L'IMPATTO ECONOMICO E GLI ALTRI EFFETTI POSITIVI DEL CARPINO FOLK FESTIVAL

- (L'impatto economico e gli altri effetti positivi del Carpino Folk Festival) - Lo scorso 7 luglio l'Associazione Culturale Carpino Folk Festival ha presentato al Consiglio comunale di Carpino i risultati straordinari di una ricerca condotta per valutare gli effetti economici dell'omonimo festival che prenderà avvio il prossimo 2 agosto.

24/lug/2009 15.21.43 Ufficio Stampa Antonio Piccëninnë Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'IMPATTO ECONOMICO E GLI ALTRI EFFETTI POSITIVI DEL CARPINO FOLK FESTIVAL

MUSICA: 'Il festival della musica popolare del Gargano è una leva formidabile per il bilancio dell'economia locale'

Carpino, 24 lug. - (L'impatto economico e gli altri effetti positivi del Carpino Folk Festival) - Lo scorso 7 luglio l'Associazione Culturale Carpino Folk Festival ha presentato al Consiglio comunale di Carpino i risultati straordinari di una ricerca condotta per valutare gli effetti economici dell'omonimo festival che prenderà avvio il prossimo 2 agosto.

Una formidable leva per il bilancio dell'economia locale che offre occasioni di intrattenimento, fornisce alle generazioni future un patrimonio da tutelare e valorizzare, produce, beni materiali ed immateriali, qualità del tempo e della vita, emancipazione e senso civico arricchendo la vita della nostra sfilacciata comunità.

La divulgazione alla Stampa avverrà nel corso della Conferenza che si terrà a Bari - Sala Stampa della Presidenza della Giunta Regionale

Lungomare Nazario Sauro - Giovedì 30 luglio 2009

Dal 31 luglio sarà in distribuzione gratuita scaricabile online su www.carpinofolkfestival.com

 

La ragione fondamentale che ha spinto l'organizzazione ad intraprendere una ricerca sull’impatto economico del Carpino Folk Festival è stata essenzialmente quella di avere dei dati che permettessero, con onestà intellettuale, valutazioni e confronti del festival del Gargano con le altre realtà italiane simili e/o anche similari che non fossero basati solo su numeri forniti a casaccio e/o su dichiarazioni soventemente campate per aria.

Molti festival e rassegne sono certamente più chiacchierate del Carpino Folk Festival, ma non per gli spettacoli e per i risultati anche economici e turistici che producono, ma solo perchè hanno a disposizione budget che li permettono di attivare campagne di promozione che il festival in oggetto non si può permettere.

 

Il risultati della ricerca hanno dell'incredibile, anche per l'organizzazione stessa che sente il peso delle responsabilità.

Come qualsiasi modello determinano valori che si prestano a letture soggettive e sono criticabili se valutati col bilancino, ma che nella sostanza manifestano un ordine di grandezza non discutibile.

 

In genere i modelli utilizzabili per calcolare gli impatti economici degli eventi culturali sono moltissimi. Quelli più vetusti e applicati, soprattutto all'estero, sono i cosiddetti Modeli Input-Output (IO), in grado di fornire utili indicazioni sull’andamento di più variabili: vendite, produzione, valore aggiunto, redditi, occupazione, gettiti fiscali.

 

Aver basato la ricerca su questi modelli ha significato valutare l’impatto economico del Carpino Folk Festival attraverso tre componenti denominate effetto diretto, effetto indiretto ed effetto indotto.

 

Operativamente questo significa che per valutare l’impatto economico complessivo è stato necessario effettuare le seguenti valutazioni:

- determinare le spese degli organizzatori;

- valutare le spese dei visitatori, ossia quanto ciascun “turista” spende mediamente al giorno;

- applicare dei moltiplicatori alla spesa finale che misurano il grado di indipendenza economica dei vari settori in cui ricadono le spese iniziali.

 

In pratica determinare le variabili della seguente formula economica:

Impatto economico = effetto diretto + effetto indiretto + effetto indotto = (numero di visitatori x permanenza media x spesa media per visitatore + spesa sostenuta dai produttori degli eventi) x moltiplicatori economici.

 

L'ipotesi alla base del lavoro che ne rafforza la validità è stata quella di essere in presenza di:

- un evento di breve durata;

- su un tema inconsueto rispetto ai classici eventi culturali temporanei;

- orientato a un pubblico di nicchia e autoselezionato;

- frequentato da una forte percentuale di visitatori ripetenti, che in buon parte ogni anno ritornano, rafforzando la base dei partecipanti, che cresce costantemente ogni anno in virtù di questa capacità di fidelizzazione del pubblico;

- ospitato in una città di piccole dimensioni;

- dotata di un celebre patrimonio culturale;

- non percorsa dai flussi turistici tradizionali;

 

I dati relativi alla spesa degli organizzatori sono stati messi a disposizione dall'ass. culturale Carpino Folk Festival certificati dai bilanci sottoposti agli enti finanziatori per la rendicontazione e per il mantenimento dell'accreditamento presso l'Albo Regionale pugliese dello Spettacolo.

 

Per determinare la spesa complessiva dei visitatori è stato prima necessario avere dei dati sul numero degli spettatori che fossero confrontabili con le stime fornite dall'associazione.

Quindi si è fatto ricorso alla produzione dei rifiuti solidi urbani i cui dati in puglia sono pubblici e online a partire dal 2007. Sono stati presi in considerazione i dati del 2008 disponibili presso l’Assessorato all’Ecologia ritenuti più affidabili e meno soggetti alle normali distorsioni dovute alla fase di start-up.

 

E'stato determinato il consumo per “abitante equivalente” e quindi calcolato che il Carpino Folk Festival 2008 ha registrato 41.635 presenze esterne all'area di riferimento, in altre parole di visitatori di medio raggio che per venire sul Gargano affrontano un viaggio e hanno bisogno di vitto e alloggio.

Questo valore è risultato in linea con le stime calcolate con riferimento alla presenza per superfice quadrata degli spazi fruibili (Piazza e vie adiacenti) per gli spettacoli dell’anno 2008, ossia 82.000 presenze complessive (visitatori e locali) con un picco di 25.000 spettatori nella sola serata della performance di Vinicio Capossela.

A questo punto è stata stimata la spesa media per visitatore, sulla base dei dati disponibili per le rassegne dello stesso tipo, e calcolata la spesa complessiva dei visitatori del Carpino Folk Festival 2008, ossia pari a €. 2.081.762,73.

Considerando anche le spese sostenute dall'organizzazione si è quantificato che il solo impatto economico diretto è di €. 2.234.710,73

Un valore straordinario per un festival di musica popolare che non molto tempo fa era considerata una reliquia culturale di cattivo gusto.

Reso ancora più straordinario se si considera che non risente della distribuzione degli effetti diretti nell’economia locale e dell'effetto sull'indotto, ma soprattutto stupefacente se commisurato al valore complessivo delle sovvenzioni pubbliche che si sono rese necessarie per realizzarlo.

 

Il Carpino Folk Festival, occasione per la comunità locale di misurarsi con il proprio patrimonio, rafforzando il senso di identità e il tessuto delle relazioni umane, è, anche e soprattutto, una grande risorsa economica che va difesa e tutelata, con tutte le iniziative per l’accrescimento delle forme di cooperazione e della cultura dell'ospitalità e dell'accoglienza;

Detta in altri termini non si può certamente reputare la spesa per il Carpino Folk Festival e quindi le sovvenzioni necessari per la sua realizzazione come un intervento di spesa a fondo perduto o – addirittura – un lusso o uno spreco non giustificabile, anzi tutto il contrario l'aumento della visibilità del territorio sviluppato dal Carpino Folk Festival si traduce in attrattività e genera l'aumento della domanda di beni e servizi.

Quindi il festival della musica popolare deve essere considerato per le istituzioni pubbliche ma anche per il mondo imprenditoriale locale a tutti gli effetti un investimento per il territorio tra i più remunerativi.

 

Tenuto conto che il totale delle sovvenzioni per il 2008 è stato pari a €. 117.736,53 ne consegue che ogni euro investito dalle amministrazioni pubbliche nell'evento concorre a generare 19 euro di giro d'affari per il sistema imprenditoriale locale.

 

Ma gli effetti positivi non sono solo immediati sul sistema del commercio e dei servizi, con un occhio di riguardo per il settore agro-alimentare e per quello bancario, ma sono effetti permanenti sull'immaginario collettivo e sulla qualità percepita dell’evento e del territorio, elementi fondamentali per ogni azione di marketing in quanto lasciano una traccia positiva ed indelebile nella memoria dei visitatori/spettatori.

 

Altro effetto a cui l'associazione tiene in modo particolare (motivo d'orgoglio) e che però dai numeri citati poco si evince, ma che è indubbiamente percepibile sul Gargano, è quello di un evento che genera comportamenti virtuosi da parte delle comunità locali, che si sentono spinte a confrontarsi, a misurarsi e a migliorarsi, facendo leva su logiche di appartenenza.

 

Concludendo, il Carpino Folk Festival offre occasioni di intrattenimento in grado di rendere più gradevoli i soggiorni estivi, fornisce alle generazioni future un patrimonio da tutelare e valorizzare, produce, beni materiali ed immateriali, qualità del tempo e della vita, emancipazione e senso civico arricchendo la vita della nostra sfilacciata comunità.

Non investire (perchè di questo si tratta) o peggio ancora tagliare le sovvenzioni al Carpino Folk Festival provoca un inadeguato sfruttamento di una leva formidabile per il bilancio dell'economia locale a tal punto che in un periodo di recessione economica si configura come un vero e proprio crimine economico nei confronti della comunità di appartenenza.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl