Il Coro del Teatro Regio in concerto all'Auditorium Paganini

22/nov/2004 21.50.32 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
 

Da Vienna a Parma

viaggia la magia del Coro

Il concerto del Coro del Teatro Regio

diretto da Martino Faggiani

Auditorium Niccolò Paganini

venerdì 26 novembre 2004, ore 20.30

       

       

        Gli appassionati l’avevano già potuto ascoltare, al Paganini, in altre serate (basta citare quella in cui era stato impegnato in una delle opere capitali del '900 italiano, il Coro di morti di Goffredo Petrassi, in un concerto diretto dal maestro Bruno Bartoletti), ma questa sarà la prima volta che il Coro del Teatro Regio “occuperà” da protagonista il palcoscenico dell’Auditorium Paganini in occasione del concerto in programma nella Stagione Concertistica del Teatro Regio, che si terrà alle ore 20.30 la sera del prossimo venerdì 26 novembre (Abbonamento Turno B).

        Per l’occasione, il maestro Martino Faggiani ha impegnato il Coro (in un concerto che vedrà anche la partecipazione dei pianisti Raffaele Cortesi e Massimo Guidetti) in un programma particolarmente interessante e ricco di pagine di grande bellezza: Vienna protagonista per buona parte della serata, che partirà infatti da Mozart per concludersi con Britten, passando per Beethoven, Schubert, Brahms. In particolare, di Wolfgang Amadeus Mozart saranno eseguiti Più non si trovano, canzonetta in si bemolle maggiore K. 549, La partenza, notturno in fa maggiore K. 436 e Mi lagnerò tacendo, notturno in sol maggiore K. 437, tutti e tre su testi di Pietro Metastasio; di Ludwig van Beethoven, dai Lieder op. 99, sarà eseguito Già la notte s’avvicina, sempre su testo di Pietro Metastasio. Da questo inizio in puro stile classico si passerà quindi all’intonazione corale che Franz Schubert ha dato del celebre Salmo 23, “Il Signore è il mio Pastore”, mentre uno dei momenti più intensi del concerto, proseguendo in questo percorso stilistico e cronologico che vede Vienna come perno, sarà l’esecuzione dei celebri Liebeslieder op. 52 di Johannes Brahms. Un raffinato, coinvolgente e per molti sorprendente anticipo di atmosfera natalizia sarà poi la Ceremony of Carols op. 28 di Benjamin Britten, che concluderà in maniera particolarmente vivace il concerto.

        «Per questa serata - dice il direttore Martino Faggiani - abbiamo studiato un programma che ha un filo conduttore non troppo nascosto: Vienna. La Vienna più grande, quella appunto di Mozart, Beethoven, Schubert, Brahms, questi grandi compositori che attraverso il loro stile inconfondibile, e attraverso il modo di fare ed intendere non solo quella corale, ma tutta la musica in questa città che, per un lungo e cruciale periodo, è stata l'incarnazione stessa della musica, a questa formazione hanno dedicato pagine che io credo di grande bellezza e piacevolezza. Autori che, come si può vedere, coprono un arco cronologico, ma soprattutto stilistico, molto ampio, partendo dal puro classicismo mozartiano, passando per quello beethoveniano, per arrivare al romanticismo schubertiano e poi di Brahms».

        Un concerto raro, per molti versi: a cominciare naturalmente dalla formazione, quella corale, che raramente è protagonista unica nella consueta frequentazione italiana, per passare poi all’interesse, alla bellezza e alla novità del programma, ricco di pagine di grande fascino, alla qualità dei protagonisti chiamati ad interpretarlo: a cominciare dal Coro del Teatro Regio - sempre più impegnato e conosciuto, dalla sua formazione, in una intensa e qualificata attività lirica e concertistica - e poi del suo maestro Martino Faggiani, musicista di lunga e qualificata esperienza in Istituzioni concertistiche di primo piano (tra le quali vale la pena citare almeno la lunga collaborazione con il Coro dell’Accademia di Santa Cecilia) ed infine i due pianisti, Raffaele Cortesi e Massimo Guidetti, che il pubblico parmigiano ben conosce per le numerose occasioni nelle quali si sono potuti far apprezzare.

        Il concerto sarà presentato dal Prof. Marco Beghelli giovedì 25 novembre alle ore 18.00 presso l'Auditorium della Casa della Musica, nell'ambito di Prima le parole…, iniziativa ideata e promossa dal Maestro Bruno Bartoletti che, con la cura di Jacopo Pellegrini, torna ad arricchire i concerti della Fondazione Teatro Regio di Parma nell’ambito della Stagione concertistica 2004/2005

        I biglietti per il concerto (in abbonamento al Turno B) sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro Regio e presso la biglietteria on-line sul sito www.teatroregioparma.org.

        Prossimo appuntamento con la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma domenica 12 dicembre 2004 con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Mstislav Rostropovic, violino solista Sergej Krilov, musiche di Musorgskij, Cajkovskij.

 

 

 

Stagione Concertistica 2004/2005

del Teatro Regio di Parma

Auditorium Niccolò Paganini

Ottobre 2004 - Aprile 2005

 

______________________

   

 

venerdí 26 novembre 2004, ore 20.30 Turno B

 

Wolfgang Amadeus Mozart

Più non si trovano, canzonetta in si bemolle maggiore K. 549

La partenza, notturno in fa maggiore K. 436

Mi lagnerò tacendo, notturno in sol maggiore K. 437

 

Ludwig van Beethoven

da Lieder op. 99 Già la notte s'avvicina

 

Johannes Brahms

Liebeslieder walzer op. 52

 

 

Franz Schubert

Der 23 Psalm (Gott ist mein Hirt)

 

Benjamin Britten

A Ceremony of Carols op. 28

 

 

Pianoforte RAFFAELE CORTESI, MASSIMO GUIDETTI

 

Maestro del coro MARTINO FAGGIANI

 

CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

Prima le parole…

Casa della Musica, giovedì 25 novembre 2004, ore 18.00

 A cura di Marco Beghelli

______________________

   

 
 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl