Rostropovich alla guida della Filarmonica Toscanini

10/dic/2004 21.24.45 Ufficio Stampa Teatro Regio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
?
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 
 

Il ritorno del mito

Rostropovic alla guida della Filarmonica Toscanini

in un programma di musiche russe, solista Sergey Krylov

Parma, Auditorium Niccolò Paganini

domenica 12 dicembre 2004, ore 20.30

 

       

       

        Un programma ricco di musiche celeberrime e di grande impatto, un solista tra i più noti della sua generazione, un’orchestra attiva in campo internazionale: gli elementi per affermare che il prossimo appuntamento con la Stagione Concertistica del Teatro Regio di Parma è di quelli di sicuro spicco ci sono tutti. Ad aggiungere un ingrediente prezioso a questa già ricca ricetta è la presenza sul podio di un vero e proprio mito della musica del nostro tempo. L'Auditorium Niccolò Paganini esaurito in ogni ordine di posto accoglierà domenica 12 dicembre (abbonamento turno A) alle ore 20.30 la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Mstislav Rostropovic in un programma che presenta nella prima parte il preludio dalla Kovanchina di Modest Musorgskij seguito dal celeberrimo Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35 di Pëtr Il’ic Caikovskij, solista Sergej Krylov, mentre la seconda continuerà l’omaggio al grande compositore russo con l’esecuzione della sua Sinfonia n. 5 in mi minore op. 64.

        Acclamato come il maggior violoncellista vivente ed il successore naturale del suo maestro Pablo Casals, Rostropovic ha ispirato grandi compositori del Novecento ad arricchire il repertorio violoncellistico con numerosi lavori a lui dedicati: Britten (Sinfonia per violoncello e orchestra), Šostakovic (Primo concerto per violoncello), Dutilleux (Tout un monde lointain), Prokof'ev, Khacaturjan, Bernstein, Lutosl´awski ed altri ancora. In compagnia del suo Stradivari del 1711, Rostropovic continua a percorrere in tutto il mondo la carriera intrapresa nell'ormai lontano 1940 quando, ancora studente di conservatorio, debuttò a Mosca interpretando il Concerto per violoncello di Saint-Saëns. Del pari impressionante è il suo patrimonio di registrazioni, che abbraccia ormai mezzo secolo, includendo le più antiche (1950-1974) recentemente ripubblicate dalla EMI nella collana “Rostropovic: The Russian Years”.

        Nato nel 1927 a Bakù da una famiglia di musicisti, Rostropovic ha avuto come primi maestri i genitori e ha trasmesso l'eredità alle figlie Olga ed Elena, entrambe apprezzate concertiste sulle orme del padre e della madre, il soprano Galina Vishnevskaja, che ha compiuto tournée in tutto il mondo accompagnata dal marito in veste di pianista e direttore d'orchestra. Esuli dalla Russia nel 1974 per motivi politici, i coniugi Rostropovic non hanno mai cessato di spendere il proprio carisma musicale in favore delle libertà umane ed artistiche, nonché del finanziamento di aiuti umanitari in tutto il mondo. Rostropovic ha anche ricevuto numerosi riconoscimenti come direttore d'orchestra, e in questa veste ha registrato celebri titoli del repertorio lirico come La dama di picche, Evgenij Onegin, Lady Macbeth del distretto di Mtsensk e Tosca. Dal 1977 è direttore musicale della National Symphony Orchestra di Washington e si esibisce regolarmente con le maggiori orchestre britanniche, in particolare la London Symphony e la London Philharmonic.
        Mstislav Rostropovic ha ricevuto onori ufficiali da parte di governi di tutto il mondo, dal Premio Lenin alla Legion d'onore francese, al titolo di commendatore dell'Impero Britannico; è dottore honoris causa di 40 università, fra cui Oxford, Cambridge, Harvard, Yale, Princeton, Tel Aviv.

        Sergej Krilov torna a Parma (dove, sempre diretto da Rostropovic, si era già fatto applaudire nel Concerto di Beethoven) ricco di un curriculum particolarmente brillante. Il Corriere della sera ha scritto di lui “...violinista dal suono di diamante a dalla articolazione rapidissima, che accumula agilità pirotecniche e liriche profusioni, e nella continuità e uguaglianza purifica tentazioni istrioniche. La sua interpretazione è immedesimazione sincera...”. Attualmente viene considerato uno dei più significativi talenti violinistici della sua generazione, collaborando con le maggiori orchestre internazionali e direttori quali Vladimir Askenazy, James Judd, Dmitry Kitaenko, Franz Welser-Most e, in più occasioni, Mstislav Rostropovic. Particolarmente ricca e di alto livello la sua attività cameristica.

        Ospite ormai abituale dell’Auditorium Paganini è poi la Filarmonica Arturo Toscanini, ben nota al pubblico parmigiano, così come ad un pubblico internazionale sempre più allargato, per i già numerosi concerti tenuti sotto la guida di musicisti quali, tra gli altri, Lorin Maazel (suo Direttore musicale), Georges Prêtre, Mstislav Rostropovitch, Rafael Fruhbeck de Burgos, Jeffrey Tate.

 

 

Stagione Concertistica 2004/2005

del Teatro Regio di Parma

Auditorium Niccolò Paganini

Ottobre 2004 - Aprile 2005

 

 

______________________

 

sabato 12 dicembre 2004, ore 20.30 Turno A

 

Modest Musorgskij

La Kovanchina. Introduzione

 

Pëtr il’ic Cajkovskij

Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35

 

Pëtr il’ic Cajkovskij

Sinfonia n. 5 in mi minore op.64

 

Violino solista SERGEJ KRYLOV

Direttore MSTISLAV ROSTROPOVIC

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI

 

______________________

 

 
Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio di Parma
via Garibaldi, 16/a
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
stampa@teatroregioparma.org
 

AVVISO IMPORTANTE:

PERMANGONO PURTROPPO PROBLEMI RELATIVI A INDESIDERATI MULTIPLI INVII DELLE NOSTRE COMUNICAZIONI. CI SCUSIAMO DEL FASTIDIOSO DISGUIDO, INFORMANDO CHE PER LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA ABBIAMO ATTIVATO LE NECESSARIE E OPPORTUNE OPERAZIONI DI VERIFICA 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d. lgs. 196/03. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta, ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso, ex art. 130 d. lgs. 196/03. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl