C.S. VERUCCHIO FESTIVAL 2008

18/giu/2008 10.20.00 MKT COMUNICAZIONE INTEGRATA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



COMUNICATO STAMPA N. 1             VERUCCHIO (RN), 16 GIUGNO 2008

VERUCCHIO FESTIVAL
DIREZIONE ARTISTICA
LUDOVICO EINAUDI

 
RICHARD GALLIANO, TANGARIA QUARTET, IBRAHIM MAALOUF, JOSE GONZALEZ, TUNNG, SETH LAKEMAN, TOUMANI DIABATE’, CELINA DA PIEDADE, BLONDE REDHEAD, DANI SICILIANO, ROBERT E RONALD LIPPOK, NATHAN FAKE,
LUDOVICO EINAUDI.

ELECTRONIC NIGHT con BJ NIELSEN & HILDUR GUDNADOTTIR, B. FLEISCHMANN

VERUCCHIO dal 19 – al 26 luglio 2008


 
Ludovico Einaudi
ha messo a punto il programma del VERUCCHIO FESTIVAL che, dal 19 al 26 luglio, si terrà a Verucchio, del quale da quattro anni è direttore artistico. Verucchio è uno splendido borgo della Valmarecchia in provincia di Rimini, sito archeologico villanoviano, paese che diede i natali alla dinastia dei Malatesta.
 
Due concerti a sera, uno di seguito all’altro, il primo nell’apprezzato spazio del sagrato della Chiesa della Collegiata, con vista che si perde sul tramonto nelle colline Valmarecchia, il secondo nella splendida Rocca Malatestiana da dove si domina l’intero panorama della riviera romagnola, dall’acustica perfetta, con le proposte, per lo più giovani, che Einaudi intercetta nel suo vagare d’artista in giro per il mondo. Anche quest’anno il programma da spazio alla musica elettronica dalla quale Einaudi è attratto e sperimenta, come nel suo concerto che proporrà con i due fratelli Lippock.


PRESENTAZIONE ARTISTI (IN CODA SINTESI PROGRAMMA)

SABATO 19 LUGLIO
RICHARD GALLIANO “TANGARIA QUARTET”
IBRAHIM MAALOUF
 
Richard Galliano,
ore 21.30 - P.zza della Coleggiata
Francese della Costa Azzurra, di origini italiane, assurto in pochissimi anni ai vertici mondiali del jazz, è il principale artefice del rilancio a tutto campo della fisarmonica quale strumento delle innumerevoli capacità espressive ed è da molti definito l’erede diretto di Astor Piazzolla. Nelle mani di Galliano la popolare fisarmonica acquista ora la policromia di un’orchestra, ora il raccolto timbro di un intimismo di natura cameratistica.
A seguire Ibrahim Maalouf, Rocca Malatestiana
Eccezionale trombettista, nato nel 1980 a Beirut e ora vive in Francia. Suona regolarmente come solista con orchestre, nella musica da camera, è invitato in tutto il mondo per tenere master e recital. Ha vinto il prestigioso Concorso Internazionale per Tromba della città di Parigi “Maurice André”, considerato dai trombettisti e dai professionisti della musica uno dei due più importanti concorsi di tromba classica al mondo. Ibrahim spazia anche nella musica contemporanea e d’avanguardia, è considerato un artista multiculturale, alcuni compositori hanno scritto per lui, per la sua tromba unica al mondo, brani di musica contemporanea dove lo sfruttamento del quarto di tono è stato elaborato in una maniera eccezionale.

LUNEDI’ 21 LUGLIO
TUNNG
JOSÉ GONZÁLEZ
SETH LAKEMAN

Tunng, ore 21.00 - P.zza della Coleggiata
La fervida creatività dei Tunng ha prodotto il terzo album in 30 mesi a testimonianza di un’impellenza espressiva e della parallela evoluzione  nel suono di una band che nonostante i molteplici consensi non si accontenta di riprodurre all’infinito la propria giocosa, personalissima e imprevedibile declinazione del paradigma folk-tronico.
Nella loro musica convivono in maniera equilibrata e senza apparenti iati, arabeschi folk ed esili battiti elettronici, scarni arpeggi acustici e repentine esplosioni elettriche, oscuri field recordings e vivaci atmosfere sixties
A seguire José González - P.zza della Coleggiata
La storia di José González sembra quella di un uomo fuori posto, geograficamente ma anche discograficamente, dato che il suo album di debutto è stato appena ristampato da un’etichetta nota in ambito elettronico. Su “Veener” di elettronico non c’è niente, solo la quieta voce di José e la sua chitarra classica, eppure sembra che proprio gli appassionati di techno siano stati i primi a fare circolare il suo nome. González riesce a mediare forme folk d’estrazione nord e sudamericana entro una sensibilità prettamente europea. José unisce stili che si pensano lontani, il suo album Veerner è pervaso da un’inquietudine sottile, la sua forza risiede nel contrasto con la solarità latina che si agita nel DNA di questo 29enne nato a Goteborg

A seguire Seth Lakeman – Chiostro Museo Archeologico Villanoviano
Lakeman è per immagine e stile lontano dagli stereotipi folk. Nella sua musica ci sono elementi della tradizione (nel senso che utilizza strumenti acustici) ma al tempo stesso vi è la creazione di un ritmo, di un suono contemporaneo con un linguaggio lirico simbolico, tutto fondendo una energica performance di radice punk e rock con la profondità dell’emozione blues e soul. Lakeman dà il meglio dal vivo, sul palco è intenso e trainante, aggredisce le sue chitarre a quattro corde con l’irruenza di Joe Strummer e canta con la passione di Jeff Buckely. Mai un suono così furioso è stato scatenato da un quartetto di chitarra acustica, violino, un doppio basso, bodhran e cojon (la scatola a percussione usata nel flamenco).
 
MERCOLEDI’ 23 LUGLIO
TOUMANI DIABATÉ
CELINA DA PIEDADE
 
Toumani Diabaté
,  ore 21.30 - P.zza della Coleggiata
Toumani Diabaté è colui che prima di ogni altro ha presentato il kora, un’arpa unica a 21 corde tipica dell’Africa Occidentale, in giro per il mondo. Diabaté è all’avanguardia di una nuova generazione di gente del Mali che sono costantemente alla ricerca di modi per modernizzare onorando le tradizioni musicali. Diabaté è entrato in un nuovo periodo creativo riunendosi con i Balle Sissoko per una traccia nel loro nuovo album Tomora e appare anche nel titolo della traccia dell’ultimo lavoro di Salif Keita, Mbemba. Nel 2004 inizia a lavorare con il circuito mondiale Nonesuch sulla trilogia dell’album registrato da Nick Gold.
Il duetto con Farka Touré chiamato “nel cuore della luna” è stato acclamato nel 2005 dal circuito della critica mondiale e ha vinto il Grammy Award come migliore album tradizionale di world music.  
A seguire Celina da Piedade, Rocca Malatestiana
Ha iniziato a suonare la fisarmonica a cinque anni approfondendone lo studio assieme al pianoforte al conservatorio fino a i 20 anni,  a cui si è aggiunta una laurea in storia e patrimonio culturale all’università di Evora. Attualmente impegnata come musicista di fisarmonica, cantante e compositore in due progetti principali, UXUKALHUS, dal 1998 e Rodirgo Leão dal 2000, oltre ad altri. E’ insegnate di fisarmonica, collabora con gruppi di musica tradizionali e workshop di danza. Oltre a questo collabora, sia nei concerti che in studio di registrazione, con vari artisti come Mayra Andriade, Ludovico Einaudi, Antonio Chainho, Dona Rosa e altri, così come per progetti televisivi, cinematografici teatrali e spettacoli di danza contemporanea.
 
GIOVEDì 24 LUGLIO
BLONDE REDHEAD
DANI SICILIANO

Blonde Redhead,  ore 21.30 - P.zza della Coleggiata
Blonde Redhead, trio indi rock americano formato da Kazu Makino e i gemelli Simone e Amedeo Pace. Prendono il nome da una canzone dei DNA, band no wave di New York attiva tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. I Blonde Redhead catturano l’attenzione di Steve Shelley, batterista della band noise rock Sonic Youth che nel 1993 produce il loro primo omonimo album. Il loro quanto album viene prodotto  da Guy Picciotto cantante e chitarrista dei Fugazi che contribuisce all’album cantando nel pezzo “Futurism vs. Passeism part 2”. Lo stesso Guy Paciotto ha prodotto altri due loro album.
I Blonde Redhead hanno progressivamente accresciuto la loro popolarità all’interno della scena musicale underground. Sebbene la musica degli esordi venisse spesso ritenuta a quella dei Sonic Youth, nel tempo hanno creato un proprio stile personale ed efficace. Kazu Makino è nota per la sua voce acuta e intensa, con la quale canta su eleganti riff di chitarra e complesse costruzioni ritmiche.
A seguire Dani Siciliano – Rocca Malatestiana
Dalla Virginia a Londra, passando per i club di San Francisco, Dani Siciliano si è conquistata un posto d’onore nel panorama della musica elettronica contemporanea non solo per l’unione artistica e affettiva con Mattew Hebert, ma anche e soprattutto per due album a suo nome che seducono con sapiente ritrosia. La sua capacità di spezzettare, incastrare la sua voce sottile su trame elettroniche multiformi ha contribuito a forgiare quel sound che tutti i prodotti a marchio Hebert hanno. In mezzo due album in proprio.

VENERDI’ 25 LUGLIO ELECTRONIC NIGHT ore 21.30 Rocca Malatestiana
BJ NIELSEN & HILDUR GUDNADOTTIR
B. FLEISCHMANN
BJ Nielsen , sound- artist svedese, si dedica allo studio dei suoni della natura, ai loro effetti sull’uomo e alla percezione per via sonora dello spazio e del tempo. Lavora con registrazioni sul campo poi elaborate elettronicamente. Di recente ha trasferito questo tipo di impostazione ai suoni della città moderna e delle sue infrastrutture. Con la violoncellista, vocalist islandese Hildur Ingveldardóttir Gudnadóttir, nuova cantante dei Mum e abituale collaboratrice dei Pansonic, si forma il duo in cui le elaborazioni di Bj intervengono sui suoni multiformi – dal tradizionale al noise – generati dalla voce e dallo strumento di Hildur.
A seguire B. Fleischmann
Si è affermato come elemento cruciale della musica elettronica sperimentale europea dal 1999. Il suo suono  è il risultato di diversi strumenti elettronici che creano armonie e piacevoli melodie in una mistura unica di scale sonore. I diversi tipi di “rumori” generati non disturbano l’armonia delle canzoni, ma trovano la via per comunicare con gli altri suoni, tracce che vagano, nella notte, quando il mattino seguente è già vicino. Espressione massima del techno minimal tedesco, per orecchie con la voglia di digressioni acustiche lontane dalla norma dei 4/4.

SABATO 26 LUGLIO
LUDOVICO EINAUDI con ROBERT e RONALD LIPPOCK
NATHAN FAKE
 
Ludovico Einaudi con Robert
e Ronald Lippock - ore 21.30 - Piazza della Coleggiata
A partire dagli anni ’80 Ludovico Einaudi inizia un suo cammino di ricerca di un linguaggio più libero, in grado di assorbire culture e influenze musicali diverse, tra cui il rock. Scrive per cinema, teatro, televisione e contemporaneamente inizia una proficua collaborazione con la danza componendo Time out (1988), spettacolo multimediale concepito con lo scrittore Andrea De Carlo che ne firma i testi. Messo in scena dalla compagnia americana ISO dance Theatre riscuote grande successo in Italia, Stati Uniti, Giappone. Guidato da una innata curiosità, accompagnata da un gusto musicale straordinario e raffinato, da qualche anno lavora con altri artisti di generi musicali diversi, dando vita a concerti unici e di grande atmosfera che fanno letteralmente impazzire il pubblico, come lo straordinario concerto alla Royal Albert Hall di Londra dell’ottobre 2007 tappa del lungo tour che l’ha visto con successo sui palchi di tutta Europa, Asia e India. Con ROBERT e RONALD LIPPOCK idoli della musica elettronica a Berlino e nei clubs di tutte le capitali europee, proporrà al pubblico del Verucchio Festival un concerto originale in cui le sue sonorità si mescoleranno, ora in fusione, ora in contrasto con l’elettronica.
A seguire Nathan Fake – Rocca Malatestiana
Protagonista della tradizionale festa di chiusura del festival quest’anno è il disc jokey britannico Nathan Fake, nato e cresciuto nella contea di Norfolk, che ha cominciato a comporre musica elettronica sin da giovanissimo. Il successo arriva già a 20 anni quando compone il singolo Outhouse, un pezzo che di fatto è entrato nella storia della minimal house. Successivamente si ripete con Dinamo e spopola definitivamente in tutte le discoteche di mezza Europa con il singolo The Sky Was Pink (remixata da James Golden). Melodie dolci con un gusto particolare per le atmosfere evocative. E stratificazioni, stratificazioni, stratificazioni.


Per informazioni e prenotazioni
Pro loco Verucchio
Tel. 0541-670222
info@verucchiofestival.it <mailto:info@verucchiofestival.it>
www.verucchiofestival.it <http://www.verucchiofestival.it>                                   
 
 
Ufficio Stampa
Mkt comunicazione
Daniela / Barbara
ufficiostampa@mktcomunicazione.com
Per accrediti, interviste, materiale fotografico,
supplemento di informazioni.
 
 
 


Biglietti:
Concerti Sagrato Coleggiata                         Euro 20,00
Concerto Ludovico Einaudi – F.lli Lippok      Euro 25,00
Concerti del 21 luglio ingresso unico            Euro 20,00
Concerti Chiostro Museo e Rocca M.          Euro 10,00
Doppio concerto (escluso 26 luglio)             Euro 25,00
Abbonamento ai 12 concerti                         Euro 90,00


 
 

SINTESI  PROGRAMA

SABATO 19 LUGLIO
RICHARD GALLIANO “TANGARIA QUARTET”
IBRAHIM MAALOUF
 
LUNEDI’ 21 LUGLIO
JOSÉ GONZÁLEZ
TUNNG
SETH LAKEMAN
 
MERCOLEDI’ 23 LUGLIO
TOUMANI DIABATÉ
CELINA DA PIEDADE
 
GIOVEDì 24 LUGLIO
BLONDE REDHEAD
DANI SICILIANO
 
VENERDI’ 25 LUGLIO
ELECTRONIC NIGHT
BJ NIELSEN & HILDUR GUDNADOTTIR
B. FLEISCHMANN
 
SABATO 26 LUGLIO
LUDOVICO EINAUDI con ROBERT e RONALD LIPPOCK
NATHAN FAKE

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl