Festival Verdi 2008 - L’Orchestr a Filarmonica di San Pietroburgo al Festival Verdi 2008

04/ott/2008 14.49.09 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

L’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo

al Festival Verdi 2008

Nikolai Alexeev sostituirà il maestro Yuri Temirkanov

colto da improvvisa indisposizione

Teatro Regio di Parma

domenica 5 ottobre 2008, ore 20.00

 

 

Per un’improvvisa indisposizione che ha colpito il maestro Yuri Temirkanov, alla guida  dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, il concerto in programma domenica 5 ottobre al Teatro Regio di Parma per il Festival Verdi 2008, sarà diretto da Nikolai Alexeev.  Il maestro è direttore associato dell’orchestra russa e da anni assistente del maestro Temirkanov, che ha recentemente accettato l’incarico di direttore musicale del Teatro Regio di Parma, dal 1 gennaio 2009 fino alle celebrazioni verdiane del 2013.

 

Il programma della serata prevede un omaggio al compositore di Busseto con la Sinfonia de La Forza del destino seguita dal Concerto per Violoncello di Edward Elgar affidato al talento della giovane Quirinie Viersen e la Quinta Sinfonia di ÄŒajkovskij.

 

Vincitore del premio Karajan nel 1982, Nikolai Alexeev ha studiato all’Istituto Glinka di Leningrado, per diplomarsi al Conservatorio di San Pietroburgo, perfezionandosi in direzione d’orchestra con Mariss Jansons. Nikolai Alexeev è stato ospite delle più importanti istituzioni musicali del mondo e ha diretto le più prestigiose orchestre internazionali, fra cui la Royal Concertgebouw Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra, la Baltimore Symphony Orchestra, oltre alle più importanti orchestre del suo paese. Determinante è stato il suo contributo alla nascita e all’affermazione a livello internazionale dell’Orchestra della Radio di Mosca nel 1998. Il suo sodalizio con il teatro Bol’šoj è culminato con la prima esecuzione moscovita dei Gurrelieder di Schönberg.

L’incontro con Yuri Temirkanov, che lo invita a dirigere opere e concerti al Teatro Kirov, ha segnato la svolta più importante della carriera artistica di Alexeev. Dal 2000 è diventato primo direttore dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, con cui ha affrontato, oltre a importanti prime esecuzioni assolute, programmi sinfonici che spaziano dai capolavori dal grande repertorio romantico ai classici del Novecento. Dalla sua nomina a direttore associato della Filarmonica di San Pietroburgo, Alexeev è regolarmente  sul podio dell’orchestra per il primo concerto dell’anno e nelle prestigiose tournée in Europa, Stati Uniti e Giappone.

 

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma
domenica 5 ottobre 2008, ore 20.00 fuori abbonamento

Concerto Straordinario

 

Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo

 

Direttore
Nikolai Alexeev

 

Violoncello
QUIRINE VIERSEN

 

 

Giuseppe Verdi
La forza del destino, sinfonia

 

Edward Elgar
Concerto per violoncello e orchestra in mi minore op. 85

 

Adagio - Moderato

Lento - Allegro molto

Adagio

Allegro - Moderato - Allegro, ma non troppo - Poco più lento - Adagio

____________________________

 

Pëtr Il’iÄ ÄŒajkovskij

Sinfonia n. 5 in mi minore

 

Andante, Allegro con anima

Andante cantabile

Valse; Allegro moderato

Finale. Andante maestoso. Allegro vivace

 

 

 

 

Quirine Viersen

La violoncellista olandese Quirine Viersen, nata nel 1972, appartiene al novero delle più prestigiose personalità musicali della sua generazione. Quirine ha vinto ben presto svariati premi a concorsi internazionali, come a Parigi il Concorso Rostropovich nel 1990 e l’anno seguente l’International Cello Competition a Helsinki. Quirine Viersen è stata la prima musicista olandese ad aggiudicarsi nel 1994 il primo premio al Concorso Cˇ ajkovskij e lo stesso anno ha vinto il Dutch Music Award. Il più recente riconoscimento è stato lo Young Artist Award 2000 organizzato dal Credit Suisse e che gli ha consentito di suonare in concerto con i Wiener Philharmoniker diretti da Zubin Mehta al Festival di Lucerna. Ha studiato il violoncello inizialmente sotto al guida del padre Yke Viersen, violoncellista della Royal Concertgebouw Orchestra. Successivamente si è perfezionata con Jean Decroos e Dmitri Ferschtamnn. Ha completato i suoi studi al Mozarteum di Salisburgo nella classe di Heinrich Schiff. Ha suonato con le più prestigiose orchestre, fra cui la Royal Concertgebouw Orchestra e la Filarmonica di San Pietroburgo e con direttori del calibro di Herbert Blomstedt, Valery Gergiev, Zubin Mehta. Recentemente ha debuttato con la Israel Philharmonic Orchestra e Georges Pehlivanian. Nell’ambito della musica da camera Quirine Viersen si è distinta nei più importanti festival del suo paese ed europei. Con il pianista Silke Avenhaus forma un duo fin dal 1996, affermandosi alla ribalta delle più prestigiose sale da concerto e registrando numerosi cd. Con la Royal Flemish Orchestra ha registrato il concerto per violoncello di Glière e con il Combattimento Consort Amsterdam ha inciso i concerti per violoncello di Haydn. Quirine Viersen suona un violoncello Guarnieri Filius Andreae del 1715 messo a sua disposizione dalla National Music Instrument Foundation.

 

 

Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo

È la più antica orchestra sinfonica della Russia. Fu fondata nel 1882 come “coro di corteâ€, successivamente venne denominata “orchestra di corte†e nei primi vent’anni di attività venne utilizzata per le necessità musicali dell’aristocrazia. In seguito alla Rivoluzione d’ottobre del 1917, la Filarmonica divenne un’orchestra di stato e in questa funzione diede il suo primo concerto pubblico nell’Unione Sovietica l’8 novembre di quell’anno. Un anno più tardi l’orchestra fu incorporata nella nuova Filarmonica di Pietrogrado, che fu la prima grande istituzione musicale dell’Unione Sovietica. Dopo la Rivoluzione, l’Orchestra si esibì soprattutto nelle fabbriche per un pubblico di operai. In quegli stessi anni essa fu diretta da una serie di straordinari direttori: Emil Cooper, Nicolaj Malko, Aleksander Glazunov, Sergej Kusevitzkij, Gregor Fitelberg, Oscar Fried, Bruno Walter, Otto Klemperer, Erich Kleiber, Hans Knappersbutsch. In seguito l’orchestra ampliò notevolmente il suo repertorio: nel 1927, in occasione del centenario della morte di Beethoven, eseguì un ciclo beethoveniano; negli 1934-37 fu attivo a Leningrado il viennese Fritz Stiedry, che diresse varie opere di Bruckner e di Mahler. Nel 1938 venne alla ribalta della Filarmonica un giovane musicista che ne rimase a capo quasi mezzo secolo, nel periodo della guerra e dello stalinismo, e la trasformò in una delle migliori orchestre del mondo, famosa per la sua impareggiabile disciplina: Evgenij Mravinskij. La sua grande amicizia artistica con Dmitrij Å ostakoviÄ condusse a una serie di vette interpretative assolute, soprattutto in occasione delle prime del compositore. Ancora oggi Å ostakoviÄ occupa un posto preminente nel repertorio della Filarmonica di San Pietroburgo. Mravinskij morì nel 1988, a lui successe in qualità di direttore musicale stabile Yuri Termirkanov, accanto al quale ha operato fin dal 1995, quale primo direttore ospite, Mariss Janson. La Filarmonica è stata la prima orchestra sovietica ad affrontare grandi tournée estere. Fin dal 1946 si presentò in Finlandia e negli anni seguenti fu ascoltata in Cecoslovacchia, nelle due Germanie, in Austria, in Polonia, in Giappone, in Scozia, in Inghilterra, in Canada e negli Stati Uniti d’America. Nel corso delle tournée si sono avvicendati sul suo podio grandi direttori e compositori, quali Leopold Stokowski, Charles Munch, Igor MarkeviÄ, Josef Krips, Zoltan Kodaly e Benjamin Britten. Un’orchestra di questo livello ha evidentemente in repertorio tanto la musica russa quanto i grandi classici europei. Sotto la direzione di Mravinskij la Filarmonica ha offerto anche straordinarie interpretazioni dei compositori della nuova scuola sovietica e dei contemporanei europei. Oltre ad apparire in varie serie di concerti a San Pietroburgo, l’orchestra effettua regolarmente tournée in Europa, Giappone e Usa. Nel 1991, poco dopo il cambio di nome della città da Leningrado a San Pietroburgo, anche l’orchestra ha ripreso il nome originario di Filarmonica di San Pietroburgo. Nel corso degli ultimi dieci anni l’orchestra si è esibita ai festival di Salisburgo, Lucerna, Edimburgo, e ai Proms di Londra. È stata anche acclamata a Parigi, in Spagna, Norvegia, Gran Bretagna e Austria. Ha inciso svariati dischi con Yuri Temirkanov per Bmg Classic e Warner, con Mariss Jansons per Emi e con Vladimir Ashkenazy per Decca.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma

1, 3, 7, 12, 17, 25 ottobre 2008

Giovanna d’Arco

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Regio di Parma

6, 9, 11, 13, 16, 20, 22, 24, 26, 28 ottobre 2008

Rigoletto

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Verdi di Busseto

2, 5, 15, 19, 21, 23, 27 ottobre 2008

Il corsaro

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia

4, 8, 12, 14, 18 ottobre 2008

Nabucco

Musica di GIUSEPPE VERDI

 

 

Teatro Regio di Parma

5 ottobre 2008

Yuri Temirkanov

Dirige

ORCHESTRA FILARMONICA DI SAN PIETROBURGO

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

5, 9, 16, 21, 25, 27 ottobre 2008

Concerti in Auditorium

 

 

 

Voci Verdiane

Concorso internazionale “Città di Bussetoâ€

Teatro Verdi di Busseto

venerdì 10 ottobre 2008

FINALE DEL CONCORSO

 

Imparolopera

l’opera per i giovanissimi

Teatro Regio di Parma

20, 21, 22 ottobre 2008

 

Il gioco dell’Opera

l’opera, seriamente, per i più piccini

Teatro Regio di Parma

13, 14, 15, 16, 17, 23, 24, 27, 28 ottobre 2008

 

I trucchi del mestiere

Ridotto del Teatro Regio di Parma

29 settembre 2008

 

Tu conosci Verdi?

 

Verdi tra noi

le opere di Verdi raccontate in musica, parole, immagini

Ridotto del Teatro Regio di Parma, Auditorium Niccolò Paganini,

Casino di lettura di Parma, Teatro Verdi di Busseto,

Castello di Torrechiara, Teatro Magnani di Fidenza

dal 1 al 28 ottobre 2008

 

Le grandi bande militari

Auditorium Niccolò Paganini di Parma

5, 12, 19, 26 ottobre 2008

 

Contrappunti

 

A tavola con Verdi

cene dopoteatro al Ridotto

 

 

 

 

 

 

BIGLIETTERIA

 

Biglietteria del Teatro Regio di Parma

 

Via Garibaldi, 16/A 43100 Parma

Tel. 0521 039399 - Fax 0521 504224

biglietteria@teatroregioparma.org

www.teatroregioparma.org

 

Orari di apertura:

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl