Caesar Palace: il nuovo progetto dell’istrionico Boosta

Messo da parte il suo strumento più congeniale - la sua tastiera "molleggiata", che tanta fama gli ha dato all'interno della formazione dei Subsonica (il loro ultimo album L'Eclissi è uscito il 23 novembre scorso), ha imbracciato una chitarra elettrica Gibson e ha dato libero sfogo a tutto quello che aveva dentro, rigorosamente in lingua inglese, condendolo con un sound indie-electro-rock ispirato ai migliori glam rockers di tutti i tempi.

12/ott/2008 16.20.06 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un progetto musicale da tenere d’occhio è sicuramente quello di Boosta, tastierista dei Subsonica ma anche compositore, produttore, musicista poli strumentista, deejay e cantautore (nonché da poco padre per la seconda volta), che insieme a Tozzo e Dade, sezione ritmica dei Linea 77, torinesi anche loro, che hanno già collaborato con lui in studio per il progetto “Iconoclash” nel 2003, ha costituito i Caesar Palace e realizzato l’album ‘Dogs from V-gas’. Messo da parte il suo strumento più congeniale – la sua tastiera ‘molleggiata’, che tanta fama gli ha dato all’interno della formazione dei Subsonica (il loro ultimo album L’Eclissi è uscito il 23 novembre scorso), ha imbracciato una chitarra elettrica Gibson e ha dato libero sfogo a tutto quello che aveva dentro, rigorosamente in lingua inglese, condendolo con un sound indie-electro-rock ispirato ai migliori glam rockers di tutti i tempi.

Ci tengo a dire, prima di tutto – ha spiegato Boosta, al secolo Davide di Leo, al giornalista di XL – che per me questo disco è stato un divertimento. L’ho fatto perché mi piace la musica, perché è sempre stato il mio hobby oltre che il mio lavoro. Quindi, quando sono in vacanza, un ottimo modo per rilassarmi è fare qualcosa che vada in una direzione diversa rispetto a quello che faccio di solito. Così è nato il progetto Caesar Palace”.

Per presentare l’album e questo nuovo progetto i tre musicisti si sono affidati alle sembianze di tre cani antropomorfi e metropolitani disegnati da Marco Pavone, uno dei disegnatori di fumetti ed animazione più importanti del momento, sia per la copertina del disco che per il video animato che accompagna il primo singolo”1ne”. Boosta ha così le sembianze di C-Zar, leader e chitarrista della band di cani che gira con una specie di scettro che usa come asta del microfono e come arma nelle lotte e Dade e Tozzo, rispettivamente Baby-Lone, la procace e sensuale bassista, e Bool il massiccio e muscoloso batterista.

Ho tirato fuori la mia anima glam – ha raccontato Davide – che tengo sempre un po’ nascosta. La musica ti dà la possibilità meravigliosa di giocare. Anche per questo sono molto felice di come è venuto il disco. Non ho la paranoia di doverlo vendere e questo mi ha permesso di fare quello che volevo“. www.myspace.com/caesarpalace

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl