GENOVA PER GABER - Forin alla Sala Sivori

15/ott/2004 13.19.17 Augusto Forin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
GENOVA PER GABER

Giorgio Gaber era legato a Genova non solo per aver condiviso, agli
inizi della sua carriera, i sogni, il lavoro e l’amicizia dei
cantautori genovesi: Paoli, De André, Lauzi, Bindi. E al “demiurgo”
degli stessi, il maestro Gianfranco Reverberi. Era legato a Genova
anche perché, immancabilmente, portava nel capoluogo ligure i suoi
spettacoli di teatro-canzone. Riscuotendo sempre un successo enorme e
conquistando ogni anno di più l’affetto oltre che l’ammirazione del
pubblico.
Gaber era anche particolarmente legato al Teatro Stabile (allora
diretto da Ivo Chiesa) e al Teatro Politeama Genovese, dove con i suoi
musicisti, alcuni dei quali genovesi, dava vita a spettacoli di
straordinaria intensità. Come se quei palcoscenici gli dessero una
carica speciale, lo spingessero ad “andare oltre”, a mettersi ancor
più in gioco come artista e come uomo. E Genova ricambiava tale
generosità con l’amore e la partecipazione: un legame profondo,
dunque, che la scomparsa di Giorgio Gaber ha reso incancellabile.
E’ anche per questo motivo che Genova, Capitale europea della Cultura
per il 2004, ha voluto inserire nel calendario delle manifestazioni più
prestigiose cinque giorni dedicati interamente a lui: “Genova per
Gaber”, appunto. 

Augusto Forin sarà presente alla manifestazione Venerdì 15 ottobre
alla Sala Sivori (salita S. Caterina), alle ore 18. Oltre ad alcuni
brani del mio repertorio farò un omaggio a Gaber cantando "Io non mi
sento italiano" e "Non insegnate ai bambini"

Augusto Forin
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl