Mario Crispi al Cornerstone Festival di Liverpool

Mario Crispi al Cornerstone Festival di Liverpool The Cornersone Festival 2008 - Liverpool presenta Mario Crispi in "Rosa di Flauti" nove assoli acustici per strumenti a fiato dal mondo Mercoledì 26/11/2008 - The Great Hall Approda all'estero la tournée da solista di Mario Crispi, fiatista e anima strumentale degli Agricantus.

25/nov/2008 11.46.16 Formedonda Produzioni Sonore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

The Cornersone Festival 2008 - Liverpool

presenta
 
Mario Crispi
in
“Rosa di Flauti”
nove assoli acustici per strumenti a fiato dal mondo
 
Mercoledì 26/11/2008 – The Great Hall
 
Approda all’estero la tournée da solista di Mario Crispi, fiatista e anima strumentale degli Agricantus. Il 26 novembre Mario Crispi si esibirà al Cornerstone Festival di Liverpool con il suo lavoro in “solitaria” intitolato “ROSA DI FLAUTI”. Prendendo spunto dalla rosa dei venti, la performance compie un itinerario circolare che, partendo da Nord, tocca gli altri punti cardinali attraverso le sonorità di strumenti a fiato arcaici provenienti da quelle direzioni: il "ney" (persiano, turco e arabo), il "selijefloyte" lappone, la "zummara" del Nord Africa, le "launeddas" sarde, l’ "arghoul" egiziano, il clarinetto balcanico, i "sikus" andini, il "duduk" armeno, il "marranzanu" siciliano e il "didjeridoo" australiano. Il risultato musicale è una sequenza di nove assoli di strumenti provenienti dai cinque continenti che, attraverso le composizioni originali di Mario Crispi, divengono appunti di viaggio immaginari e fotografie sonore inventate ma possibili.
 
Il lavoro di Mario Crispi si basa sulla ricerca di un linguaggio e di una forma musicale, maturati grazie all'esperienza da protagonista in Agricantus, ma anche grazie ai suoi viaggi in Tunisia, Egitto, Siria, Giordania, Libano, Iran, Pakistan, Hong Kong, Brasile e alle sue ricerche etnomusicologiche in Sicilia e Sardegna. La sua ricerca sonora, incentrata sulla condizione dell'anima che dà voce allo strumento ed espressa attraverso la forma sonora e musicale, è una riflessione sull'esistenza dell’individuo inteso come “viaggiatore solitario”. Con la varietà di strumenti a fiato suonati e costruiti, Mario Crispi traccia un percorso epidermico ed al tempo stesso interiore verso dimensioni a volte eteree, a volte ipnotiche, a volte ancestrali.
 
 
Info:  http://www.hope.ac.uk/cornerstone-festival-/music-3.html
www.mariocrispi.it
www.myspace.com/mariocrispi

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl