Festival Verdi 2008 - Concerti in Auditorium: Intorno a Verdi con Traiettorie le più interessanti pagine della musica del nostro tempo

04/ott/2008 18.04.34 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Concerti in Auditorium

Intorno a Verdi con Traiettorie le più interessanti

pagine della musica del nostro tempo

Da Enno Poppe a Georg Friedrich Haas,

da Luigi Nono a Karlheinz Stockhausen e György Ligeti

Auditorium Niccolò Paganini di Parma

5, 9, 16, 21, 25, 27 ottobre 2008

 

Ad approfondire il legame con le più alte espressioni della musica contemporanea, il Festival Verdi 2008, in collaborazione con la XVIII rassegna internazionale Traiettorie, promossa dall’Ensemble Edgard Varèse, presenta un prestigioso ciclo di concerti.

Sono molte le ricorrenze che quest’anno concorrono ad arricchire il calendario di Traiettorie con omaggi a grandi compositori, come l’ottantesimo anniversario della nascita di Karlheinz Stockhausen (il primo dopo la sua morte), ricordato con In Freundschaft e i Klavierstücke VII – IX interpretati dall’ensemble musikFabrik.

Si prosegue con la celebrazione del centenario della nascita di Olivier Messiaen, di cui Eduard Brunner, accompagnato dal Trio di Parma, eseguirà Quatuor pour la fin du Temps, composizione da camera che vide la luce nel 1941 nel campo di concentramento di Görlitz in Slesia durante la sua prigionia e considerata una delle sue maggiori creazioni.

Infine, verrà ricordata la prematura morte di Gérard Grisey, nel decimo anniversario, con l’esecuzione di Vortex Temporum I, II, III, da parte dell’Ensemble Risognanze.

L’Ensemble Edgard Varèse pone come sempre un particolare impegno nella creazione del cartellone: attenzione alle esecuzioni storiche come alle prime italiane ed assolute, numerosissime, fra cui The Tree of Strings di Harrison Birtwistle, Cuerdas del destino di Hilda Paredes e Poisson soluble di Gabriele Manca, affidate all’Ex Novo Ensemble; accuratezza nella scelta degli artisti italiani e internazionali, come il ritorno del Quartetto Arditti, quartetto d’archi di fama internazionale, la presenza dell’Ensemble Mosaik, gruppo di giovani musicisti berlinesi famoso per il lavoro sempre in stretta collaborazione con i compositori.

Il Festival Verdi ribadisce così la propria attenzione alle espressioni musicali più significative dei nostri giorni. Nella scorsa edizione, ad esempio, il cartellone si era arricchito con Il tempo sospeso del volo, opera composta da Nicola Sani su libretto di Franco Ripa di Meana, che ne aveva curato anche la regia, e incentrata sulla tragica vicenda del giudice Falcone.

Il Festival Verdi è realizzato dal Teatro Regio di Parma - soci fondatori Comune di Parma, Provincia di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma - con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Major partner Fondazione Cariparma; main sponsor Cariparma Crédit Agricole, Barilla; media partner Mediaset. Il Festival Verdi è realizzato anche grazie al sostegno e alla collaborazione di: Enìa, Mercedes Benz Agricar Group, Radio Italia, Arcus, Reggio Parma Festival, Traiettorie, Teatro Verdi di Busseto, Teatro Comunale di Modena, iTeatri di Reggio Emilia.

 

 

 

 

Concerti in Auditorium

 

Auditorium Niccolò Paganini

 

I concerti di musica contemporanea del Festival Verdi

sono realizzati in collaborazione con

la XVIIIrassegna internazionale Traiettorie,

promossa dall’Ensemble Edgard Varèse.

 

 

domenica 5 ottobre 2008, ore 17.00

 

Quartetto Arditti

Irvine Arditti, violino

Ashot Sarkissjan, violino

Ralf Ehlers, viola

Lucas Fels, violoncello

 

Martino Traversa (1960)

Quartetto nr. 2(2007), 8’ – Prima esecuzione italiana

 

Marco di Bari (1958)

Echo-Logical Listening (2008), 9’ – Prima esecuzione assoluta

composto per il Quartetto Arditti

 

Hilda Paredes (1957)

Cuerdas del destino (2008), 17’ – Prima esecuzione assoluta

 

Harrison Birtwistle (1934)

The Tree of Strings (2007), 30' – Prima esecuzione italiana

 

giovedì 9 ottobre 2008, ore 20.00

 

Eduard Brunner e Trio di Parma

 

Eduard Brunner, clarinetto

Ivan Rabaglia, violino

Enrico Bronzi, violoncello

Alberto Miodini, pianoforte

 

Olivier Messiaen (1908-1992)

Thème et Variations (1934)

per violino e pianoforte, 10’

 

Ludwig Van Beethoven (1770-1827)

Trio op. 11 in Si bemolle maggiore (1797)

per clarinetto, violoncello e pianoforte, 20’

 

- Allegro con brio

- Adagio

- Tema con variazioni. Allegretto

 

Olivier Messiaen (1908-1992)

Quatuor pour la fin du Temps (1940-1941)

per clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, 49’

 

1.          Liturgie de cristal

2.          Vocalise, pour l’Ange qui annonce la fin du Temps

3.          Abîme des oiseaux

4.          Intermède

5.          Louange à l’Éternité de Jésus

6.          Danse de la fureur, pour les septes trompettes

7.          Foiuillis d’arcs-en-ciel,pour l’Ange qui annonce la fin du Temps

8.          Louange à l’Immortalité de Jésus

 

giovedì 16 ottobre 2008, ore 20.00

 

Ensemble Mosaik

 

Peter Rundel, direttore

 

Bettina Junge, flauto

Christian Vogel, clarinetto

Simon Strasser, oboe

Martin Losert, sassofono

Karen Lorenz, viola

Chatschatur Kanajan, violino

Mathis Mayr, violoncello

Ernst Surberg, pianoforte e tastiera

Roland Neffe, percussioni

 

Oliver Schneller (1966)

Twilight Dialogues (2003)

per flauto, clarinetto, viola e pianoforte, 10’

 

Georg Friedrich Haas (1953)

Nach-Ruf...ent-gleitend (1999)

per flauto, oboe, clarinetto, clarinetto basso, violino, viola e violoncello, 17’

 

Enno Poppe (1969)

Salz (2005)

per flauto, oboe, clarinetto, sassofono, violino, viola, violoncello, percussioni e tastiera, 15’

 

Bernhard Gander (1969)

Schöne Worte (2007)

per violino, viola, violoncello e pianoforte, 11’

Prima esecuzione italiana

 

Harald Muenz (1965)

dietro \/ avanti (2006-2007)

per flauto, clarinetto, violino, violoncello, vibrafono e pianoforte, 13’

Prima esecuzione italiana

 

martedì 21 ottobre 2008, ore 20.00

 

Ex Novo Ensemble

 

Daniele Ruggeri, flauti

Davide Teodoro, clarinetti

Carlo Lazari, violino

Carlo Teodoro, violoncello

Aldo Orvieto, pianoforte

 

Claudio Ambrosini, direttore

 

Claudio Ambrosini (1948)

De vulgari eloquentia (1984)

a Salvatore Sciarrino

per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, 17’

 

Silvia Colasanti

To muddy death. Ophelia (2008)

per flauto,clarinetto,violino,violoncello e pianoforte, 12’ – Prima esecuzione assoluta

 

Paolo Perezzani (1955)

Oltre le fissurazioni (omaggio ad Andrea Zanzotto) (2007)

per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, 16’

 

Cinque presenze in forma di figure di suono:

I.Fin dentro i giardini

II.Neve di metà maggio

III.Supraluminalità

IV.Teneramente

V.Oltre le fissurazioni

 

Mario Pagliarani (1963)

Canzone Fantasma (1996)

a John Lennon e Paul McCartney, di nascosto

per flauto/ottavino, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte, raganella e suoni registrati, 4’30

 

Dario Maggi (1944)

Inquieto (2008)

a Martino Traversa

per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, 11 - Prima esecuzione assoluta

 

Gabriele Manca (1957)

Poisson soluble (2008)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl