Tony Humphries ai piatti all'Arenile Reload

17/giu/2009 12.29.45 Victoriano Papa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sabato 20 giugno 2009 dalle 23:00 all’ARENILE RELOAD (via Coroglio, 14/B – 80123, Bagnoli, Napoli. Info: +39349/5809596, www.arenilereload.com) primo TOTAL WHITE PARTY con BACARDI MOIJTO NIGHT, per brindare al solstizio d’estate in contemporanea all’ARENILE e in altri 3 locali tra i più cool della penisola (SEVEN – Marina di Pietrasanta, VILLA delle ROSE – Riccione, BABALOO – Recanati), oltre al Private Party, nel privé, with Special Dj Guest TONY HUMPHRIES. Ingresso solo su invito nominativo entro le 24:00, successivamente 15,00 € con drink.

Tony Humphries (Brooklyn, 1957), disc jockey, produttore discografico e remixer, è uno tra i ‘progenitori’ dell’house insieme ai dj newyorkesi David Morales e Frankie Knukles.

Sin dall’infanzia si avvicina al mondo della musica; durante il periodo in cui frequenta il college è dj per hobby. Nonostante alcune serate in prestigiosi club di Manhattan come El Marocco (1975) e poi al Club Tribeca di NYC, lavora inizialmente alla redazione del giornale “Daily News” di New York, mentre solo nel ’80 prende seriamente in considerazione la carriera di disc jockey. Più tardi, nel luglio dell’81, Humphries consegna al produttore Shep Pettibone una cassetta mixata con la sua musica, in seguito trasmessa in un programma radiofonico della famosa radio di New York, Kiss FM, dove il produttore stesso lavora. Una volta terminato il contratto con la radio, Tony Humphries sostituisce Pettibone presentando un nuovo programma, che andrà in onda per ben quindici anni, il venerdì e il sabato.

Nell’82, tutti i sabato sera, lavora in diretta radiofonica come dj resident, sostituendo Larry Patterson, in un club del New Jersey, lo Zanzibar Club, dove rimane per dodici anni. Successivamente diventa dj resident al Ministry of Sound di Londra e all’Echoes di Rimini.

Dopo un lungo soggiorno in Europa, nel ’97 torna negli Stati Uniti per fondare la propria etichetta discografica, la Yellorange, ancora oggi una delle più conosciute house label.

Molteplici sono i remix realizzati nel corso della sua carriera. Fra i tanti quelli per Mtume, con cui vinse il suo primo disco d’oro, per Chaka Khan, Regina Belle, Donna Summer, Jungle Brothers, The Cover Girls e Queen Latifah. Più recentemente ha collaborato con artisti come Boy George, Dee Lite, Dimitri from Paris, Beloved, Inner City, Soul II Soul, Brand New Heavies, Adeva, Klf, Juliette Roberts, The Cure, Lil Louis, Park Avenue, Ultranatè, Joe Smooth, Stile Council.

Humphries ha fatto ballare gli appassionati di musica dance di tutto il mondo con il suo “Hump in the Homefries”, brand di uptempo soul music. Si può dire lasci dietro di sé una scia inconfondibile e un sound inarrestabile nell’ambito della musica ballabile, nonché della relativa industria discografica e dello show business. Con all’attivo oltre 200 remix, 300 sedi dove si è esibito con le sue performance ai piatti, la collaborazione con musicisti di spicco, come, oltre quelli già citati, Janet Jackson per la sua hit “Together Again”, il dj americano ha ricevuto numerosi riconoscimenti di pubblico e addetti ai lavori, continuando sempre, con umiltà e voglia di sperimentare, a mettersi in gioco, testando le diverse direzione che la ricerca sonora può prendere nel settore che lui stesso ha contribuito a far nascere e sviluppare, l’house music. Ora, poi, anche con le sue produzioni discografiche della Label cui ha dato vita da qualche anno.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl