comunicato stampa: CHE BELLA LA NATURA, MA CHE NOSTALGIA PER GLI ANNI '80..... Assolutamente da non perdere: MUSIC IN VILLAGE 2008

25/lug/2008 16.30.00 Virus Concerti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE/DIFFUSIONE

CHE BELLA LA NATURA, MA CHE NOSTALGIA PER GLI ANNI OTTANTA.....

anche quest'anno si presenta l'appuntamento con il MUSIC in VILLAGE.
Ospitato nella meravigliosa cornice naturalistica del Parareit presso le Grave di Cordenons, immerso in un parco circondato da alberi secolari a soli cinque minuti di auto dalla piazza, questa edizione del Music In Village si caratterizza per la cura nella scelta degli artisti, tutti di altissimo livello e tutti in qualche modo legati a doppio filo con... gli anni '80!!

La prima serata sarà un omaggio all'ormai famoso sound "pordenonese", che proprio negli anni ottanta ha avuto il suo primo exploit e ha fatto conoscere il nome della nostra provincia ben oltre i confini nazionali.

Frutto di quel cammino il 30 agosto ci saranno i ben noti Capitan Jive con il loro irresistibile e allegro swing pordenonese e i Photomodels, recente nuova attrazione del sempre variegato panorama naoniano, formata da elementi in parte già visti tra le fila del The Great Complotto, nelle sale prove di Pordenone e nei palchi di tutta Italia che con il loro sound a base punk77 nyc rock'n'roll e attitudine garage, vi stupiranno per la potenza del loro mondo musicale.

il 31 luglio, la seconda serata, sarà tutta... demenziale!!  Avremo gli Skiantos, i creatori del rock demenziale italiano, una band capofila assoutmente imperdibile,Gli SKIANTOS intervengono sul linguaggio delle parole e dei comportamenti, scelgono di essere banali, “stupidi”, allusivi, esagerati ed aggressivi in contrapposizione alla retorica dei “buoni sentimenti” e alla prosopopea dei cantautori. Raccolgono segnali dal gergo giovanile per contaminare l’insopportabile modo del “buon senso”. Ad una presunta “poetica alta” da grande artista contrappongono una “poetica bassa” da artista sconnesso. Come supporter avremo la Crazy Ethilic Band, eccellente formazione friulana, nata, guarda i casi, negli anni ottanta, di "rock pionieristico-acrobatico-friulano, una forza d'urto dissacrante e guascona"

il primo agosto con Bugo e Lombroso, vedremo se gli artisti di oggi hanno "fatto i compiti" sul sound anni '80...  La risposta sarà sicuramente positiva!!!
Bugo Inizia a cantare e fonda il suo primo gruppo punk-rock. Inizia a scrivere canzoni e parte l’avventura! Bugo ama il noise, il punk, il metal, gli piace anche il rap, ma lui rimane uno che scrive e canta le sue canzoni, brani grezzi e ruvidi, canta come gli viene, registra in modo spontaneo. I testi sono surreali, astrusi ma allo stesso tempo tutto risulta semplice ed immediato. Sound scarno essenziale e funzionale. Cantautore genuino, sottile, delirante e spesso paradossale.
Di supporto a Bugo ci sono i Lombroso, duo eclettico e davvero ben congeniato, dicono di loro << i Lombroso sono un mondo a parte. E forse sono loro stessi ad ammetterlo, quando cantano: «vorrei avere meno pensieri eccitanti/ proprio adesso che oramai sono già nel letto/ ed avere più pazienza per un libro/ ma non riesco a sciogliermi/ vivo tutto al limite». Una cosa è certa: il loro è un mondo che vale la pena di frequentare. Su disco e dal vivo. Non ve ne pentirete.>>

Gran finale sabato 2 agosto con l' "Anni 80 Original Disco Party"
Ci saranno i Righeira e Alberto Camerini...
I Righeira... che dire... ecco un estratto della loro biografia ufficiale: <<Nel 1983, ancora giovanissimi, esce in tutto il Sistema Solare il loro primo singolo, Vamos a la playa. E' un successo di proporzioni galattiche che sarà bissato l’anno successivo con No tengo dinero. Nel 1985 con L’estate sta finendo vincono il Festivalbar e il Disco per l’estate. Nel 1986 partecipano al Festival di Sanremo con Innamoratissimo. Il 31/12/1986 ha termine la prima fase della loro missione: i due decidono di farsi ibernare. All’inizio del nuovo millennio, vista la devastante situazione in cui versa il pianeta Terra, l’Altissima Commissione per lo Sviluppo Armonioso del Cosmo avvia la procedura per il loro risveglio...>>
e Alberto " Tanz bambolina" Camerini... icona del pop anni 80!!
Il Music in village quest'anno è proprio da non perdere!!

qui di seguito comunicato stampa con info e calendario        www.musicinvillage.it




Con preghiera di pubblicazione e diffusione.
Ciao a tutti, vi invio la presentazione del Music in Village che è giunto ormai alla quindicesima edizione.
Se avete bisogno di ulteriori informazioni, materiale e foto non esitate a chiamarci o a spedirci un e-mail.

INFO: 0434.29001 - 335.7046007  - info@musicinvillage.it

Comune di Cordenons
Ass.ne Music In Village
Provincia di Pordenone
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Assessorato all’Istruzione e Cultura

In collaborazione con
Virus Concerti e MusicEventiMachine Organization

presentano



PROGRAMMA
mercoledì 30/07  CAPITAN JIVE + special guest  PHOTOMODELS
giovedì 31/07       SKIANTOS + special guest  CRAZY ETHILIC BAND
venerdì 1/08         BUGO + special guest  LOMBROSO
sabato 2/08          RIGHEIRA + special guest  ALBERTO CAMERINI 
       
         apertura cancelli ore 19.00        inizio concerti ore 21.00


Cosa c’è da fare di sera questa estate in città?
che caldo che fa... Andiamo al Music In Village!!
Nella preziosa cornice naturalistica del Parareit nelle Grave di Cordenons, una freschissima oasi naturale con stupendi alberi secolari e tanto verde attorno in un meraviglioso giardino estivo che per quattro giorni ospiterà gli artisti del Music In Village a 5 minuti di auto dalla piazza principale del paese. Anche se la location è immersa nel verde e nella natura, arrivarci in realtà è estremamente semplice: è sufficiente prendere la superstrada Cimpello/Sequals e uscire a Arzene/Zoppola e poi seguire le indicazioni per Cordenons, da qui in poi basta seguire i cartelli con la scritta Music In Village! Per chi arriva dal Veneto basta seguire le indicazioni per Pordenone e poi per Cordenons Piazza Vittoria e da li seguire i cartelli. Ci saranno stand gastronomici, dj, concerti mercatino e tante sorprese fino a notte fonda! I concerti si terranno anche in caso di maltempo.

*L’associazione Nexus in collaborazione con The Great Complotto Radio presenta:“Stage for Dummies” dove darà la possibilità a 6 gruppi emergenti di suonare prima dei grandi artisti del main stage del Music in Village.

Ecco i gruppi emergenti che suoneranno:

Giovedì 31/07

 Escapism -   Close 

 Venerdì 01/08

The Frontside - Macchiato Caldo - Iperico


Ci saranno musica live, stand gastronomici, dj, mercatino e tante sorprese.
INFO: 0434.29001 - 335.7046007  - info@musicinvillage.it
Visita il sito www.musicinvillage.it

            



CAPITAN JIVE

Il progetto Capitan Jive prende vita nel luglio del 2000 dall'unione di sette musicisti maturati con esperienze in formazioni jazz, swing e rockabilly. Debuttano riscuotendo ampio consenso al "Music in Village" di Pordenone ed in Settembre aprono lo spettacolo pordenonese    del comico Beppe Grillo.Si sono esibiti con moltissimi artisti dell' area blues come Andy J Forest partecipando anche a Festival Blues Internazionali in Austria, hanno aperto i concerti di molti artisti nazionali come Roy Paci ed i Nomadi e sono apparsi su diverse tv locali, Antenna3, Tele 4, Telefriuli, Canale 55, con riprese da concerti su Rock-TV, come ospiti, e con sigle per alcuni programmi. Il loro "Jive del Capitano" con essenze spaghetti    swing rivisita in maniera personale ed entusiasmante il repertorio del periodo '40 e '50 italiano e propone composizioni originali attraverso uno show divertente e coinvolgente.




THE PHOTOMODELS:

Recente nuova attrazione del sempre variegato panorama naoniano, formata da elementi in parte già visti tra le fila del The Great Complotto, nelle sale prove di Pordenone e nei palchi di tutta Italia, dai più grandi ai più infimi (specialmente in questi ultimi), già membri di band come Prozac+, Tre Allegri Ragazzi Morti, Kickstart, Grains, Anemone, Spiders, Superhype e Kid Weird and the Combos, giusto per citare le esperienze più recenti. La missione dei Photomodels è semplice: immergersi in un fluido energetico torbido e sublime a base di punk 77, NYC rock'n'roll e attitudine garage, assorbirlo, metabolizzarlo e scaricarlo addosso al pubblico in una raffica di brani da tre minuti. Decisamente sconsigliati a chi ha l'abitudine di prendersi troppo sul serio ed a gente in ciabatte!!!

  



SKIANTOS
Dal 1977 gli SKIANTOS sono una cult-band, cioé un gruppo rock dallo stile molto personale, apprezzato da una schiera di ammiratori irriducibili, “zoccolo duro” di seguaci del demenziale. Ideatori e propagatori del genere, dello stile, nonché dell’aggettivo demenziale (che per loro stessa definizione significa un “cocktail di ironia, improvvisazione, poesia quasi surreale, cretinerie, paradossi e colpi di genio”) gli SKIANTOS hanno continuato imperterriti a produrre dischi sul filo dell’ironia, che è la loro chiave di lettura preferita.
Gli SKIANTOS intervengono sul linguaggio delle parole e dei comportamenti, scelgono di essere banali, “stupidi”, allusivi, esagerati ed aggressivi in contrapposizione alla retorica dei “buoni sentimenti” e alla prosopopea dei cantautori. Raccolgono segnali dal gergo giovanile per contaminare l’insopportabile modo del “buon senso”. Ad una presunta “poetica alta” da grande artista contrappongono una “poetica bassa” da artista sconnesso.
   


THE CRAZY ETILIC BAND
Nasce nel 1988. . La musica della Crazy Etilic Band si distingue già per definizione del genere musicale proposto: rock pionieristico-acrobatico-friulano; forza d'urto dissacrante e guascona. Tocca le corde della tradizione contadina e la rende moderna secondo i più classici canoni del rock, attraverso mille trasformismi esilaranti e spericolati Nel 1997 ha partecipato al Festival della Canzone Friulana con Dario Zampa con la canzone "Quant chi lin par sagris" piazzandosi al II posto. La storia più recente della Crazy Etilic Band parte dal 2000 quando viene pubblicato il CD "DANDOLO", che conferma la vena etilica del gruppo, con canzoni come "TRAMINER", "TAGLIAMENTO" e l'ormai famosa "QUANT CHI LIN PAR SAGRIS". Grandi ospiti come Dario Zampa e Giulio Venier completano l'opera. Il "DANDOLO TOUR" tocca molte località del Friuli, con presenze obbligate nelle edizioni 2000 e 2001 di "CANTINE APERTE. Nella primavera 2002 iniziano le registrazioni del nuovo CD "IO CANTO MALE". Anche in questo lavoro ci sono interventi di graditi ospiti quali Gigi Di Meo, il vulcanico direttore di TELEPORDENONE, che da il meglio del suo repertorio nell'hit dance "DIFENDIAMO LA PANOLA" e i "Papu", il duo cabarettistico pordenonese (Zelig, Quelli che il calcio, Rido,Colorado cafe’ ed il loro primo film"Oppalalai. Ma fu allora che all’inizio del 2006... Dopo quattro anni di silenzio discografico ritorna alla ribalta la Crazy Etilic Band con il nuovo CD dal titolo “…Seguirà rinfresco”, ospiti d’eccezione Elio e Faso degli Elio e le storie tese ,Tony Merlot,gli Ultras dell’Udinese e il grande Bruno Pizzul con il quale presentano la canzone ‘TOCAI’ il cui video spopola su you tube. Nel 2009 saranno quindici gli anni di questa avventura…sorprese all’orizzonte…
                                                         

BUGO
Vero nome Cristian Bugatti, nato a San Martino di Trecate tra le risaie del novarese.Ha imparato a suonare la chitarra durante il servizio militare. Inizia a cantare e fonda il suo primo gruppo punk-rock. Inizia a scrivere canzoni e parte l’avventura! Bugo ama il noise, il punk, il metal, gli piace anche il rap, ma lui rimane uno che scrive e canta le sue canzoni, brani grezzi e ruvidi, canta come gli viene, registra in modo spontaneo. I testi sono surreali, astrusi ma allo stesso tempo tutto risulta semplice ed immediato. Sound scarno essenziale e funzionale. Cantautore genuino, sottile, delirante e spesso paradossale.
La sua discografia: 
1999 esordisce con il singolo QUESTIONE DI ETERNITA'
2000 LA PRIMA GRATTA
2001 è l’anno della pubblicazione di un grande album, SENTIMENTO WESTERNATO.
2002  escono NE VALE LA PENA? e DAL LOFAI AL CISEI.
2004 è la volta GOLIA & MELCHIORRE
2006  SGUARDO CONTEMPORANEO e il singolo “AMORE MIO INFINITO”
Nel 2008 esce CONTATTI la cui produzione artistica è affidata a Stefano Fontana (dj, produttore, celebre e celebrato per il progetto Stylophonic). Contatti è l'anima elettronica di uno degli artisti pop meno definibili degli ultimi dieci anni. La sua vera storia è appena cominciata….


 LOMBROSO

I Lombroso continuano a essere un mondo a parte.



“Credi di conoscermi”, il loro secondo lavoro - che esce a tre anni di distanza dall’omonimo album d’esordio - lo dimostra, spingendo ancora più avanti le possibilità di questo incredibile “power duo” italiano. Su “Credi di conoscermi”, si ascolta un’atmosfera vintage che, sebbene sia densa di riferimenti al meglio del rock (Beach Boys, Beatles, Stones, Doors, Who) miscelati con la crema del beat e del rock italiano (Equipe 84, Rokes), oggi è in realtà il vero marchio di fabbrica dei Lombroso. Tutto, in questo disco, è fisico, quasi muscolare, ma di quella fisicità nervosa che non ha niente a che vedere con la potenza fine a se stessa. E’ un disco in cui gli strumenti urlano, si mescolano e si ricompongono nella loro unità, in cui le tracce di batteria hanno la stessa evidenza di quelle di chitarra, di voce o di tastiere. E’ un disco soprattutto costruito sul magico interplay che lega Dario Ciffo e Agostino Nascimbeni, amici di lunga data, Lombroso dal 2003: è quasi impressionante ascoltare il disco e rendersi conto di come sia costruito sulla perfetta interazione tra i due protagonisti, come ogni strumento trovi spazio nei vuoti lasciati dall’altro, come tutto si completi in un sound incendiario e splendidamente definito (la produzione è ancora una volta di Taketo Gohara, che con questo lavoro si candida definitivamente a essere considerato uno dei migliori produttori indie-rock in circolazione).“Credi di conoscermi” è anche un passo in avanti anche sul fronte dei testi, firmati ancora una volta da Dario Ciffo. Dall’iniziale “Si riparte da zero” al brano scelto come chiusura dell’album, la cover del grande successo di Patty Pravo “Il paradiso” - che qui occupa il posto che nel loro album d’esordio aveva un’altra straordinaria cover, “Insieme a te sto bene” di Lucio Battisti -  le canzoni si susseguono come i capitoli di un racconto, finendo per far affiorare parole e frasi sempre più “tangibili”. L’album è impreziosito dalla presenza di numerosi ospiti/amici, a sottolineare quanto i Lombroso siano una realtà particolarmente vivace e apprezzata sulla scena live: Roberto Dellera (Afterhours), Enrico Gabrielli (Mariposa), Matteo Castiglioni (Bugo), Eros Cristiani, Marco “Morgan” Castoldi suona e co-firma “Tra cinque minuti”.Dicevamo che i Lombroso sono un mondo a parte. E forse sono loro stessi ad ammetterlo, quando cantano: «vorrei avere meno pensieri eccitanti/ proprio adesso che oramai sono già nel letto/ ed avere più pazienza per un libro/ ma non riesco a sciogliermi/ vivo tutto al limite». Una cosa è certa: il loro è un mondo che vale la pena di frequentare. Su disco e dal vivo. Non ve ne pentirete.

RIGHEIRA
Michael & Johnson Righeira, al secolo Stefano Rota e Stefano Righi, atterrano sul nostro pianeta negli anni ’60. Entrambi scelgono l’Italia, nella fattispecie Torino, come alveo per la loro nascita terrestre. Per mimetizzare la loro provenienza aliena conducono una vita, apparentemente, normale. Alla fine degli anni 70 i loro corpi e le loro essenze entrano definitivamente in contatto sui banchi di scuola del glorioso Liceo Scientifico Albert Einstein di Torino. La loro missione cosmica, volta all’evoluzione e al progresso del nostro pianeta, prevede numerose frequentazioni in ogni trama dell’underground torinese. Nel 1981, stanchi del banale rapporto di amicizia, decidono di diventare fratelli.
Nel 1983, ancora giovanissimi, esce in tutto il Sistema Solare il loro primo singolo, Vamos a la playa. E' un successo di proporzioni galattiche che sarà bissato l’anno successivo con No tengo dinero. Nel 1985 con L’estate sta finendo vincono il Festivalbar e il Disco per l’estate. Nel 1986 partecipano al Festival di Sanremo con Innamoratissimo. Il 31/12/1986 ha termine la prima fase della loro missione: i due decidono di farsi ibernare. All’inizio del nuovo millennio, vista la devastante situazione in cui versa il pianeta Terra, l’Altissima Commissione per lo Sviluppo Armonioso del Cosmo avvia la procedura per il loro risveglio...

 

ALBERTO CAMERINI

Artista attento ai mutamenti dei gusti musicali in chiave punk dei primi anni ottanta, è considerato l'arlecchino del rock italiano per la gestualità che caratterizza le sue esibizioni dal vivo) e per la diretta citazione che ne ha fatto in uno dei suoi brani di maggior successo: “Rock'n'Roll Robot”, presentato al Festivalbar 1981. Nle 1976 pubblica il suo primo singolo “Pane quotidiano / In giro per le strade”, seguito dopo pochi mesi dal suo primo album “Cenerentola e il Pane Quotidiano”, che evidenzia sonorità rock metropolitane con influssi della musica brasiliana in canzoni come Maracatu o la stessa Pane Quotidiano. L'anno successivo, 1977, pubblica “Il Gelato Metropolitano, prodotto da Ares Tavolazzi e Giulio Capiozzo, rispettivamente bassista e batterista degli Area. Nel 1978 esce l'album “Comici Cosmetici” prodotto da Shel Shapiro, tra il vecchio ed il nuovo stile, più marcatamente elettronico, in cui si avvertono già le sonorità del nascente punk rock londinese ed influenze glamour, frutto dell'esperienza di Alberto nella scuola di mimo "Quelli di Grock", diretta da Maurizio Nichetti. Nel 1980 viene pubblicato "Alberto Camerini": il brano di punta, “Skatenati”, ispirato allo ska allora imperante, “Serenella”, “Il Re di Plastica” ed altre ancora. Ma sarà l'anno successivo, 1981, quello della grande esplosione che con “Rock'n'roll Robot” sarà il singolo che porta Alberto Camerini sulla vetta della hit parade. Il personaggio di Arlecchino e la mimica sul palco da rockstar alla Mick Jagger, il gusto delle trovate sceniche sono le caratteristiche dello stile di Alberto Camerini. Seguono passaggi televisivi, RAI e Mediaset: Festivalbar, Vota la Voce, Happy Circus, Popcorn, La Vela d'Oro, Festival di Sanremo. Il Successo è bissato l'anno dopo con l'album "Rockmantico", top ten nelle classifiche di vendita, da cui il singolo “Tanz bambolina” (1982), "Maccheroni Elettronici", "Fanatico di Rock'n'roll" . Il 1983 vede il singolo Computer Capriccio che immagina un mondo futuro, poi avveratosi, dominato dai computer e dai video giochi, quando i computer allora erano il Commodore 64 ed i video giochi il Pacman o Space Invaders. Nel 1984 partecipa al Festival di Sanremo con “La Bottega del Caffè. Seguirà un periodo di Tours e concerti. Nel 1994 incide " Dove l'Arcobaleno Arriva" . Nel 2001 pubblica l'album Cyberclown col gruppo punk degli Skidsoplastix. L'esperienza di Cyberclown lo porterà nel 2005 a rinnovare la collaborazione con gli Skidsoplastix con l'uscita dell'album “Kids Wanna Rock” dove Camerini riesce a realizzare quelle sonorità punk americane che aveva solo sfiorato nel precedente Cyberclown.




ufficio stampa 
__________________________
Virus concerti
Piazzetta dei Domenicani, 3
33170 Pordenone
Tel: xx39-0434-29001
Fax: xx39-0434-29001
Email: ufficiostampa@virusconcerti.it
Www.virusconcerti.it
Member of NETWORK EUROPE





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl