Al Teatro Regio di Parma grande attesa per la Serata per la vita

Teatro Regio di Parma sarà impegnato nell'esecuzione dei Carmina Burana di Carl Orff diretti dal

05/feb/2004 20.41.45 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

Al Teatro Regio di Parma

grande attesa per la Serata per la vita

a sostegno di Trenta Ore per la Vita

I Carmina Burana di Carl Orff

diretti da Massimo De Bernart

e il pas de deux da L'histoire de Manon

con le étoiles Alessandra Ferri e Roberto Bolle

lunedì 9 febbraio 2004, ore 20.30

 

 

            Un’adesione spontanea e corale. In moltissimi hanno già risposto all’appuntamento cui la Fondazione Teatro Regio di Parma invita a partecipare il prossimo lunedì 9 febbraio 2004 alle ore 20.30 per sostenere l’edizione 2004 di Trenta Ore per la Vita.

            Artisti, tecnici, maestranze, tutti coinvolti nella cura della serata, condotta da Francesca Strozzi e ripresa dalle telecamere di Rai Due (che ne proporrà stralci nel corso del palinsesto televisivo della settimana), a sostegno dell’associazione costituita nel 1993 da un gruppo di professionisti dello spettacolo, fra gli altri da Lorella Cuccarini, generosa ed infaticabile testimonial dell’Associazione, che hanno voluto mettere a disposizione la loro professionalità e notorietà a favore di chi vive in gravi condizioni di disagio.

            Beneficiaria principale dell’edizione 2004 di Trenta Ore per la Vita sarà la Comunità di Sant’Egidio. I fondi raccolti saranno infatti utilizzati per creare una rete nazionale di assistenza domiciliare su tutto il territorio per anziani in difficoltà o in stato di abbandono.

            La Fondazione Teatro Regio di Parma, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, insieme alle aziende che hanno già aderito alla donazione, Albacom.Amps, Amps, Barilla, Chiesi, e con Greci industrie alimentari ed Edicta, intende sostenere in particolare il progetto della sede parmense della Comunità di Sant’Egidio che prevede l’acquisto di un pulmino per il trasporto di persone anziane disabili, l’acquisto di farmaci di fascia C, il sostegno e la promozione dell’assistenza domiciliare.

            Per questo importante progetto la musica e la danza di prim’ordine non hanno voluto mancare e saranno protagoniste in scena. L’Orchestra, il Coro e il Coro di voci bianche Ars canto del Teatro Regio di Parma sarà impegnato nell’esecuzione dei Carmina Burana di Carl Orff diretti dal Maestro Massimo De Bernart, solisti Paola Antonucci, Nicola Marchesini, Carlo Morini (Coro diretto da Martino Faggiani, Coro di voci bianche diretto da Silvia Rossi) e, a seguire, le due étoiles internazionali Alessandra Ferri e Roberto Bolle, presenteranno il pas de deux dal II atto de L’histoire de Manon, da musiche di Jules Massenet, coreografia di Kenneth MacMillan.

            I Carmina Burana sono una famosa collezione di oltre trecento poemi medievali rinvenuti nel 1803 nel monastero di Benediktbeuren in Baviera. Il nome dell’opera deriva dal latino Carmina, cioè canzoni, e dal nome della provincia di Bura Sancti Benedicti. Si tratta di materiale di autori anonimi, pubblicato per la prima volta nel 1847 da Johann Andreas Schmeller, dunque solo 50 anni dopo la sua scoperta, perché considerato sconveniente all’inizio del XIX secolo (i vizi dell’uomo, in uno spaccato significativo della società medievale, sono i temi dei “Carmina Burana”), e fu reso noto al grande pubblico nel 1937 grazie alla magistrale rivisitazione eseguita da Carl Orff.

            Tratto dal libro Histoire du chevalier Des Grieux et de Manon Lescaut dell’abate Prévost, L’histoire de Manon è la storia del grande amore fra Manon, una ragazza fuggita alla vita di convento, e il giovane studente Des Grieux. Una grande passione li lega, come testimonia il Pas de deux dal II atto nel quale i due esprimono tutta la gioia e la felicità degli innamorati, ma li costringe alla fuga, osteggiati dal padre di Des Grieux. Il destino li dividerà, perché Manon cederà alle lusinghe e alla ricchezza di Brétigny, finto galante messo sulle tracce di Manon proprio dal padre di Des Grieux per ricondurre il figlio a casa.

        

            I biglietti (Poltrona euro 20,00; Palco euro 15,00; Galleria euro 5,00) sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma. Per informazioni: Tel. 0521 039399 Fax 0521 504224 ticket@teatroregioparma.org

 

 

 

____________________________________

 

 

 

Teatro Regio di Parma, lunedì 9 febbraio 2004, ore 20.30

Serata per la vita

A sostegno dell'evento Trenta Ore per la Vita 2004

 

 

Carmina Burana

di Carl Orff

 

soprano Paola Antonucci

tenore Nicola Marchesini

baritono Carlo Morini

 

Direttore Massimo De Bernart

Maestro del coro Martino Faggiani

 

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

CORO DI VOCI BIANCHE ARS CANTO DEL TEATRO REGIO DI PARMA diretto da Silvia Rossi

 

 

L’histoire de Manon

Pas de deux dal II atto

Coreografia Kenneth MacMillan

Da musiche di Jules Massenet

Costumi Nicholas Georgiadis

Étoiles Alessandra Ferri, Roberto Bolle

 

 

L’incasso della serata sarà devoluto a Trenta Ore per la Vita

per il progetto di assistenza domiciliare di Parma della Comunità di Sant'Egidio

 

 

____________________________________

 

 

Sostengono il progetto di assistenza domiciliare di Parma della Comunità di Sant'Egidio

 

 

Albacom.Amps

 

Amps

 

Barilla

 

Chiesi farmaceutici 

 

 

 

 

 

Hanno aderito all’iniziativa

  

 

Greci industrie alimentari

 

Edicta

 

 

____________________________________

 

 

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl