Conunicato stampa

24/giu/2008 18.24.00 Microcosmo Dischi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Passato il santo, inizia la festa: dal 27 giugno nei negozi c’è
“Sangennarobar 2008”.


Sangennarobar è una compilation NU Worldbeat/Folk. Opera di uno dei Dj più
conosciuti e innovativi del nostro Paese - Dj UèCervone - e sotto la
protezione di San Gennaro.
Il miracolo è far convivere popoli, danze e strumenti; un lungo percorso che
tocca nel profondo Africa, Salento, America del Sud, India, Balcani, Spagna,
Mediterraneo, Cuba, Sicilia, Napoli.
La prima Sangennarobar è nata nel 2001. Un centinaio di copie regalate agli
amici. La distribuzione si spande in maniera anomala ed imprevedibile. La
ricevono gli amici, gli amici degli amici che hanno chiesto di avere anche
loro una copia, gli abitudinari delle serate live, chi si agita di sincero
apprezzamento nei pressi della consolle, chi passava nel posto giusto al
momento giusto, tutti i dj e molti gestori di locali del Belpaese.
Le Sangennarobar sono tra gli scaffali di molti club, luoghi dove si gustano
sapori dal mondo, bar sulle spiagge di molti mari. Copiate e ricopiate si
moltiplicano, camminano quasi da sole e viaggiano. Come i suoni che
custodiscono. E così è stato ogni anno, in numero sempre maggiore e
riscuotendo sempre più consensi, fino ad arrivare nelle mani della
Microcosmo Dischi, che ne sancisce dal 27 giugno prossimo la prima “versione
ufficiale”.
Questo cd doppio (33 canzoni, da Gotan Project a Cesaria Evora, passando -
tra gli altri - per Ojos de Brujo e Daniel Melingo) racconta la storia di
Sangennarobar.
E la continua.

E poiché non c’è veramente Santo senza una vera festa, per l’uscita di
“Sangennarobar 2008” ce ne sarà una del tutto speciale: il prossimo venerdì
dalle 21 alla “Vineria del Porto” di Baia (vicino Napoli), le celebrazioni
partono con Dj UéCervone che darà il via ad un deejay/live-set collettivo,
coadiuvato da molti amici Dj che nel corso degli anni hanno diffuso il
‘verbo’ Sangennarobar, e da molti musicisti “fotografati” da questo nuovo
volume della raccolta, che verrano a suonare, per un estemporaneo ‘rito
pagano’ che durerà fino a notte inoltrata, tra vini, cibo e musica.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl