BEPPE DETTORI voce dei TAZENDA nello spettacolo "Kapajanca Experience" - L'Artista è a disposizione per eventuali interviste

BEPPE DETTORI voce dei TAZENDA nello spettacolo "Kapajanca Experience" - L'Artista è a disposizione per eventuali interviste Associazione culturale "sa perbeche" Beppe Dettori e Teatro Studio Frigia Cinque presentano KAPAJANCA EXPERIENCE Beppe Dettori, voce leader dei Tazenda e affermato musicista e cantante da oltre vent'anni nel panorama musicale italiano, si esibirà a Milano presso il Teatro Studio Frigia Cinque nei giorni 14-15-16-17-18.

Allegati

12/apr/2009 15.36.39 Guido Robustelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Associazione culturale “sa perbeche”

Beppe Dettori

e

Teatro Studio Frigia Cinque

presentano

KAPAJANCA EXPERIENCE

Beppe Dettori, voce leader dei Tazenda e affermato musicista e cantante da oltre vent’anni nel panorama musicale italiano, si esibirà a Milano presso il Teatro Studio Frigia Cinque nei giorni 14-15-16-17-18. Aprile 2009 con lo spettacolo Kapajanca Experience.

 

 

Due ore durante le quali l’artista ripercorrerà le tappe della sua carriera musicale attraverso percorsi vocali e canto armonico applicati alla canzone popolare e alla musica leggera.

In “Kapajanca Experience” l’artista si impegna in una produzione originale, che parte dalle armonie della più antica tradizione sarda e attraversa il sound della musica leggera italiana ed europea, arrivando ad allargare i propri orizzonti verso culture più lontane, utilizzando varie lingue fra cui l'inglese, lo spagnolo, il portoghese, l'arabo e ottenendo una visuale multietnica della propria musica. Traspare in modo evidente il sapore e la tradizione mediterranea che fluisce in modo naturale con le altre etnie orientali o latino-americane e gli stili musicali dal blues al jazz, veri e propri linguaggi che utilizzerà per comunicare dal palco con il pubblico.

Rivisitazione, improvvisazione, vocalizzazione, personalizzazione, sperimentazione, emozione...

Tutto questo è “Kapajanca”, quell'atmosfera che si crea tra chi suona e chi ascolta, avvolti dal suono in una sola energia che si propaga in un spazio dilatato…uno stato di benessere emozionale, e Kapajanca Experience è il racconto di come Beppe Dettori interpreta questa consapevolezza e questo stato.

Kapajanca Experience

TEATRO STUDIO FRIGIA CINQUE

Martedì 14 - Mercoledì 15 - Giovedì 16 - Venerdì 17 - Sabato 18 APRILE 2009

ORE 21.30

(via Frigia 5 Milano, MM1 Precotto – tram 7 – bus 43 - 44)

 

Biglietteria e prevendite

BIGLIETTO € 12,00 + € 3,00 tessera

TEATRO STUDIO FRIGIA CINQUE  -  dalle ore 9.30 alle ore 13.00

Info:  348  2903851  -  392  5191682

c/o Bar Nòa gelateria pasticceria  -  Cinisello Balsamo -  Piazza Italia 5

Info:  347 5270245 -  328 0449064

 

 

Beppe Dettori

www.beppedettori.com

Cantante e musicista nato a Stintino, in Sardegna, nel 1965, che fin da adolescente sogna di lavorare nel mondo della musica. Egli si trasferisce a Milano a 22 anni dove inizia a suonare nei locali notturni, sia come one-man band che come componente di cover-bands.

A cavallo tra gli anni '80 e '90 due incontri importanti per la sua carriera, con Fabio Concato e Eros Ramazzotti, grazie al quale partecipa al Nuovo Cantagiro del 1993 con il brano Cosa c'entra il negro.

Negli anni '90 collabora con Ron, Enrico Ruggeri e Vasco Rossi, fa uscire il singolo Senza di te mai, e diventa la voce dei Tancaruja, gruppo che cerca di unire le sonorità del rock con quelle del pop-rai nordafricano.

Nel 2000 scrive Il mio amore per te per Eros Ramazzotti, che entra nell'album di quest'ultimo Stile Libero, e Canto alla vita, interpretato dall'esordiente statunitense Josh Groban, che con il suo album d'esordio ha venduto oltre 4 milioni e mezzo di copie in tutto il mondo.

Ha collaborato anche con Paolo Meneguzzi e Gianluca Grignani e attualmente è voce-leader nel gruppo dei Tazenda.

 

I Tazenda, grandi interpreti del rock etnico sardo

I Tazenda sono stati fondati nel 1988 da Gino Marielli, Gigi Camedda e Andrea Parodi, rimasto nel gruppo fino al 1997. Il nome deriva da un romanzo di Isaac Asimov, Seconda Fondazione, in cui Tazenda è il nome di un pianeta che gioca un ruolo importante nel romanzo. Nello stesso anno esce il loro primo album, Tazenda, con cui essi iniziano a far conoscere il loro sound specifico nell'ambito del rock etnico, fatto di launeddas, di fisarmoniche diatoniche, di chitarre elettriche che richiamano le cornamusa. Nel 1990 i Tazenda vinsero il premio Tenco e nel 1991 la loro partecipazione al Festival di Sanremo li fece conoscere a tutto il pubblico italiano. Sempre in quell'anno il gruppo vinse il Cantagiro e il loro secondo album, Murales, vendette più di 200.000 copie. Escono negli anni successivi Limba, che contiene la canzone Etta abba chelu, in collaborazione con Fabrizio de Andrè, Il popolo rock (1993), Fortza Paris (1995), e Il sole di Tazenda (1997). Intanto incominciano a fare concerti anche all'estero e nel 1997, mentre Andrea Parodi esce dal gruppo, Gino Marielli e Gigi Camedda incidono Sardinia. Nel 2003 fanno uscire un singolo dal titolo Bandidos, e, nel 2005, l'album Bumba, contenente 11 brani inediti. Nel 2006 Andrea Parodi collabora nuovamente con i suoi vecchi compagni, pubblicando 2 nuovi inediti: E sarà Natale e Armentos, contenute nel nuovo live-album Tazenda Reunion. Nell'ottobre del 2006, alla scomparsa di Andrea Parodi,  Beppe Dettori Diventa la nuova voce dei Tazenda. il primo album, con la nuova formazione, si intitola Vida e contiene 7 brani inediti più alcuni pezzi storici, e che è stato lanciato dal singolo Domo mia, cantato con Eros Ramazzotti. Ultimo cd Madre Terra contiene il duetto dell’ omonimo brano tra Francesco Renga e Beppe Dettori.

 

 

 

 

Ufficio stampa  Kapajanca Experience

Guido Robustelli -         Comunicazione musicale & progetti

 

Tel: 348 3906098 -         @: guido.robustelli@fastwebnet.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl