A ParmaDanza 2009 fisicità atletica, illusionismo magico e danza moderna con il Pilobolus Dance Theatre

Allegati

20/mag/2009 13.19.01 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

A ParmaDanza 2009

fisicità atletica, illusionismo magico

e danza moderna con il Pilobolus Dance Theatre

In programma Tsu Ku Tsu, Day Two, Pseudopodia e Gnomen

Teatro Regio di Parma

mercoledì 20, giovedì 21 maggio 2009, ore 20.00

 

 

Nel vivo di ParmaDanza arriva al Teatro Regio di Parma il Pilobolus Dance Theatre, - mercoledì 20 e giovedì 21 maggio, ore 20.00 - il popolarissimo ensemble statunitense che per primo ha sposato fisicità atletica, illusionismo magico e danza moderna.

 

Entrati nel 39° anno di attività, i Pilobolus nascono nell’ambito di un corso di danza del Dartmouth College, con il dichiarato intento di creare qualcosa di nuovo. Il gruppo - composto tra gli altri da Moses Pendleton, in seguito fondatore anche dei Momix - diventa subito famoso grazie all’unione di inventiva coreografica e humour visivo. Oggi i Pilobolus sono una delle grandi compagnie della danza americana, aperta alle più interessanti influenze internazionali. Con tre direttori artistici e oltre 25 ballerini, contribuiscono a creare uno dei repertori più popolari e variegati in questo campo, segno di grande inventiva e longevità.

 

I Pilobolus vivono e lavorano a Washington Depot, in Connecticut, una piccola città rurale del nord-ovest, ma si esibiscono in tutto il mondo: oltre una sessantina i Paesi sinora visitati, quattro milioni gli spettatori raggiunti. Le loro creazioni fanno parte dei repertori delle maggiori compagnie di danza, con un palmarès traboccante di premi e riconoscimenti. Ormai divenuti un’istituzione, sono rimasti versatili e sorprendenti come agli esordi, fedeli all’idea originale della Compagnia.

 

Il vocabolario fisico delle opere dei Pilobolus non nasce propriamente dalla lunga e codificata tradizione della danza, ma scaturisce da intensi periodi di improvvisazione e di creatività. Costantemente in crescita, tesi a sviluppare e affinare le proprie tecniche, dopo quasi un quarantennio di attività artistica i Pilobolus vantano oggi un repertorio composto da un centinaio di coreografie.

 

Successo più recente una nuova creazione per la cerimonia degli Oscar®, vista da oltre un miliardo di persone, che ha ulteriorimente incrementatato la popolarità planetaria della compagnia.

Al Teatro Regio di Parma, dopo la partecipazione straordinaria all’opera Die Zauberflöte, i Pilobolus tornano con un caleidoscopio delle loro migliori creazioni, in perfetto equilibrio tra l’esuberante atletismo degli esordi e il nuovo lirismo degli ultimi tempi. Nel programma, composto da quattro titoli, accanto agli evergreen Tsu Ku Tsu e Day Two, figurano i classici Pseudopodia e Gnomen

 

Tsu Ku Tsu è un pezzo di ispirazione giapponese. Il maestro percussionista Leonard Eto ha creato una partitura originale con il Taiko, il tamburo giapponese. La coreografia combina atmosfere meditative, rituali e maestose, con gli spettacolari gesti atletici dei Pilobolus e le sinuose sagome create con i corpi.

 

Pseudopodia, è uno dei primi lavori del repertorio della compagnia: un assolo eseguito da una magnifica Renée Jaworski. Creato nel 1974 dal direttore artistico dei Pilobolus Jonathan Wolken ed eseguito su percussioni, è stato definito “un duetto per una persona che ha per partner il pavimentoâ€.

 


Gnomen è un classico dei Pilobolus. La coreografia, per quattro danzatori, analizza le relazioni umane attraverso un fantasioso e inusuale vocabolario fisico. Questa coreografia è dedicata alla memoria dell’amico e collega Jim Blanc.

 

Day Two è la versione Pilobolus del mito della creazione ed è uno dei pezzi più acclamati dal pubblico da oltre 30 anni. Eseguita su una partitura musicale composta da Brian Eno and the Talking Heads, questa coreografia mette in scena il secondo giorno della creazione del mondo (e secondo la leggenda dei Pilobolus, l’ispirazione è arrivata il secondo giorno di creazione della coreografia, in studio nel 1982). È un pezzo tribale, estremamente sensuale, molto divertente, e termina con il miglior “curtain call†della storia del Teatro.

 

Fondamentale nell’attività della Compagnia è inoltre l’impegno pedagogico: nel 1991 è stato inaugurato il Pilobolus Institute, un programma di formazione che utilizza l’arte della coreografia come un tipo di pensiero creativo applicato a vari campi. Il Pilobolus Institute svolge attualmente un’intensa attività di programmi, rivolti sia a bambini che ad adulti, danzatori e non, nelle scuole, nei college e nelle università.

E proprio su queste premesse il festival Parma Danza si apre per la prima volta ai più piccoli con una speciale iniziativa, “La danza incontra i bambiniâ€: un progetto pilota realizzato grazie alla collaborazione del Pilobolus Dance Theatre, che giovedì 21 maggio, alle ore 11.30, proporrà uno spettacolo riservato agli alunni delle scuole elementari. In programma tre “classici†della Compagnia americana: Pseudopodia, Walklyndon, Symbiosis.

 

Per tutti gli appuntamenti de “La danza dietro le quinte†l’ingresso è libero e la prenotazione consigliata. Per la partecipazione alla masterclass, è necessaria la prenotazione. Per informazioni e prenotazioni: tel 0521 039366 – 039021 stampa@teatroregioparma.org;  segr.stampa@teatroregioparma.org

 

ParmaDanza 2009 è realizzata anche grazie a Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Reggio Parma Festival, in collaborazione con Associazione Teatrale Emilia Romagna, con il sostegno di Fondazione Cariparma.

 

La biglietteria del Teatro Regio è aperta come di consueto, dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle ore 17.00 alle 19.00, il sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00.

Per informazioni: tel. 0521 039399 fax 0521504224 biglietteria@teatroregioparma.org  www.teatroregioparma.org

 

 

 

 

Teatro Regio di Parma

mercoledì 20 maggio 2009, ore 20.00 turno B

giovedì 21 maggio 2009, ore 20.00 turno A

PILOBOLUS DANCE THEATRE

Direttori ROBBY BARNETT, MICHAEL TRACY, JONATHAN WOLKEN

TSU KU TSU – PSEUDOPODIA – GNOMEN - DAY TWO

Coreografie Pilobolus Dance Theatre

 

TSU KU TSU

Coreografia Alison Chase

in collaborazione con Rebecca Anderson, Otis Cook, Josie Coyoc, Matt Kent, Gaspard Louis e Benjamin Pring

Interpreti Josie M. Coyoc, Mark Fucik, Christopher Grant, Renée Jaworski, Roberto Olvera, Derek Stratton

Musica Leonard Eto

Costumi Angelina Avallone

Luci Stephen Strawbridge

Creazione 2000

La coreografia è stata commissionata dal Dance Umbrella, Boston, Inc., con i fondi di:

Japan Foundation (nell’ambito del programma “Performing Arts Japanâ€), LEF Foundation, Joyce Theater,

Quick Center for the Arts at Fairfield University, Hancher Auditorium dell’Università dello Iowa

con il supporto di Gary e Ladonna Wickland, National Endowment for the Arts e Connecticut Commission on the Arts.

 

PSEUDOPODIA

Coreografia Jonathan Wolken

Interprete Renée Jaworski

Musica Moses Pendleton, Jonathan Wolken

Costumi Malcom McCormick

Luci Neil Peter Jampolis

Creazione 1974

 

GNOMEN

Coreografia Robby Barnett e Jonathan Wolken

in collaborazione con Matt Kent, Gaspard Louis, Trebien Pollard, Mark Santillano

Interpreti Mark Fucik, Christopher Grant, Edwin Olvera, Trebien Pollard

Musica Paul Sullivan

Canto gutturale Matt Kent

Ideazione costume e realizzazione Eileen Thomas

Luci David M. Chapman

Creazione 1997

Questa coreografia è stata resa possibile anche grazie ai contributi della sua famiglia e dei suoi amici

e della commissione dell’American Dance Festival, con il sostegno della Connecticut Commission on the Arts,

del National Endowment for the Arts e delle Philip Morris Companies, Inc. New Production Fund.

 

DAY TWO

Coreografia Daniel Ezralow, Robert Faust, Jamey Hampton, Carol Parker, Moses Pendleton, Peter Pucci, Cynthia Quinn, Michael Tracy

Musica Brian Eno, David Byrne and the Talking Heads

Luci Neil Peter Jampolis su un’idea di David M. Chapman

Regia Moses Pendleton

Interpreti Josie M. Coyoc, Mark Fucik, Christopher Grant, Renée Jaworski, Roberto Olvera, Derek Stratton

Commissionato da Peter, Ginevra e Helen.

Creazione 1980

 

 

 

________________________________________________________________________


 

 

ParmaDanza 2009

 

 

Teatro Regio di Parma

 

 

 

mercoledì 29 aprile 2009, ore 20.00 turno A, giovedì 30 aprile 2009, ore 20.00 turno B

MaggioDanza

Direttore Vladimir Derevianko

Serata Fokin

Petruška – La morte del cigno – L’Uccello di fuoco

Coreografia Michail Fokin

Musiche Igor Stravinskij, Camille Saint-Saëns

Étoile Ul’jana Lopatkina, Vladimir Derevianko

 

 

 

sabato 9 maggio 2009, ore 20.00 turno A, domenica 10 maggio 2009, ore 20.00 turno B

English National Ballet

Direttore Wayne Eagling

Manon

Coreografia Kenneth MacMillan

Musica Jules Massenet

Orchestra del Teatro Regio di Parma Direttore Gavin Sutherland

Prima nazionale

 

 

 

martedì 12 maggio 2009, ore 20.00 turno A, mercoledì 13 maggio 2009, ore 20.00 turno B

Ana Laguna, Mikhail Baryshnikov

Three Solos and a Duet

Valse-Fantasie – Solo for Two – Years Later – Place

Coreografie Mats Ek, Benjamin Millepied, Aleksej Ratmanskij

Prima nazionale

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl