l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Zubin Mehta inaugura il cartellone concertistico del Festival Verdi 2004

Allegati

04/mag/2004 16.44.50 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

Alle origini della sinfonia moderna:

programma tutto beethoveniano

per  l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

diretta da Zubin Mehta

Leonora, l’Eroica e la Quarta inaugurano il cartellone

concertistico del Festival Verdi 2004

Auditorium Niccolò Paganini,

mercoledì 5 maggio ore 20.30

 

A inaugurare il denso cartellone sinfonico e concertistico del Festival Verdi uno degli eventi più attesi del 2004: l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Zubin Mehta. Un connubio, quello del grande direttore indiano e della prestigiosa orchestra italiana, iniziato sin dal lontano 1985, arricchito nel tempo da importanti produzioni liriche e sinfoniche e da applaudite tournée internazionali.

 

Assieme all’Orchestra del Maggio il Maestro Mehta propone, mercoledì prossimo 5 maggio all’Auditorium “Niccolò Paganini” di Parma alle ore 20.30, un programma interamente dedicato a Ludwig van Beethoven, ovvero la Ouverture Leonora n. 3, la Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 Eroica.

 

Progetto beethoveniano che Zubin Mehta sta felicemente concludendo assieme all’orchestra fiorentina proprio con la “terza” e la “quarta” sinfonia: due pagine nelle quali la storia del sinfonico moderno riconosce senza dubbio i suoi capisaldi.

Coordinate musicali al centro degli affetti del pubblico di ogni luogo e di ogni epoca, le Sinfonie beethoveniane sono certo le pagine più note e frequentate del repertorio di ogni appassionato e, di fatto, sono tra le partiture sinfoniche più soggette a confrontarsi con il mutare degli affetti, con il cangiare delle prospettive storiche e interpretative.

 

E, nondimeno, l’esecuzione di un programma interamente beethoveniano si colloca a ben ragione all’interno di un Festival musicale: un’occasione per rileggere e ripercorrere con rinnovata attesa e curiosità opere il cui rischio è pur sempre quello di cristallizarsi in convenzioni e modelli esecutivi. Una prestigiosa opportunità, assieme all’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e a Zubin Mehta, per uno stimolante e rinnovato percorso di ascolto.

 

Prima nata tra le orchestre italiane assieme alla Scala di Milano, tra le più assidue nel repertorio sinfonico, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, fondata nel 1928 da Vittorio Gui, e capitanata nel tempo da Markevitch, Bartoletti, Muti, obbedisce al gesto adamantino di Zubin Mehta da ormai diciannove anni. Nato in India nel 1936, figlio di un eminente violinista e direttore d’orchestra, Zubin Mehta è cresciuto con la musica classica europea. A sedici anni dirigeva per la prima volta un’orchestra sinfonica, a diciannove cominciava a studiare con il leggendario direttore viennese Hans Swarowski, nello stesso corso frequentato da Claudio Abbado. Nel 1958 Mehta vince il Concorso internazionale per direttori d’orchestra di Liverpool, ricevendo immediatamente una nomina a maestro di cappella nella stessa città, cui hanno fatto seguito gli inviti delle Filarmoniche di Vienna e di Berlino. Nel 1960 dirige per la prima volta la New York Philharmonic e nel 1978, dopo le tappe di Montreal (1961) e Los Angeles (1962-1978), ne divene il Direttore Musicale. Nel 1991, tredici anni più tardi, il versatile direttore e brillante virtuoso orchestrale - stimato da cantanti e solisti per la sua sensibilità e duttilità come accompagnatore - rinuncia al suo incarico. Resta come sempre strettamente legato all’Orchestra Filarmonica d’Israele.

 

 

 

 
 
 
 
 
Paolo Maier
Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.


 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl