Grupo Compay Segundo Live al Madre

18/lug/2011 10.28.01 Victoriano Papa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ad aprire la sezione musicale, curata da “PROGETTO SONORA”, della rassegna “Un’Estate al Madre”, alla sua IV edizione, giovedì 21.07.2011, ore 21:30, GRUPO COMPAY SEGUNDO – Buena Vista Social Club Live al Museo Donnaregina (via L. Settembrini n. 79 – Napoli). Ingresso 12,00 €. Info e prenotazioni: 081/19313016, prevendite circuito www.go2.it Per una serata, quella d’ouverture di “Un’Estate al Madre”, la kermesse estiva del Museo Donnaregina di Napoli, giovedì 21 luglio 2011, l’alma de Cuba, attraverso il leggendario són, pervaderà il monumentale e suggestivo cortile del Museo d’Arte Contemporanea. Un ponte ideale tra ritmo e melodie del Caribe sino allo spirito della città di Partenope. Il són cubano, la tradizionale musica dei contadini della regione orientale dell’isola caraibica, nato a fine ’800, e simbolo della cultura nazionale di Cuba, animerà, in un live d’eccezione, la location napoletana, viaggiando tra le tipiche sonorità del tres, dell’armonico (la caratteristica chitarra a 7 corde), dei ritornelli in quattro tempi cantati dal coro col contraltare dell’improvvisazione del solista e/o della seconda voce, della perfetta fusione tra strumenti percussivi di origine africana e quelli di corda battuta spagnoli. L’uno dopo l’altro sfileranno, in una teoria musicale coinvolgente, irresistibile, appassionata e ritmata, brani amati e noti del GRUPO COMPAY SEGUNDO, come la celebre “Chan Chan”, “El Cuarto de Tula”, “Dos Gardenias”, “Candela”, “Macusa”, “Bilongo”, “Veinte Años”, “Las Flores de la Vida”, solo per citare i più famosi. Un universo di immagini e suoni della conversazione e del canto tipici della popolazione rurale cubana, patrimonio artistico e culturale inestimabile, fatto di una ricchezza sonora, umoristica e immaginifica, prenderà vita e corpo sul palco del Madre. A distanza di quattro anni dalla celebrazione dei 100 dalla nascita del mitico musicista cubano COMPAY SEGUNDO, all’anagrafe Maximo Francisco Repilado Muñoz, la sua anima continua a esistere e irradiare allegria nelle performance dal vivo realizzate in tutto il mondo dagli eredi, strumentisti che lui stesso scelse prima di morire, affinché divulgassero la sua musica in ogni dove. Del gruppo di artisti designati da Compay a perpetuare la tradizione musicale, e di cui due sono suoi figli, alcuni hanno partecipato al cd e al famoso film di Wim Wenders “Buena Vista Social Club”, motivo di grande notorietà per Compay e i suoi. In una loro esibizione si passa, senza soluzione di continuità, da bolero a salsa, mambo, rumba, cha-cha-cha, vecchio danzón e antico són, da melodie più soft a ritmiche decisamente più sostenute, da veri e proprio inni alla gioia di vivere a canti e toni più malinconici e nostalgici. Il vero scopo è quello di diffondere nel mondo non solo la musica di Compay, ma anche la sua filosofia di vita: “fare l’amore, cantare són e bere rhum”… La Formazione: 1- Salvador Repilado Labrada (Director- contrabajo) 2- Hugo Garzón Bargalló (voz prima y maracas) 3- Haskell Armenteros Pons (clarinete) 4- Rafael Inciarte Rodríguez (clarinete) 5- Rafael Fournier Navarro (bongo) 6- Basilio Repilado Labrada (clave y voz segunda) 7- Félix Martínez Montero (armónico) 8- Nilso Arias Fernández (guitarra acompañante) 9- Yoel Matos Rodríguez (guitarra acompañante) 10- Rafael Inciarte Cordero (clarinete bajo) 11- Roberta Pierazzini (baile) 12- Paolo Angelini (baile)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl