Zubin Mehta e la Israel Philharmonic Orchestra

08/apr/2008 16.10.00 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Zubin Mehta e la

Israel PhilharmonicOrchestra

Un concerto tuttobeethoveniano diretto dal celebre maestro
L’eccezionale inaugurazione del Reggio Parma Festival 2008

dedicato aisessant’anni dello stato di Israele

Teatro Regio di Parma

lunedì 14 aprile2008, ore 20.00

 

 

Il concerto della Israel Philhamonic Orchestra direttada Zubin Mehta in programma al Teatro Regio di Parma lunedì 14 aprile 2008, ore 20.00 (turno B),per la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma, è anche l’eccezionaleinaugurazione del Reggio Parma Festival 2008, che dedica tutte le manifestazioni artistichedi questa edizione a Israele, in occasione del 60esimo anniversario dellafondazione di questo Stato. L’esecuzione di due celebri sinfoniebeethoveniane, la sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore Eroicae la sinfonia n. 5 indo minore, saranno affidate alla bacchetta del famoso maestro indiano, chetorna in Italia sul podio dell’orchestra nata per sfidare con la forzadella musica persecuzioni e intolleranze dell’ultimo secolo di storia.

 

«In Israele con i miei orchestrali mi sono spinto inzone di confine, dove una grande orchestra filarmonica normalmente non puòarrivare - racconta Zubin Mehta nell’autobiografia intitolata La partitura della mia vita - .Fra queste imprese ci fu un concerto che abbiamo tenuto nel gennaio1982 sul confine fra il Libano ed Israele, in mezzo ad un campo di tabacco.Schermi solari in dotazione all’esercito definivano il perimetro delpalco improvvisato che ospitò in quest’occasione i musicisti». 

 

La Israel Philarmonic Orchestra fufondata nel 1936 dal violinista ebreo-polacco Bronislaw Huberman che,preavvertendo l’Olocausto, riuscì a convincere settantacinque musicistiebrei, tutte prime parti di alcune grandi orchestre europee a creare  - sulledune di Tel-Aviv – quel che fu chiamata la “materializzazione dellacultura sionista in madre patria”. Per il concerto d’apertura, allaLevant Fair Hall fu invitato Arturo Toscanini, il quale abbandonò New York e lasua celebre NBC Orchestra per il concerto inaugurale del 26 dicembre 1936.“Lo faccio per l’umanità.” disse Toscanini, che tenne così abattesimo la nuova orchestra, allora chiamata ‘Palestine Orchestra’.Dalla nascita dello Stato di Israele, avvenuto esattamente sessant’annifa, l’orchestra cambiò nome diventando la “Israel Philharmonic Orchestra” (IPO) e trasformandosi in unaparte fondamentale della nuova nazione ebraica. La formazione sinfonica negliultimi decenni ha continuato a richiamare prestigiosi maestri come LeonardBernstein, sir George Solti, Daniel Barenboim, Lorin Maazel e Zubin Mehta chene è direttore musicale a vita.

 

La Stagione Concertistica 2007/2008 del Teatro Regio di Parma -soci fondatori Comune di Parma, Provincia di Parma, Fondazione Cariparma,Fondazione Monte di Parma - è realizzata anche grazie al contributo diMinistero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Parma Capitale della Musica, ARCUS, Reggio Parma Festival, incollaborazione Solares Fondazione delle Arti Società dei Concerti e con il sostegnodi Cariparma Crédit Agricole.

 

Per informazioni: Biglietteria del TeatroRegio di Parma tel. 0521 039399 fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.orgwww.teatroregioparma.org

 

 

 

 

Teatro Regiodi Parma

lunedì 14 aprile 2008, ore 20.00 turno B

Concerto inaugurale del Reggio Parma Festival 2008

 

ISRAEL PHILHARMONIC ORCHESTRA

 

DirettoreZUBIN MEHTA

 

Ludwig Van Beethoven (1770– 1827)

 

Sinfonia in mi bemolle maggiore n. 3op. 55 Eroica

Allegro con brio

Marcia funebre. Adagio assai

Scherzo. Allegro vivace

Finale Allegro molto

 

Sinfonia in do minore n. 5 op. 67

Allegro con brio

Andante con moto

Allegro

Allegro

 

 

 

ZUBIN MEHTA

Zubin Mehta, è nato nel 1936 a Bombay, dove ricevela prima educazione musicale dal padre Mehli Mehta, fondatore della BombaySymphony Orchestra. Dopo aver iniziato gli studi di medicina nella sua cittànatale, nel 1954 si trasferisce a Vienna per seguire i corsi di direzioned’orchestra di Hans Swarowsky all’Akademie für Musik. Nel 1958vince il Concorso Internazionale di Liverpool e quello dell’Accademia diTanglewood; dal 1961 inizia la sua collaborazione con i Wiener e i BerlinerPhilharmoniker e con la Israel Philharmonic Orchestra, complessi con i quali mantiene tutt’ora unostretto rapporto. Dal 1961 al 1967 è Direttore musicale della Montreal SymphonyOrchestra e, quasi contemporaneamente, dal 1962 al 1968, della Los AngelesPhilharmonic Orchestra. Nel 1969 diviene Music Adviser della IsraelPhilharmonic, di cui è nominato Direttore musicale nel 1977 e Direttoremusicale a vita nell’81: con questa straordinaria orchestra ha tenuto piùdi 2000 concerti e guidato tournées in cinque continenti. Dal 1978, e pertredici anni, la durata più lunga nella storia dell’orchestra, èDirettore musicale della New York Philharmonic. Dal 1985 è Direttore principaledell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, della quale nel 2006 ènominato Direttore onorario a vita. Debutta nel repertorio operistico con Toscaa Montreal nel 1964. Quindi è presente con importanti produzioni alMetropolitan, alla Staatsoper di Vienna, al Covent Garden, alla Scala,all’Opera di Chicago, al Festival di Salisburgo nonché al Maggio MusicaleFiorentino, con cui instaura un fecondo rapporto: cura infatti come responsabileartistico l’edizione ’86 del Festival e, oltre a essere impegnatoin numerosissime produzioni sinfoniche e operistiche – tra cui ricordiamola Tetralogia di Wagner, la trilogia Mozart- Da Ponte, il Moses und Aron diSchönberg (Premio “Franco Abbiati” della critica italiana) e laTurandot nella Città Proibita di Pechino –, guida l’Orchestra ed ilCoro del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in frequenti tournéesinternazionali ed in prestigiose incisioni discografiche e dvd. Dal 1998 al 2006è Direttore musicale della Bayerische Staatsoper, dove dirige oltre 400rappresentazioni e tournées in Europa e in Giappone; alla conclusione del suoimpegno diviene Direttore onorario dell’orchestra e membro onorario delteatro bavarese. Fra le numerose onorificenze, il Nikisch-Ring consegnatogli daKarl Böhm, le cittadinanze onorarie di Firenze e Tel Aviv e nel 1997 la nominaa membro onorario della Staatsoper di Vienna. Nel 1999 le Nazioni Unite gliconferiscono il “Lifetime Achievement Peace and Tolerance Award”. Ènominato Direttore onorario dei Wiener Philharmoniker nel 2001, dei MünchnerPhilharmoniker nel 2004 e della Los Angeles Philharmonic nel 2006. Dopo averinaugurato il Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia, sarà impegnato in unprogetto triennale con il Ring wagneriano per la regia della Fura dels Baus aValencia e Firenze e dirigerà quest’anno lo spettacolo d’aperturadel nuovo Teatro dell’Opera di Oslo. Recentissima la pubblicazione dellasua autobiografia La partitura della mia vita.

 

ISRAEL PHILHARMONIC ORCHESTRA

È stata fondata nel 1936 dal formidabile violinistaebreo-polacco Bronislaw Huberman. Questi aveva trascorso quasi tre anni apersuadere i solisti delle più grandi orchestre tedesche e dell’Europaorientale, che avevano perso il loro lavoro dopo l’ascesa del nazismo, ademigrare in Palestina. L’orchestra, che allora si chiamava“Palestine Orchestra”, diede il suo concerto inaugurale il 26dicembre 1936 diretta da Arturo Toscanini e fu denominata “l’orchestradei solisti”. Nel gennaio 1937 l’orchestra partì per la sua primatournée al Cairo ed Alessandria. Dopo l’indipendenza di Israele nel 1948, ha assunto il nomeIsrael Philharmonic Orchestra (IPO). La fama della IPO si è diffusa rapidamentein tutto il mondo ed essa è simbolicamente diventata “L’Orchestradegli Ebrei”. Quando le forze di difesa israeliane liberarono Ber-Shevanel 1947, la IPO si esibì, con l’allora giovane Leonard Bernstein, nellascena della battaglia nel deserto. La IPO ha anche suonato la sinfonia Resurrezionedi Mahler al De Good Fence, al confine del Libano e sul Mount Scopes, di nuovocon Bernstein, segnando la liberazione di Gerusalemme. È stata la IPO ad andarenella Germania dell’Ovest nel 1970, aprendo una nuova era di scambiculturali e rapporti diplomatici. Nella decade successiva, diretta da Mehta, havisitato Auschwitz durante una tournée che ha toccato Polonia, Russia edUngheria. Nel 1994, Mehta e la IPO sono stati in Cina ed India per instaurareun nuovo dialogo tra Israele e l’Estremo Oriente. In Israele la IPOpresenta più di 150 concerti l’anno per le popolazioni di Tel-Aviv,Gerusalemme, Haifa ed altre città. Nel marzo 1992 ha celebrato il suo10.000° concerto. I più grandi direttori e solisti del nostrosecolo hanno collaborato con la IPO: tra questi, Toscanini, Mitropoulos,Rubinstein, Arrau, Serkin, Casals, Szeryng, Solti, Maazel, Masur, Abbado,Ashkenazy, Lupu, Perahia, Menuhin, Stern, Rostropovich, Yo-yo Ma, Midori,Barenboim, Zucherman, Bronfman, Mintz, Perlman, Domingo, Pavarotti, Tucker,Caballé, Price, Milnes, Norman, Fischer-Dieskau, Hendricks, Ludwig. Nel 1963Bernstein ha diretto la prima mondiale a Tel-Aviv della sua Kaddish Symphony.Le sue visite annuali hanno dato ai musicisti della IPO il privilegio unico perpiú di 40 anni di realizzare musica con Leonard Bernstein, con il cuale hannoinciso per la DGG le sinfonie Kaddish, Chichester e Jeremiah. Nel 1968 Mehta èstato nominato Consigliere Musicale dell’orchestra e, nel 1977, Direttoremusicale. Dal 1981 la sua è diventata una nomina a vita. Kurt Masur, DirettoreMusicale della New York Philharmonic Orchestra e della Gewandhaus OrchestraLeipzig, è stato nominato, nel 1992, Direttore ospite onorario della IPO. Nel2001 Yoel Levi, ex Direttore musicale dell’Atlanta Symphony Orchestra, è statonominato Direttore principale invitato della IPO. La IPO registra regolarmenteper grandi case discografiche: Sony Classic, Teldec, EMI e Deutsche Grammophon.

 

 

 

 

 

 

 

 

StagioneConcertistica 2007/2008

del Teatro Regio di Parma

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

Teatro Regio di Parma

 

 

15, 16 dicembre 2007

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

RAFAEL FRÜHBECK DE BURGOS

SABINA VON WALTHER

KATHARINA PEETZ

 

 

17 gennaio 2008

GRIGORY SOKOLOV

 

 

28 gennaio 2008

SOLISTI DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

 

2, 3 febbraio 2008

ORCHESTRA DEL TEATROREGIO DI PARMA

INMA SHARA

 

 

4 febbraio 2008

PHILHARMONIA ORCHESTRA

ESA-PEKKA SALONEN

TAMARA STEFANOVICH

 

 

12 febbraio 2008

ALEXANDER LONQUICH

 

 

22 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTACECILIA

ANTONIO PAPPANO

 

 

24 febbraio 2008

ORCHESTRA NAZIONALE DELL’ACCADEMIA DI SANTACECILIA

ANTONIO PAPPANO

 

 

29 febbraio 2008

JORDI SAVALL

ROLF LISLEVAND

 

 

13 marzo 2008

MAHLER CHAMBER ORCHESTRA

DANIEL HARDING

ISABELLE FAUST

 

 

17 marzo 2008

TRIO DI PARMA

SIMONIDE BRACONI

 

 

4 aprile 2008

ORCHESTRE PHILHARMONIQUE DU LUXEMBURG

EMMANUEL KRIVINE

RUDOLF BUCHBINDER

SALLY MATTHEWS

 

 

14 aprile 2008

ISRAEL PHILHARMONIC ORCHESTRA

ZUBIN MEHTA

 

 

15 aprile 2008

MANUEL BARRUECO

CUARTETO LATINOAMERICANO

 

 

 

 

 

Biglietteria del Teatro Regio di Parma

ViaGaribaldi, 16/A 43100 Parma

Tel.0521 039399 - Fax 0521 504224

biglietteria@teatroregioparma.org

www.teatroregioparma.org

 

Orario

martedì- venerdì ore 10 -14, 17-19

sabatoore 10-13, 16 -19

eun’ora e mezza precedente lo spettacolo.

Chiusola domenica, il lunedì e i giorni festivi.

Incaso di spettacolo nei giorni di chiusura:

domenicaore 10-12, 14-16

lunedìore 10-12, 17-20.30

 

Ilpagamento presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma può

essereeffettuato con denaro contante in euro, con assegno circolare

nontrasferibile intestato a Fondazione Teatro Regio di Parma, con

PagoBancomat,con carte di credito Visa, Cartasì, Diners, Mastercard,

AmericanExpress.

 

 

Biglietteria dell’Auditorium Paganini

viaToscana 5/A 43100 Parma

Tel.0521 039005

 

Orario

solonei giorni di concerto, un’ora e mezza precedente il concerto.

Incaso di spettacolo nei giorni di chiusura:

domenica   ore 10-12 (Biglietteria del Teatro Regio)

                    ore 15.30-17.30 (Biglietteria dell’Auditorium Paganini)

lunedì         ore 10-12 (Biglietteria del TeatroRegio)

                    ore 18.30-20.30 (Biglietteria dell’Auditorium Paganini)

Ilpagamento presso la biglietteria dell’Auditorium Paganini può essere

effettuatoesclusivamente con denaro contante in euro.

 

 

PaoloMaier
Ufficio Stampa
Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 039331
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto deld. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento laconferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari dellamail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche apersone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendoCANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verràimmediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitarefastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl