Alla ricerca del Corsaro: Incontro internazionale di studi 11, 12, 13 giugno

Allegati

08/giu/2004 12.30.27 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma

Fondazione

____________________

 

 

Il corsaro di Giuseppe Verdi

Incontro internazionale di studi

Casa della Musica, 11, 12, 13 giugno

 

 

 

Affiancando con opportuna presenza il cartellone del Festival Verdi 2004, le tre giornate dedicate all'incontro internazionale di studi sul Corsaro di Giuseppe Verdi che si terranno alla Casa della Musica, dall'11 al 13 giugno, sono parte integrante di quel più allargato progetto che, proprio nell’allestimento del Corsaro, in scena a Teatro Regio, trova felici sinergie e l’auspicata occasione di recupero di un repertorio lirico più appartato.

        A cura della Fondazione Teatro Regio di Parma in collaborazione con l’Istituto nazionale di studi verdiani, il comitato scientifico composto da Philip GossettGian Paolo MinardiPierluigi Petrobelli, realizza in queste giornate, con il coordinamento di Jacopo Pellegrini, l’incontro di alcuni fra i massimi musicologi verdiani che percorreranno le molte prospettive di studio e ricezione di un’opera quale Il corsaro di fatto assente (tranne rare esecuzioni) dalla programmazione teatrale dell’intero Novecento: è apparso dunque naturale, oltre che doveroso, accompagnare l'ultima proposta lirica del Festival Verdi 2004 con un incontro di studi che possa contribuire a sottrarre quest'opera verdiana al velo nebbioso che ancora l’avvolge.

        Le tre giornate di studio si innestano idealmente su quella prima traccia di approfondimento del Corsaro che propose circa un quarantennio fa, nel 1963 - in occasione della prima ripresa novecentesca del Corsaro -  l’Istituto nazionale di studi verdiani: da quella felice intuizione l’incontro dei prossimi giorni potrà trovare ancor più fecondi approfondimenti nelle relazioni degli studiosi, ciascuno impegnato a illuminare aspetti diversi e a proporre nuove convergenze culturali, oltre consentire all’ascoltatore di collocare Il corsaro entro una cornice storica più ricca e complessa. L’opera, la sua genesi e i caratteri del linguaggio musicale, ma anche l’individuazione di tematiche più integrate, grazie alle quali vagliare il contesto culturale e teatrale dell’epoca quale termine di riferimento imprescindibile per l’operare verdiano nel sempre stringente nesso tra innovazione e tradizione.

        A illustrare l’entroterra culturale e storico cui l’opera appartiene, e insieme le sue caratteristiche più salienti, sono stati invitati: Giorgio e Barbara Melchiori, studiosi di letteratura inglese, per i rapporti tra Byron, autore del modello letterario, ed il Risorgimento; Stefano Castelvecchi per il rapporto dell’opera italiana del primo Ottocento con la contemporanea letteratura di lingua inglese; Elizabeth Hudson, che ha curato l’edizione critica della partitura verdiana, per la genesi creativa dell’opera; Knud Arne Jürgensen per l’interpretazione della stessa vicenda in forma di balletto; Antonio Rostagno, che presenterà le caratteristiche dell’orchestra del Teatro Grande di Trieste, dove ebbe luogo la prima rappresentazione del Corsaro nell’ottobre 1848; Marcello Conati che parlerà della vocalità in questa partitura; Julian Budden che si occuperà della fase “byroniana” nel teatro musicale di Verdi; Carlo Majer che discuterà il concetto di “opera minore”; Olga Jesurum per le varie interpretazioni scenografiche dello spettacolo che si sono succedute nel tempo; Markus Engelhardt che farà un confronto con la partitura di Pacini costruita sul medesimo modello letterario; Mary Ann Smart che indagherà l’evento dell’assassinio fuori scena; Fabrizio Della Seta, per un’analisi dei duetti che costellano la partitura. Infine il regista Lamberto Puggelli illustrerà la concezione che presiede allo spettacolo da lui realizzato per il Festival Verdi.

        La tre giorni di studio si aprirà con un intervento del grande poeta Mario Luzi e si concluderà con la presentazione, da parte di Philip Gossett, del Carteggio Verdi-Somma, a cura di Simonetta Ricciardi, volume che vede la luce proprio in questi giorni e che costituisce il più recente contributo all’edizione critica della corrispondenza verdiana, ideata e realizzata dall’Istituto nazionale di studi verdiani.

 

 

Calendario dei lavori

 

 

Venerdì 11 giugno 2004

 

ore 16.00                     Saluti di Elvio Ubaldi, Sindaco di Parma,

                                    di Gian Piero Rubiconi, Sovrintendente della Fondazione Teatro Regio di Parma

                                    e di Bruno Bartoletti, Direttore artistico del Festival Verdi

 

                                   Pierluigi Petrobelli                              Prolusione

                                              

Mario Luzi                                         Intervento

 

                                  

Presiede Philip Gossett

 

Elizabeth Hudson                              Il corsaro, genesi e storia dell’opera

Università della Virginia

 

Marcello Conati                                 La vocalità del Corsaro

Parma                          

 

 

 

Sabato 12 giugno 2004

 

ore 10.00                    Presiede Gian Paolo Minardi

 

                                   Stefano Castelvecchi                          Rapporti Italia-Gran Bretagna nel

                                   St. John’s College, Cambridge                       melodramma italiano della prima

                                                                                              metà dell’Ottocento

 

Barbara e Giorgio Melchiori              Byron and the Risorgimento

                                   Università di Roma, La Sapienza                           

 

Julian Budden                                    La fase byroniana di Giuseppe Verdi

                                   Londra-Firenze

 

Mary Ann Smart                                Tra Byron e Shakespeare. Gulnara come      

                                   Università della California, Berkeley              abbozzo per Lady Macbeth

 

 

ore 16                         Presiede Julian Budden

 

Fabrizio della Seta                             I duetti del Corsaro

                                   Università di Pavia

 

Olga Jesurum                                     Visualità del Corsaro: tra Ottocento

Roma                                                    e Novecento

 

                                   Knud Arne Jürgensen                         Il Corsaro di Byron nel balletto di Galzerani

                                   Biblioteca Reale, Copenaghen                        e nell’opera di Verdi: un confronto

 

Markus Engelhardt                            Gli altri Corsari, con particolare

                                   Istituto Storico Germanico, Roma                 attenzione a Pacini

 

 

ore 20.30                    Il Corsaro

ingresso libero                Melodramma romantico in due atti di Jacopo Ferretti

                                   Musica di Giovanni Pacini

                                   Selezione dell’opera

                                   con Annarita Gemmabella (Corrado), Katarina Nicolič (Medora),

                                   Andrea Patucelli (Giovanni, Gonzalvo), Samuele Simoncini (Seid),

                                   Serena Daolio (Gulnara)

                                   Direzione musicale Stefano Rabaglia

                                   Pianoforte Raffaele Cortesi.

 

 

 

Domenica 13 giugno 2004

 

ore 10.00                    Presiede Pierluigi Petrobelli

 

                                   Antonio Rostagno                              L’orchestra del Teatro Grande di Trieste

                                   Università di Roma, La Sapienza                 nel panorama  italiano

                                  

                                   Carlo Majer                                        Palinsesti verdiani. Critica del concetto

                                   Milano                                               di ‘opera minore’

 

                                   Lamberto Puggelli                              Desiderio di morte nei personaggi

Milano                                                 di Byron e ritmo vitale in Verdi

 

Philip Gossett                                    Presentazione del “Carteggio Verdi-Somma”

Università di Chicago                                (a cura di Simonetta Ricciardi,

                                                           Istituto nazionale di studi verdiani, Parma 2004)

 

                                   Pierluigi Petrobelli                              Conclusioni

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
Paolo Maier
Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org

 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl