero. Per informazioni: Teatro Regio di Parma tel.0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.orgwww.teatroregioparma.org

 

 

 

 

 

I Concerti delRidotto

Rassegna di musica da camera con iSolisti del Teatro Regiodi Parma

23 febbraio - 31 maggio 2008

 

sabato 5 aprile 2008

 

Giuseppe Verdi

Quartetto per archi in mi minore

Allegro-Andantino - Prestissimo – Scherzo fuga: allegro assai mosso

Violino I Michelangelo Mazza

Violino II Michelangelo Lentini

Viola Alfredo Zamarra

Violoncello Massimo Tannoia

 

FelixMendelssohn-Bartholdy

Ottetto per archi E-flat Major, op. 20

Allegromoderato ma con fuoco – Andante – Allegro leggerissimo - Presto

Violini I Michelangelo Mazza, LucaSantaniello

Violini II Michelangelo Lentini, Carlo Menozzi

Viole Alfredo Zamarra, Pietro Scalvini,

Violoncelli Massimo Tannoia, Leonardo Sesenna

 

 

 

 


ISOLISTI DEL TEATRO REGIODI PARMA

Formata dastrumentisti dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma e delle più prestigiose orchestre egruppi da camera d’Italia, i Solisti del Teatro Regio di Parma sonodivenuti in breve tra i gruppi strumentali più apprezzati del panorama non solonazionale. In formazioni che spaziano dal trio alla piccola orchestra, iSolisti si caratterizzano per la qualità interpretativa di un vasto repertorioche va dal periodo classico al ‘900 con particolare riguardo alletrascrizioni su temi del melodramma italiano. L’ensemble ha realizzatoimportanti ed applauditi concerti anche all’estero, tra i quali l’esibizionea Parigi in occasione della presentazione ufficiale del “Verdi Festival 2001” per ilCentenario verdiano, il debutto in Giappone alla Kyoi Hall di Tokyo, nel sacrorecinto del Tofokuji Temple di Kioto, e quello alla Ginko Hall di Fukuoka,eventi, questi ultimi, che sono valsi il riconoscimento di “Concertodell’anno” dalla rivista The Clarinet oltre che la nomination aiGrammy Award.

I Solisti del Regiocollaborano regolarmente con Carlo Bergonzi, Raina Kabaivanska, MichelePertusi, Mariella Devia, Marco Berti, Roberto Aronica, Eva Mei, Désirée Rancatore, VincenzoLa Scola, Francesco Meli,Annick Massis, Giovanbattista Parodi. La sua ricca produzione discografica hariscosso importanti riconoscimenti dalle maggiori riviste del settore; Complete Chamber Songs, con l’integraledelle arie da camera di Verdi, edito dalla Stradivarius, è stato definito dallacritica: una «rarità degna di imporsi all’attenzione». Delle incisionirealizzate, quattro sono unicamente strumentali e sei con grandi nomi dellalirica mondiale.

 

 

 

 

 

 

 

I Concerti del Ridotto

Rassegnadi musica da camera con i Solisti del Teatro Regio di Parma

23febbraio - 31 maggio 2008

 

Ridottodel Teatro Regiodi Parma

ingressolibero, ore 17.00

 

 

sabato23 febbraio 2008

Wolfgang Amadeus Mozart

Quintetto perclarinetto e archi in la maggiore K. 581

Quartetto perpianoforte in sol minore K. 478

 

VioliniMichelangelo Mazza,Michelangelo Lentini

ViolaAlfredo Zamarra, Violoncello Massimo Tannoia

ClarinettoStefano Franceschini, Pianoforte ClaudioCirelli

 

 

sabato1 marzo 2008

Wolfgang Amadeus Mozart

Quintetto perpianoforte e fiati in mi bemolle maggiore K. 452

Ludwig Van Beethoven

Quintetto perpianoforte e fiati in mi bemolle maggiore op.16

 

OboeMarco Ambrosini, Clarinetto Sergio Pellegrini

FagottoMassimiliano Denti,Corno Francesca Bonazzoli

PianoforteElena Rizzo

 

 

sabato29 marzo 2008

Gioachino Rossini

Serenata in mibemolle maggiore per sette strumenti

Ottorino Respighi

Antiche arie edanze

Nino Rota

Concerto per archi

 

ISolisti del Teatro Regiodi Parma

 

 

sabato5 aprile 2008

Giuseppe Verdi

Quartetto in miminore per archi

Felix Mendelssohn-Bartholdy

Ottetto per archiin mi bemolle maggiore op. 20

 

VioliniMichelangelo Mazza,Luca Santaniello, Michelangelo Lentini,

Luisa Bellitto, Viole Alfredo Zamarra, Pietro Scalvini Violoncelli Francesco Ferrarini, MassimoTannoia

 

 

sabato19 aprile 2008

Paul Hindemith

Kleine Kammermusikper quintetto di fiati op. 24 n. 2

Maurice Ravel

Introduction etAllegro, per arpa, flauto, clarinetto e archi in sol maggiore

Azio Corghi

Affekte per flauto,clarinetto, violino, viola e violoncello

Prima esecuzione inItalia

 

VioliniMichelangelo Mazza,Luisa Bellitto, Viola AlfredoZamarra

VioloncelloMassimo Tannoia, Flauto Emiliano Bernagozzi Oboe Fabrizio Oriani,

ClarinettoStefano Franceschini Fagotto MassimilianoDenti, Corno Danilo Marchello, Arpa Anna Loro

 

 

sabato3 maggio 2008

Wolfgang Amadeus Mozart

Serenata in dominore per ottetto di fiati K.V. 388

Serenata in mibemolle maggiore per ottetto di fiati K. 375

 

OboiFabrizio Oriani,Marco Ambrosini, Clarinetti Stefano Franceschini,Sergio Pellegrini,

FagottiMassimiliano Denti,Paolo Schiaretti Corni DaniloMarchello, Angelo Borroni

 

 

sabato24 maggio 2008

Johannes Brahms

Trio per violino,corno e pianoforte in mi bemolle maggiore op. 40

Trio per violino,violoncello e pianoforte in do minore op. 101

 

ViolinoMichelangelo Mazza,Violoncello Francesco Ferrarini

CornoDanilo Marchello, Pianoforte Stefania Redaelli

 

 

sabato31 maggio 2008

Martino Traversa

Rimane, l’ecoper flauto, clarinetto, violino, viola,

violoncello,vibrafono, pianoforte

Francesco Chiari

Divertimento perfagotto quintetto d’archi e arpa

Paul Hindemith

Settimino perflauto, oboe, clarinetto, clarinetto basso, fagotto, corno, tromba

 

I Solisti del Teatro Regio di Parma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Stagionedel Teatro Regiodi Parma

2 0 0 7 / 2 0 0 8

 

 

Stagione Lirica 2008

 

 

Teatro Regio di Parma

 

 

13, 16, 20, 23, 26 gennaio 2008

Szenen aus GoethesFaust

(Scenedal Faust di Goethe)

Musica di Robert Schu

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl