D’Annunzio in musica per il pubblico The Entertainer e per i liceali di Modica

11/nov/2008 23.30.44 Stefania Pilato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ha preso il titolo Favola sentimentale da uno dei quattro racconti che compongono Il li bro delle vergini (1884) lo spettacolo organizzato dall’Associazione The Entertainer domenica 9 novembre al Teatro Garibaldi di Modica e replicato lunedì mattina per gli studenti di alcuni licei modicani.

Il tenore Leonardo De Lisi e la pianista Anna Toccafondi hanno tracciato un bel ritratto di Gabriele D’Annunzio attraverso le note di grandi compositori che hanno musicati testi del poeta pescarese. Luca Scarlini nelle vesti di narratore ha brillantemente legato insieme i diversi momenti musicali raccontando il Vate, evidenziando quanto siano fortemente musicali sia la sua prosa che i suoi versi, quanto grande fosse il suo amore per la musica e per le suggestioni del mondo che le ruotava intorno.

Un mondo che esercitava un forte fascino su un personaggio paragonabile ad una moderna rock star, come ha sottolineato Scarlini durante lo spettacolo riservato ai liceali – accolti in teatro dal Sindaco Antonello Buscema che ha portato il suo saluto agli intervenuti e agli artisti ospiti – in quanto anticipatore di tendenze, creatore di mode, discusso e discutibile, ma dall’indubbio carisma, in grado di influenzare gli orientamenti estetici e i gusti dei contemporanei.

Un programma più complesso per il pubblico della domenica, uno più fruibile per i giovanissimi del giorno seguente, per tessere insieme parole e musica e ricordare, ad ottanta anni dalla morte, un uomo che fu poeta, scrittore, politico, frequentatore di salotti, estroso, camaleontico.

Nel programma musicale non solo brani di grande popolarità, ma anche composizioni meno note e non per questo meno preziose.

Ampio spazio agli autori italiani con Sopra un’aria antica di Ottorino Respighi; La ballata della rondine di Antonio Scontrino; I pastori di Ildebrando Pizzetti - l’autore preferito da D’Annunzio - e Morgana di Gian Francesco Malipiero.

Ovviamente non è mancato Francesco Paolo Tosti, il più prolifico sui versi di D’Annunzio, amico e conterraneo del Vate, del quale sono state proposte Dammi un ricciolo dei tuoi capelli; L’alba separa dalla luce l’ombra; En Hamac; ‘A vucchella.

Molto interessante il momento “internazionale” del programma che ha messo in luce il legame di D’Annunzio con la cultura europea grazie a Schmerzen di Richard Wagner; Wenn lichter Mondenschein di Max Reger e Tu crois… que je la profanerais, si je la touchais? di Nadia Boulanger e Raoul Pugno.

Infine un applaudito ritorno al melodramma italiano con Or voi composto m’avereste nella bara di Pietro Mascagni e Rinverdisca per noi di vita eterna l’Angelo muto di Alberto Fianchetti.

Alla fine del concerto di domenica al pubblico è stato offerto un drink dai sapori abruzzesi presso il Caffè Hemingway di Via Grimaldi 36.

                                                          

 

Modica 11 Novembre 2008

 

Ufficio Stampa

Stefania Pilato

stefaniapilato@gmail.com

Francesco Micalizzi

fmicalizzi@hotmail.com



Scarica gratis Messenger Beta! Portati avanti…
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl