Agricantus da Planeta per NOTE DI NOTTE

Da sempre attenti alla ricerca, dopo gli album Gnanzù e Viaggiari in cui la musica etnica si mescola all'ambient e alla trance, è con Tuareg, registrato in parte nel deserto del Mali con strumenti e musicisti nomadi, che raggiungono il successo in Italia e in Europa nel 1996 conquistando la Targa Tenco e piazzandosi al sesto posto nella World Music Charts Europe.

04/ago/2008 12.49.00 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ancora un abbinamento tra una cantina prestigiosa e una serata di NOTE DI NOTTE. Ancora nel versante ipparino della provincia di Ragusa. Ancora con il sostegno del Comune di Vittoria.

Dopo i Radiodervish alla Cantina Valle dell’Acate, è la volta degli Agricantus da Planeta.

Già sponsor delle precedenti edizioni del Festival, l’azienda Planeta aprirà le porte della cantina di Contrada Dorilli mercoledì 6 agosto rinsaldando, dunque, la collaborazione con NOTE DI NOTTE.

Prossimi al trentennale di carriera, riconosciuti come una delle formazioni europee più sensibili del panorama world internazionale, gli Agricantus nascono a Palermo nel 1979. Da sempre attenti alla ricerca, dopo gli album Gnanzù e Viaggiari in cui la musica etnica si mescola all’ambient e alla trance, è con Tuareg, registrato in parte nel deserto del Mali con strumenti e musicisti nomadi, che raggiungono il successo in Italia e in Europa nel 1996 conquistando la Targa Tenco e piazzandosi al sesto posto nella World Music Charts Europe.

L’anno successivo vincono il PIM (Premio Italiano della Musica) e sono co-realizzatori della colonna sonora di Hamam - Il bagno turco di Ferzan Ozpetek.

Nel 1998 esce Kaleidos dedicato alle ricerca delle origini della musica classica.

Nel 1999 arriva il successo oltreoceano con Best of Agricantus. Dello stesso anno è Faiddi, raccolta live di brani già editi proposti con nuovi arrangiamenti.

Nel 2001 esce Etnosphere, viaggio ideale tra Tibet e Mediterraneo, e grazie all’etichetta George V i loro brani sono inseriti in compilation distribuite in tutto il mondo (Nirvana Lounge, Buddha Bar IV, Siddartha vol.1)

Dal 2001 gli Agricantus si avvicinano nuovamente al cinema realizzando le colonne sonore dei film Placido Rizzotto di Pasquale Scimeca (2001), Il regista di matrimoni di Marco Bellocchio (2006) e Il figlio della luna di Gianfranco Albano (2007).

Nel 2002 vedono la luce il singolo Jamila e l’album Calura. 

Nel maggio 2007 esce Luna Khina, album che dà il nome al concerto di mercoledì 6, nuova tappa di una ricerca artistica e personale in cui, spaziando tra sonorità siciliane, africane, indiane e peruviane, l’idea dell’energia ciclicamente rinnovabile strettamente legata alle fasi lunari si incontra musicalmente con sonorità rap, reggae ed elettroniche.

Il botteghino sarà aperto alle ore 20,00 e sarà ancora Caffè Bistrò ad occuparsi del drink di benvenuto realizzato in collaborazione con Gratia, Piombo e Ragusa Latte. Ovviamente siglati Planeta i vini offerti in degustazione.

 

Modica 4 agosto 2008

 

Ufficio Stampa

Stefania Pilato

3382343355

stefaniapilato@gmail.com

Francesco Micalizzi

3392878013

fmicalizzi@hotmail.com

 



Carica subito le tue foto! Metti on-line le foto delle tue vacanze! C’è Spaces!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl