La sfida romantica di Radu Lupu

A pochi giorni dall'inaugurazione segnata dalla presenza di Claudio Abbado, la Stagione Concertistica 2008/2009 del Teatro Regio ha in serbo un nuovo eccezionale appuntamento, realizzato in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti - Società dei Concerti e con il sostegno di Gazzetta di Parma, che vedrà impegnato il celebre pianista rumeno.

Allegati

28/nov/2008 15.55.16 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

La sfida romantica di Radu Lupu

Nel recital del grande pianista

tre sonate di Beethoven e due opere di Schumann

Teatro Regio di Parma

mercoledì 3 dicembre 2008, ore 20.00

 

 

Attesissimo recital di Radu Lupu, mercoledì 3 dicembre 2008, ore 20.00 (turno B) al Teatro Regio di Parma. A pochi giorni dall’inaugurazione segnata dalla presenza di Claudio Abbado, la Stagione Concertistica 2008/2009 del Teatro Regio ha in serbo un nuovo eccezionale appuntamento, realizzato in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti - Società dei Concerti e con il sostegno di Gazzetta di Parma, che vedrà impegnato il celebre pianista rumeno. Sempre rare le apparizioni del solista e l’ultima a Parma avvenne durante un ciclo di recital entusiasmanti che convinsero la critica italiana ad assegnargli, per la seconda volta, il prestigioso Premio Abbiati.

 

Interprete davvero unico nel panorama internazionale, solitario e inaccessibile, Radu Lupu propone a Parma un concerto dove tre sonate di Beethoven saranno accompagnate a due pagine di Robert Schumann. Il recital prende avvio dalle due sonate dell’opera 14 - un intimo dialogo fra un uomo e una donna, secondo la definizione di Beethoven – a cui segue la Sonata in do minore n. 8 op.13 Patetica, pubblicata nel 1799, in cui ancora più evidente è la tragica tensione fra opposti, a raffigurare il dramma del destino. Nel culto romantico per Beethoven si colloca anche la Fantasia op. 17 di Robert Schumann che con l’Arabeske in do maggiore costituisce la seconda parte del concerto. Proprio con la Fantasia in do maggiore, dove filtrano rimandi diretti alla musica beethoveniana, Schumann aderì al progetto di erigere una statua al genio di Bonn, contribuendo con il ricavato dalla pubblicazione della sua nuova opera.

 

La Stagione Concertistica 2008/2009 del Teatro Regio di Parma è realizzata anche grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con Solares Fondazione delle Arti - Società dei Concerti, con il sostegno di Cariparma Crédit Agricole.

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma

mercoledì 3 dicembre 2008, ore 20.00 turno B

 

Pianoforte RADU LUPU

 

Ludwig van Beethoven

 

Sonata in mi maggiore n. 9. op. 14/1

Allegro

Allegretto

Rondò. Allegro comodo

 

Sonata in sol maggiore n. 10 op. 14/2

Allegro

Andante

Scherzo. Allegro assai

 

Sonata in do minore n. 8 op.13 Patetica

Grave. Allegro di molto e con brio

Andante cantabile

Rondò. Allegro

 

Robert Schumann

 

Arabeske in do maggiore op. 18

 

Fantasia in do maggiore op. 17

 

 

 

 

RADU LUPU

Radu Lupu è nato in Romania ed ha iniziato gli studi di pianoforte all’età di 6 anni, con Lia Busuioceanu, debuttando in pubblico a soli 12 anni con un programma completo di musiche da lui stesso composte. Per diversi anni continuò gli studi con Florica Muzicescu e Cella Delavranca finché, nel 1961, vinse una borsa di studio per il Conservatorio di Mosca, dove studiò con Galina Eghyazarova, Heinrich Neuhaus e, più tardi, con Stanislav Neuhaus. Vincitore di tre importanti concorsi, il Van Cliburn 1966, l’Enescu International 1967 ed il Concorso di Leeds 1969, riceveva nel 1989 il prestigioso premio “Abbiati”, assegnato dall’Associazione dei Critici italiani. Radu Lupu suona regolarmente con le più importanti orchestre internazionali, inclusi i Berliner Philharmoniker, con cui, nel 1978, fece il suo debutto al Festival di Salisburgo, sotto la direzione di Herbert von Karajan, i Filarmonici di Vienna, con cui inaugurò il Festival di Salisburgo 1986 sotto la direzione di Riccardo Muti, la Royal Concertgebouw Orchestra, le maggiori orchestre londinesi e tutte le grandi orchestre americane. I suoi primi importanti concerti negli Stati Uniti ebbero luogo nel 1972 con la Cleveland Orchestra diretta da Daniel Barenboim a New York e con la Chicago Symphony Orchestra diretta da Carlo Maria Giulini. È stato ospite di tutti i più importanti festival musicali ed ospite regolare dei Festival di Salisburgo e di Lucerna. Tra le sue incisioni discografiche sono: i Concerti per pianoforte di Beethoven con la Filarmonica di Israele diretta da Zubin Mehta; numerosi concerti di Mozart; il Concerto n. 1 di Brahms, i Concerti di Grieg e di Schumann; l’Integrale delle Sonate per Violino e Pianoforte di Mozart con Szymon Goldberg, Le Sonate per violino e pianoforte di Debussy e Frank con Kyung Wha Chung; opere di Beethoven, Brahms, Schumann e Schubert con Daniel Barenboim. Nel 1995 ha vinto due premi nella categoria “Best Instrumental Record of the Year”: un Grammy per le Sonate D664 e D960 di Schubert e un Edison per Kinderszenen, Kreisleriana e Humoresque di Schumann. Ha inciso due dischi con Murray Perahia (CBS), due albums di Lieder die Schubert con Barbara Hendricks (EMI) ed un disco di brani di Schubert a quattro mani con Daniel Barenboim (Teldec). Nel 2006 Radu Lupu ha ricevuto il Premio Arturo Bendetti Michelangeli e, per la seconda volta, il Premio Abbiati, per le sue interpretazioni di Schumann.

 

 

 

 

 

_________________________________________________

 

 

Stagione Concertistica 2008/2009

del Teatro Regio di Parma

 

 

Auditorium Niccolò Paganini

Teatro Regio di Parma

 

1 dicembre 2008

MAHLER CHAMBER ORCHESTRA

CLAUDIO ABBADO

ISABELLE FAUST

 

 

 

3 dicembre 2008

RADU LUPU

 

 

 

22 dicembre 2008

I SOLISTI DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

 

 

3 febbraio 2009

QUARTETTO HAGEN

 

 

 

9 febbraio 2009

STEVEN ISSERLIS

OLLI MUSTONEN

 

 

 

27, 28 febbraio 2009

ORCHESTRA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

YURI TEMIRKANOV

DENIS MATSUEV

 

 

 

17 marzo 2009

I SOLISTI DI MOSCA

YURI BASHMET

 

 

 

23 marzo 2009

DANIEL BINELLI

EDUARDO ISAAC

 

 

 

27 marzo 2009

MAHLER CHAMBER ORCHESTRA

DANIEL HARDING

HÉLÈNE GRIMAUD

 

 

 

31 marzo 2009

TREVOR PINNOCK

 

 

 

1 aprile 2009

ORCHESTRADEL TEATRO REGIO DI PARMA

PETER TIBORIS

 

 

 

5 maggio 2009

ORCHESTRA DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO

ZUBIN MEHTA

 

 

 

 

Prelazione abbonamenti dal 19 al 26 novembre 2008

Nuovi abbonamenti il 27 novembre 2008

Biglietti dal 28 novembre ottobre 2008

Biglietti on-line dal 29 novembre ottobre 2008

 

 

_________________________________________________

 

 

Biglietteria

del Teatro Regio di Parma

 

 

Biglietteria del Teatro Regio di Parma

Via Garibaldi, 16/A 43100 Parma

Tel. 0521 039399 - Fax 0521 504224

biglietteria@teatroregioparma.org

www.teatroregioparma.org

 

Orario

martedì - venerdì ore 10 -14, 17-19

sabato ore 10-13, 16 -19

e un’ora e mezza precedente lo spettacolo.

Chiuso la domenica, il lunedì e i giorni festivi.

In caso di spettacolo nei giorni di chiusura:

domenica ore 10-12, 14-16

lunedì ore 10-12, 17-20.30

 

Il pagamento presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma può

essere effettuato con denaro contante in euro, con assegno

circolare non trasferibile intestato a Fondazione Teatro Regio di

Parma, con PagoBancomat, con carte di credito Visa, Cartasì,

Diners, Mastercard, American Express.

 

 

Biglietteria dell’Auditorium Paganini

via Toscana 5/A 43100 Parma

Tel.0521 039005

 

Orario

solo nei giorni di concerto, un’ora e mezza precedente il concerto.

In caso di spettacolo nei giorni di chiusura:

domenica ore 10-12 (Biglietteria del Teatro Regio)

ore 15.30-17.30 (Biglietteria dell’Auditorium Paganini)

lunedì ore 10-12 (Biglietteria del Teatro Regio)

ore 18.30-20.30 (Biglietteria dell’Auditorium Paganini)

 

Il pagamento presso la biglietteria dell’Auditorium Paganini può

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl