L’ORCHESTRA BAOBAB IN ESCLUSIVA REGIONALE A NOTE DI NOTTE

17/lug/2008 13.49.00 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

           L’ORCHESTRA BAOBAB IN ESCLUSIVA REGIONALE A NOTE DI NOTTE

 

Presentato in conferenza stampa alcuni giorni fa a Torre Napolino, NOTE DI NOTTE è già ai nastri di partenza con il primo concerto in calendario.

Lunedì 21 luglio a Villa Anna (Ispica) il Festival, giunto alla settima edizione, ospiterà in esclusiva regionale l’Orchestra Baobab, gruppo storico senegalese con quasi quaranta anni di storia musicale alle spalle.

Si è infatti formato a Dakar nel 1970, quando un gruppo di ministri del governo senegalese tra cui Adrien Senghor, Ousmane Diagne e Dame Drame decide di fondare un club privato dove incontrarsi con gli amici. Le basi per la nascita dell’Orchestra sono gettate in un seminterrato al 144 di Rue Jules Ferry, a due passi da Independence Square e dal palazzo presidenziale. Un albero di baobab decora pareti e soffitto. Viene battezzato Baobab Club.

Tocca a Baro N’Diaye (sassofono) e Sidathe Ly (basso) scegliere gli altri membri con cui fondare il gruppo: Moussa Kane suona le congas e la toumba, Biteye è il primo batterista. Barthelemy Attisso (chitarra), Balla Sidibe (voce, batteria, chitarra e congas) e Rudy Gomis sono portati via al gruppo The Star Band. Laye M’Boup, star del National Troupe al teatro Daniel Sorano, entra nel gruppo con il suo look stupefacente, la sua conoscenza delle canzoni dei griot (cantastorie locali) una intonazione perfetta e un grande repertorio di canzoni Wolof.

Nasce così l’Orchestra Baobab.

All’inizio il gruppo suona al Baobab Club esclusivamente nei weekend, ma diviene così popolare da essere invitato ad esibirsi ogni sera.

Affermatissima in tutta l’Africa, dalla metà degli anni 70 è riconosciuta come la migliore orchestra del Senegal.

I suoi musicisti provengono da un miscuglio di culture che riflette le differenze etniche del paese, e non solo. Balla Sidibe, Rudy Gomis e successivamente Charly N’Diaye (basso) vengono da Casamance, provincia meridionale del Senegal con un ricco repertorio di canzoni Mandinka, Mandiago e folk dei Diola (tribù locali). Medoune Diallo rappresenta la musica Toucouleur del nord del Senegal. Issa Cissoko (sax tenore) e i cugini Mountaga Kouate (batteria) e Seydou Norou “Thierno” Kouate vengono dalla tribù Malinke del Mali. Barthelemy Attisso dal Togo e aggiunge ai suoi arrangiamenti tocchi di Congolese e altri stili della musica dell’Africa Occidentale. Latfi Ben Geloun (chitarra ritmica) è nato a St. Louis da genitori marocchini. Peter Udo (clarinetto) viene dalla Nigeria.

All’incrocio di tante influenze africane, nella cifra stilistica dell’Orchestra si aggiunge anche una forte componente latina.

Già dagli anni ’40 infatti, grazie al traffico merci del porto di Dakar, la musica cubana ha fatto il suo ingresso nel paese. Dalla fine degli anni ‘50, il Senegal e i paesi confinanti cercano l’indipendenza dalle leggi coloniali e rinsaldano il legame con Cuba incrementando anche l’interesse per la musica dell’isola.

Il mix cool e intrigante tra pachanga, salsa, cha cha cha e musica africana è la forza dell’Orchestra Baobab che, pur restando fedele al proprio sound, negli anni è sempre riuscita a rinnovarsi.

Dopo una battuta d’arresto alla fine degli anni ’80, nel 2001 si è riunita ed ha ricominciato ad incidere e a tenere concerti su palchi prestigiosi.

Nel 2003 l’Orchestra ottiene l’attenzione dei media statunitensi grazie ai musicisti Trey Anastasio e Dave Matthews che, durante un viaggio in Senegal, filmano il documentario Trey and Dave go to Africa in cui suonano con la Baobab.

Importante la produzione discografica con oltre venti album e la partecipazione a numerose compilation.

L’ultimo cd Made in Dakar (2007) dà il nome al nuovo tour dell’Orchestra Baobab che questa estate toccherà i più importanti festival europei.

Come è tradizione di NOTE DI NOTTE, il pubblico sarà accolto da un drink di benvenuto servito tra le 20,00 e le 21,30 realizzato da Caffè Bistrò grazie alla collaborazione con alcuni partner storci del Festival: la Cantina Fià Nobile e le aziende Ragusa Latte, Piombo e Casalindolci.

E con NOTE DI NOTTE prenderà il via anche il Nonsolofestival con le sue preziose esposizioni. Già confermata la presenza di La tela di Penelope e La Veronica arte contemporanea.

 

Modica 17 luglio 2008

 

Ufficio Stampa

Stefania Pilato

3382343355

stefaniapilato@gmail.com

Francesco Micalizzi

3392878013

fmicalizzi@hotmail.com



Live Search Map Cerchi la strada più breve per andare in ufficio? Chiedila a Live Search Maps!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl