com.stampa - programma live MARZO 09 - RINTOCCO

11/feb/2009 11.11.12 Musincanta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

RINTOCCO - Contenitore di vini, musiche e mangiari

Via XX Settembre, 7 San Giovanni in Marignano (RN)

www.myspace.com/rintocco

infotel. 0541-955257 388 6535435

 

Direzione artistica: musincanta@yahoo.it

www.musincanta.org

 

PROGRAMMA CONCERTI

MARZO 2009

INGRESSO LIBERO

alle ore 22.00

 

 

 

Giovedì 12/03

MAIGA MAMADOU LAMINE

(Dakar/SENEGAL e FC/ITA)

“Acoustic Projectâ€

Maiga Mamadou Lamine: voce

Stefano Fariselli: sassofoni, flauti e sequenze

Massimo Selvi: Basso

 

Il grande cantante senegalese ha raggiunto il successo con il gruppo Super Diamano del famoso Omar Penn, raccogliendo consensi anche all’estero grazie alle numerose tournèe in Europa, Stati uniti d’America, Asia e Paesi Scandinavi. Maiga si presenta oggi in una nuova veste e con un progetto nato dall’incontro con Stefano Fariselli sassofonista e compositore cesenaticense: un nuovo sound con il sapore e le peculiarità musicali dell’Africa in un contesto sonoro europeo. La fusione tra la melodia e la creatività tutta senegalese di Maiga, le soluzioni armoniche più jazzistiche di Fariselli, unite alla ritmicità di Massimo Selvi al contrabbasso e basso elettrico, permettono ai tre musicisti di poter spaziare senza limiti o barriere musico concettuali creando, un sound singolare che li contraddistingue.

E’ in preparazione il loro primo cd insieme chiamato “DEFADIARE†che uscirà in primavera del 2009.

 

www.myspace.com/stefanofariselli

 

Giovedì 19/03

STEFANO ZUFFI E FABIANO SPORTELLI duo - "EastOvest"

(FC/ITA)

 

Strumenti a corda, pifferi, ocarina, organetto, voce

Il duo trova origine nella Pneumatica Romagnola, libera scorribanda tra strumenti, canti e balli della tradizione musicale dell’Emilia e della Romagna. Nella musica popolare tutto ciò trova ulteriori conferme ed evidenze, divenendo ricchezza di generi, stili, strumenti: i musicisti emiliano romagnoli sono gli unici che possono avere nel proprio repertorio di tradizione la giga, celtica nel nome come nell’esecuzione, e il saltarello che rimanda ai ritmi del centro-sud, così come le ottave rime e gli stornelli del sud mediterraneo si accompagnano, nelle voci dei cantanti, alle ballate e ai canti per i riti agrari del nord celtico

 

www.musicapopolare.net

Giovedì 26/03

KLEZ GANG

(RA/ITA)

Musica klezmer, balcanica e dell’est europa

Fiati e percussioni

Michele Sanguedolce (Tromba), Roberto Ricciardelli (Clarinetto), Antonio Giorgi (Basso Tuba) e Stefano Franceschelli (Percussioni e Fisarmonica).

La KLEZ GANG propone al pubblico, rielaborandola in modo del tutto personale, tradizioni popolari e la musica klezmer, balcanica e dei paesi dell'est Europa.  La musica in scena è struggente ed allo stesso tempo travolgente, ricorda quella degli spettacoli teatrali di Moni Ovadia o le colonne sonore dei film di Emir Kusturica. Hanno collaborato nel cd “All inâ€, l’ultima follia di Enrico Ruggeriâ€.

 

www.myspace.com/klezgang

 

 

 

 

 


APPROFONDIMENTI E BIOGRAFIE

 

Giovedì 12/03

MAIGA MAMADOU LAMINE TRIO

(Dakar- SENEGAL e FC)

Maiga Mamadou Lamine: voce

Stefano Fariselli: sassofoni, flauti e sequenze

Massimo Selvi: Basso

 

Il grande cantante senegalese ha raggiunto il successo con il gruppo Super Diamano del famoso Omar Penn, raccogliendo consensi anche all’estero grazie alle numerose tournèe in Europa, Stati uniti d’America, Asia e Paesi Scandinavi. Maiga si presenta oggi in una nuova veste e con un progetto nato dall’incontro con Stefano Fariselli sassofonista e compositore cesenaticense: un nuovo sound con il sapore e le peculiarità musicali dell’Africa in un contesto sonoro europeo. La fusione tra la melodia e la creatività tutta senegalese di Maiga, le soluzioni armoniche più jazzistiche di Fariselli, unite alla ritmicità di Massimo Selvi al contrabbasso e basso elettrico, permettono ai tre musicisti di poter spaziare senza limiti o barriere musico concettuali creando, un sound singolare che li contraddistingue.

E’ in preparazione il loro primo cd insieme chiamato “DEFADIARE†che uscirà in primavera del 2009.

 

www.myspace.com/stefanofariselli

 

Stefano Fariselli - Sassofonista, Flautista arrangiatore cesenaticense. Iscritto al conservatorio dall'età di 13 anni studia il flauto e nel frattempo si avvicina alla musica Jazz studiando il sassofono tenore. A 17 anni ottiene il suo primo ingaggio, qualche anno dopo forma il suo primo quartetto Jazz e a 24 anni lavorerà in Svezia, Germania, Finlandia. Vanta collaborazioni quali : Bruce Forman, Joe Garrison, Patrizio Fariselli, Max Furian, James Zollard, Chuc McPerson, Oscar Zenari, Pancho e Pepe Ragonese, Giovanni Giorgi, Ed Cherry, Alex Marchetti Big Band, Michele Francesconi, Roberto Monti, Roberto Bartoli, ecc..., e Randy Bernsen, chitarrista di Miami USA, che lo vede collaboratore con Zawinul Syndacate prima e con la J. Pastorius Big Band poi.

Mamadou Lamine Maiga- cantante senegalese, nasce a Dakar nel 1962.

Il suo esordio musicale risale all’anno 1977, ma è nel 1981 che comincia a cantare professionalmente in un gruppo chiamato “Le canaris de kaolakâ€.

In seguito si unisce ad un gruppo molto famoso, “Le number oneâ€, con il quale parte diverse volte in tournèe in Senegal.

Il vero trampolino di lancio arriva con il gruppo “Super Diamano†con il quale lavora per 12 anni raccogliendo enormi successi anche all’estero, grazie alle numerose tournèe in Europa, Stati uniti d’America, Asia e Paesi Scandinavi, durante le quali condivide la scena con alcuni tra i più famosi nomi della scena musicale mondiale, quali: Peter Gabriel, Sting, Joe Cocker.

Dopo la scissione del gruppo nel 1990, Maiga sceglie di seguire il lavoro di Lamine Faye affiancandolo in un nuovo gruppo ‘Lemzo Diamano’, col quale collabora per i successivi 2 anni.

Nel 1992, si allontana dal gruppo per dedicarsi maggiormente al proprio lavoro di solista.

Nel 2006 si trasferisce stabilmente in Italia e dal 2007 collabora con due musicisti e compositori italiani di fama internazionale: Pierre Foschi e Stefano Fariselli.

I tre sono artefici e promotori di un nuovo progetto, che segna contemporaneamente la nascita di una nuova formazione musicale.

 

Discografia principale dal 1985 al 2004:

 

“Confederationâ€

“Pastefâ€

“Adama N’Diaye†e “Cherkh Anta Diopâ€

“People†“Borom Darouâ€

“Reuw Reussâ€

“Boul Thi Niawâ€

“Filleâ€

“Akaraâ€

“Phenomeneâ€

“Laréâ€

“Casadiman Caâ€

“Diapasonâ€

“Maigarapâ€

 

 


Giovedì 19/03

STEFANO ZUFFI E FABIANO SPORTELLI duo - "EastOvest"

(FC/ITA)

 

Strumenti a corda, pifferi, ocarina, organetto, voce

Il duo trova origine nella Pneumatica Romagnola, libera scorribanda tra gli strumenti, i canti e i balli della tradizione musicale dell’Emilia e della Romagna. Mani affondate nella ricchezza di forme e sonorità caratteristiche della regione.

L’Emilia e Romagna deve alla propria collocazione e conformazione geografica questo ruolo/carattere di ponte, di cerniera tra nord e sud, tra est e ovest: adagiata sulla pianura Padana, con i piedi nel sud antico dell’Appennino e lo sguardo sempre volto all’oriente dove il sole sorge. E dove risiedono i sogni. L’Emilia e Romagna è uno spazio dove Etruschi, Latini, Galli, Bizantini e Longobardi hanno depositato sedimenti culturali non più rimossi. Nei nomi di fiumi, monti, paesi e città, nei resti storici e archeologici, nelle manifestazioni culturali, nei dialetti così come nelle produzioni della cultura materiale (gastronomia innanzitutto) sempre emerge, sottoforma di bipolarità sud-nord, est-ovest, una tensione a distendersi, ad allungarsi in ogni direzione: vocazione ad un’apertura che pare essere la cifra stilistica, il genere delle genti che abitano la regione.

Nella musica popolare tutto ciò trova ulteriori conferme ed evidenze, divenendo ricchezza di generi, stili, strumenti: i musicisti emiliano romagnoli sono gli unici che possono avere nel proprio repertorio di tradizione la giga, celtica nel nome come nell’esecuzione, e il saltarello che rimanda ai ritmi del centro-sud, così come le ottave rime e gli stornelli del sud mediterraneo si accompagnano, nelle voci dei cantanti, alle ballate e ai canti per i riti agrari del nord celtico. Mandolino, violino, piffero, ocarina, piva e musa (cornamuse dell’Appennino emiliano), organetto, fisarmonica, ghironda sono gli attori di questa musica estremamente ricca, diversificata, vivace eppure così sconosciuta, probabilmente perché così poco codificabile nella sua molteplicità di espressioni, oppure perché ignorata dai meccanismi delle mode musicali.

www.musicapopolare.net


Giovedì 26/03

KLEZ GANG

(RA/ITA)

Musica klezmer, balcanica e dell’est europa

Fiati e percussioni

 

Michele Sanguedolce (Tromba), Roberto Ricciardelli (Clarinetto), Antonio Giorgi (Basso Tuba) e Stefano Franceschelli (Percussioni e Fisarmonica).

 

KLEZ GANG propone al pubblico, rielaborandola in modo del tutto personale, la musica klezmer, balcanica e dei paesi dell'est Europa. Musica struggente ed allo stesso tempo travolgente ricorda quella degli spettacoli teatrali di Moni Ovadia, le musiche di Goran Bregovic o le colonne sonore dei film di Emir Kusturica.

La loro musica ricorda quella dei villaggi di cultura ebraica disseminati tra Polonia, Romania, Slovacchia, Ungheria e Lituania. Le composizioni, ispirate alle danze e alle canzoni popolari, erano eseguite da piccoli complessi di musicisti di umile origine, che le facevano risuonare nelle taverne, nelle strade, e le portavano nelle case, anche le più ricche, dove si celebrava un matrimonio.

La KLEZ GANG raccoglie al suo interno musicisti con un passato di musica classica, jazz e popolare che si è trovato attorno a queste musiche spinto dall' amicizia e dalla ricerca del nuovo. Al loro esordio, qualche anno fa, negli spettacoli di piazza o di strada erano spesso guardati quasi con "diffidenza". Vero o no che sia il fatto, le cose sono cambiate negli ultimi tempi con un successo ed un consenso del pubblico in continua ascesa: recentemente erano alla manifestazione "Artè" a Fabriano, a Venezia nell'ambito di "Venezia suona 2005" . Sempre nell'estate del 2005 erano al Volterra Teatro Festival e al Buskers Festival di Ferrara, Venezia ancora al carnevale 2006. Un loro brano è stato trasmesso su RADIO RAI 1. Nell’ estate 2006 erano nel cartellone “Etnica in piazza†in Abruzzo. Nel corso del 2007 erano nel cartellone di prestigiosi festival come Mistà Festival in Piemonte, una manifestazione che ha visto come protagonisti tra l’altro P. Fresu, Uri Caine, e Kocani Orkestra. Sono stati chiamati a partecipare anche al Musica Riva Festival in Trentino e al Festival Klemer italiano “Adriatico Mediterraneo†ad Ancona. Vantano una collaborazione televisiva con Enrico Ruggeri in occasione del Gran Galà per i 50 anni dello zecchino d'oro su RAI 1 con una loro inedita versione della celeberrima canzone“Popoffâ€. Roberto Ricciardelli docente di clarinetto presso il conservatorio G.B. martini di Bologna, Michele Sanguedolce poliedrico strumentista con l’aiuto di Antonio Giorgi e Stefano Franceschelli hanno fondato questo inusuale quartetto con la volontà di indagare le sonorità della musica Klezmer ma con un tocco del tutto personale.

 

 

www.myspace.com/klezgang

 




Passa a Yahoo! Mail.
La webmail che ti offre GRATIS spazio illimitato, antispam e messenger integrato.            
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl