Il Sergent Garcia e il Salsamuffin al Carpino Folk Festival 07

Il Sergent Garcia e il Salsamuffin al Carpino Folk Festival 07 L'Associazione Culturale Carpino Folk Festival presenta "Il Sergent Garcia e il Salsamuffin al Carpino Folk Festival 07" Niente è così come sembra, tutti portano qualche tipo di maschera, lui porta quella nera di Zorro Vive nel quartiere parigino di Bellevue perché ama il cosmopolitismo, ha inventato la "salsamuffin", crede nella giustizia sociale, e progetta collaborazioni con i nostri Mau Mau.

07/ago/2007 11.10.00 Ufficio Stampa Antonio Piccëninnë Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Associazione Culturale Carpino Folk Festival

presenta

“Il Sergent Garcia e il Salsamuffin al Carpino Folk Festival 07”

Niente è così come sembra, tutti portano qualche tipo di maschera, lui porta quella nera di Zorro

Vive nel quartiere parigino di Bellevue perché ama il cosmopolitismo, ha inventato la "salsamuffin", crede nella giustizia sociale, e progetta collaborazioni con i nostri Mau Mau. E' il Sergent Garcia, ultimo profeta della patchanka che arriva dalla scuderia Virgin, la stessa di Manu Chao e Tonino Carotone e piace molto anche al pubblico italiano evidentemente sensibile al fascino dei ritmi caraibici e afro cubani. Il sound di Sergent Garcia è infatti godibilissimo, frizzante, ricco di energia e spontaneità. L'autore di Camino della vida continua a riscuotere successi a non finire. Tuttavia, non sembra esserne sorpreso, anzi: "La chiave di tutto sta nella combinazione di rimi afrocubani con quelli latini, il risultato è un suono trascinate ed irresistibile".

 

Sergent García, il suo vero nome è Bruno e ha la tendenza a voler distruggere tutto ciò che può assomigliare a una convenzione o a un'abitudine: un'eredità del periodo in cui suonava la chitarra con il gruppo punk rock cult "Ludwig Von 88". Nonostante in un certo numero di composizioni ci faccia capire come si senta a proprio agio con i suoi stili nella loro forma più pura, in realtà il Sergente si distingue per uno stile che fondendo tutti gli ingredienti musicali più esplosivi, crea un caleidoscopio di ritmi che culmina in alta energia strumentale: un mix di funk, afrobeat, salsa ma che non scorda i canti popolari dell'America del Sud e di Cuba basati sul son, la rumba, la comparsa. Il nuovo album “Mascaras” è un gioioso campionario di alcuni dei sounds che costituiscono il pianeta rock e riunisce le strade del Messico, di Barranquilla, Los Angeles, Kingston, Lagos, Parigi e Valencia.

 

Arriva in Italia per un tour che lo porterà nelle principali città. Si Parte dal Carpino Folk Festival l'8 Agosto e poi il 16 a Roma, il 17 all'Ariano Folk Festival e il 18 a Milano.

 

Sergent come sarà il suo show al Carpino Folk Festival?

"Sarà uno spettacolo ad altissima energia, una fiesta per ballare spensierati. La durata del concerto dipenderà dal feeling che si instaurerà con il pubblico. A volte suoniamo due ore, a volte tre, sempre a seconda delle emozioni che riceviamo dalla gente. Soprattutto però, largo all'improvvisazione! La gente ha bisogno di divertimento, di ritmo, di una musica fresca e ballabile, che allontani per un attimo le paranoie ed i problemi di tutti i giorni". Parole sante di questi tempi per il Gargano.

Lo spettacolo è realizzato dall'Associazione Culturale Carpino Folk Festival in collaborazione con la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, il Comune di Carpino, la Comunità Montana del Gargano, il Parco Nazionale del Gargano e d'intesa con il GalGargano e l'Azienda di Promozione Turistica di Foggia.

Sponsor ufficiale della manifestazione Birra Peroni.

MediaPartner : OndaRadio - La radio che serve al Gargano

 

Tutti gli spettacoli del Carpino Folk Festival sono rigorosamente gratuiti

Per dettagli e maggiori informazioni www.carpinofolkfestival.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl