L’intramontabile London Calling dei Clash

L'intramontabile London Calling dei Clash E' uscito il 3 ottobre scorso "Live at Shea Stadium", l'attesissimo album dei Clash.

07/ott/2008 14.19.13 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ uscito il 3 ottobre scorso “Live at Shea Stadium”, l’attesissimo album dei Clash. E’ il live del concerto che la grande band londinese tenne il 13 ottobre 1982, come spalla degli Who, allo Shea Stadium di New York. La leggenda dice che fu proprio Joe Strummer a scoprire i nastri della registrazione durante un trasloco. Quel Joe Strummer anima dei Clash morto di infarto cinque anni or sono. In questo album i Clash si dimostrano straordinari ed impeccabili come sempre.

Per ricordarli ho pensato di riproporre il video di una delle loro canzoni più famose, London Calling e la traduzione del testo.

LONDON CALLING
The Clash

London calling to the faraway towns
Now that war is declared-and battle come down
London calling to the underworld
Come out of the cupboard, all you boys and girls
London calling, now don’t look at us
All that phoney Beatlemania has bitten the dust
London calling, see we ain’t got no swing
‘Cept for the ring of that truncheon thing

CHORUS
The ice age is coming, the sun is zooming in
Engines stop running and the wheat is growing thin
A nuclear error, but I have no fear
London is drowning-and I live by the river

London calling to the imitation zone
Forget it, brother, an’ go it alone
London calling upon the zombies of death
Quit holding out-and draw another breath
London calling-and I don’t wanna shout
But when we were talking-I saw you nodding out
London calling, see we ain’t got no highs
Except for that one with the yellowy eyes

CHORUS
Now get this
London calling, yeah, I was there, too
An’ you know what they said? Well, some of it was true!
London calling at the top of the dial
After all this, won’t you give me a smile?

I never felt so much a’ like

Londra Sta Chiamando

Londra sta chiamando le città sperdute
Ora che la guerra è stata dichiarata-e-la-battaglia è finita
Londra sta chiamando l’oltretomba
Venite fuori dall’armadio, tutti voi ragazzi e ragazze
Londra sta chiamando, ora non guardateci
Tutta questa falsa Beatlemania ha fatto mangiare tanta polvere
Londra sta chiamando, guardate che non siamo cambiati
Eccetto per l’anello di quel manganello

Rit.:
sta arrivando la glaciazione, il sole sta salendo
Le macchine si fermano e il frumento cresce
Un errore nucleare, ma non ho nessuna paura
Londra sta annegando- e io vivo presso al fiume

Londra sta chiamando la zona di imitazione
Dimenticalo, fratello, e vattene da solo
Londra sta chiamando gli zombie della morte
Molla la presa e tira un altro respiro
Londra sta chiamando- non ho voglia di gridare
Ma mentre noi stiamo parlando- ti ho visto fare un cenno
Londra sta chiamando, capisce che non abbiamo raggiunto nessuna altezza
eccetto quella con gli occhi gialli

Rit.
Ora senti questo
Londra sta chiamando, sì, c’ero anch’io
E sai cosa dissero? Beh, che in parte era vero!
Chiamare Londra è il migliore affare al massimo delle possibilità
Dopo tutto questo, non vuoi farmi un sorriso?

non mi sono mai sentito così bene

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl